IL COMMENTO DEL PRESIDENTE NICETTO

BRANDEBURGO, 20 luglio 2008 – A conclusione dei campionati mondiali under 23 il presidente federale Renato Nicetto traccia il suo bilancio: “Il canottaggio italiano under 23 si è riconfermato ai vertici mondiali in quattro imbarcazioni: quattro senza donne, due senza, quattro con e doppio pesi leggeri. Altri due argenti spettacolari sono arrivati dal quattro senza, che ha dimostrato carattere nel risalire dalla terza posizione, e dal quattro di coppia leggero che ha perso l’oro per un filaremo proprio sul traguardo; peccato davvero perché il valore di questo equipaggio era altissimo e questo lo ha riconosciuto anche il presidente danese che si è scusato sul pontile della premiazione per la fortuita vittoria.
A conclusione del mondiale posso ritenermi più che soddisfatto dei risultati globali della squadra poiché, oltre alle medaglie per numero uguali allo scorso anno con un miglioramento in positivo giacché rispetto ad allora abbiamo un bronzo in meno e un argento in più, tutti gli equipaggi - anche quelli che non sono andati sul podio - hanno dimostrato di essere ben preparati e battaglieri come si addice ad una Nazione come l’Italia. Questo premia il lavoro del direttore tecnico Andrea Coppola che ha investito molto in questa squadra e ha voluto portare a Brandeburgo una compagine di ben 16 equipaggi, otto dei quali sono arrivati in finale. Perciò ritengo che, grazie al lavoro instancabile dei due responsabili di settore Giovanni Lepore e Spartaco Barbo che hanno saputo concretizzare le direttive di Coppola, l’obiettivo di far fare esperienza internazionale ad un maggior numero d’atleti possibile, fondamento dell’azione tecnica del direttore tecnico, sia stato ampiamente raggiunto.
Voglio unire in un caloroso ringraziamento per questi risultati oltre i responsabili di settore anche tutti i tecnici che sono stati impegnati in questi mesi con la squadra under 23. Grazie di cuore a tutti gli atleti e le atlete che hanno gareggiato in questo Mondiale con un impegno davvero coinvolgente, protagonisti di gare avvincenti fin sul traguardo, con la certezza che tra loro ci sono gli azzurri che ci rappresenteranno ai Giochi del 2012. Un pensiero, infine, anche a tutti gli altri numerosi e validi componenti della nostra squadra azzurra che, gioco forza, non sono entrati a far parte di questi equipaggi ma che rappresentano una forza inesauribile sulla quale costruiremo un grande futuro”.


FEDERAZIONE ITALIANA CANOTTAGGIO
www.canottaggio.org
Ufficio Stampa
Tel. +39.335.6360335 – Fax +39.06.3685.8148
E-mail:
comunicazione&marketing@canottaggio.org
   
Torna indietro