I RISULTATI DEGLI AZZURRI
Domenica 20 luglio 2008

FINALI A

DONNE

Quattro senza
Italia campione del mondo. Le ragazze azzurre passano in seconda posizione a 500 metri, a metà gara sono terze dopodichè inizia inarrestabile la rimonta che porta il quartetto azzurro in cima al mondo. A nulla sono valsi gli attacchi dell’Olanda, l’Italia di Camilla España era inarrestabile.
1. ITALIA (Gioia Sacco-Fiamme Gialle, Camilla España-Aniene, Claudia Wurzel-Lario, Cristina Romiti-Aniene)
7:03.88, 2. Olanda 7:05.72, 3. Gran Bretagna 7:07.01, 4. USA 7:08.71, 5. Australia 7:11.54, 6. Bielorussia 7:14.56

UOMINI

Quattro con
Italia campione del mondo. Schizza subito in testa la barca italiana e già nella prima frazione fa registrare il distacco di due secondi sull’Ucraina che tenta per tutto il percorso di infastidire l’equipaggio azzurro. L’Italia però aumenta sempre più il distacco e si presenta sul traguardo in solitaria con gli ucraini a cinque secondi di distacco. 3° posto per la Germania.
1. ITALIA (Leopoldo Sansone-CRV Italia, Francesco Fossi-Firenze, Romano Battisti-Fiamme Gialle, Andrea Palmisano-Aniene, Leonardo Bellucci, tim-Posillipo) 6:29.04, 2. Ucraina 6:34.43, 3. Germania 6:36.09, 4. Croazia 6:38.41, 5. USA 6:43.22, 6. Serbia 6:48.91

Doppio
La progressione della Gran Bretagna, qualificata per i Giochi di Pechino, ha stroncato gli avversari e fatto l’andatura dalla metà gara al traguardo. Eccellente la prova dei sudditi di sua maestà che relegano in seconda posizione la barca croata, che ha mantenuto la testa della gara nella prima parte, ed in terza i padroni di casa.
1. Gran Bretagna 6:33.11, 2. Croazia 6:33.95, 3. Germania 6:34.54, 4. Grecia 6:41.04, 5. ITALIA (Domenico Montrone, Andrea Tranquilli-Fiamme Gialle) 6:46.82, 6. Lituania 6:52.17

Due senza pesi leggeri
Italia campione del mondo. Gara dominata dalla coppia plurimedagliata che ha dimostrato ancora una volta di essere imbattibile. Gli azzurri hanno incrementato il distacco sugli avversari ad ogni frazione e a nulla sono valsi gli attacchi di Sud Africa e Olanda che si sono divisi i restanti gradini del podio.
1. ITALIA (Andrea Caianiello, Armando Dell'Aquila-Posillipo) 6:58.57,
2. Sud Africa 7:04.78, 3. Olanda 7:06.93, 4. Francia 7:14.39, 5. Danimarca 7:15.85, 6. Germania 7:21.66

Quattro di coppia pesi leggeri
L’Italia perde l’oro per un filaremo capitato sul traguardo. Un incidente del quale approfitta l’equipaggio danese che dalla terza posizione, nell’ultima frazione, era risalito in seconda posizione. Terza la Germania che ha pagato una partenza troppo veloce.
1. Danimarca 6:19.71, 2. ITALIA (Matteo Amigoni-Cus Pavia,  Federico Ustolin-Saturnia, Pietro Ruta-Menaggio, Jose Casiraghi-Milano) 6:21.12, 3. Germania 6:21.77, 4. Gran Bretagna 6:27.10, 5. Svizzera 6:35.88
6. Ungheria  6:41.56

Quattro senza
Splendida rimonta della barca azzurra che, dopo una partenza lenta, è riuscita a risalire di posizione: quarta nella prima frazione, seconda a metà gara, accusa un calo a 1500 metri e poi con un serrate prepotente supera la Croazia e si piazza con due secondi di distacco a ridosso della Germania.  
1. Germania 6:13.79, 2. ITALIA (Federico Migliaccio-Posillipo, Matteo Motta-Armida, Simone Ponti-Napoli, Rosario Agrillo- Posillipo) 6:15.82, 3. Croazia 6:17.38, 4. Australia 6:17.78, 5. Nuova Zelanda 6:19.52, 6. Gran Bretagna 6:26.28

Doppio pesi leggeri
Italia campione del mondo. Imprendibili azzurri, sempre in testa sin dalla partenza, oltre a fare il ritmo di gara hanno trascinato gli avversari in un rincorsa folle che li ha visti vincitori. Beffato l’equipaggio della Bulgaria, sempre secondo, da un’imperterrita Ungheria che si è presa il lusso di risalire dal 6° posto fatto registrare nella prima frazione fino alla seconda pozione ai danni dei bulgari.
1. ITALIA (Davide Riccardi-Fiamme Oro,Francesco Rigon-Sile) 6:47.14, 2. Ungheria 6:48.34, 3. Bulgaria  6:51.45, 4. Germania 6:53.70, 5. Grecia 6:56.83, 6. Slovenia 7:00.35

Quattro senza pesi leggeri
Gli azzurri hanno tentato di sorprendere gli avversari passando primi ai 500 metri tallonati però dagli spagnoli che a metà gara sono balzati in testa. Una posizione mai mollata con gli azzurri a rincorrere. Nell’ultima parte di gara la barca italiana viene superata dalla lanciatissima Francia che dal quarto posto si è portata in posizione medaglia. Sul finale gli azzurri sono quarti mentre la Francia gli soffia la medaglia per meno di due secondi.
1. Spagna 6:23.99, 2. Germania 6:26.32, 3. Francia 6:28.16, 4. ITALIA (Iacopo Zocchi-Gavirate, Tommaso Sacchini-Pontedera, Luca Motta-Armida, Corrado Regalbuto-Cus Pavia) 6:31.19, 5. Argentina 6:32.19, 6. Belgio 6:41.30


FINALI B

DONNE

Singolo pesi leggeri
1. Slovenia 8:30.26, 2. ITALIA (Francesca Gallo-CC Irno) 8:34.58, 3. Danimarca 8:34.94, 4. Sud Africa 8:41.43, 5. Messico  8:43.09, 6. Venezuela 8:44.96

Doppio pesi leggeri
1. Ungheria 7:40.04, 2. Australia 7:40.84, 3. Polonia 7:41.82, 4. ITALIA (Giulia Pollini-SC Cernobbio, Sabrina Noseda-SC Lario) 7:42.99, 5. Olanda 7:47.43, 6. USA 7:51.79

UOMINI

Quattro di coppia
1. Ungheria 6:12.72, 2. Croazia 6:14.85, 3. ITALIA (Mattia Boschelli-Cus Pavia, Paolo Perino-SS Murcarolo, Cirpian Cursaru-SC Caprera, Jacopo Palma-Sisport Fiat) 6:15.33, 4. Slovenia 6:19.93, 5 . Austria 6:23.43, 6. Romania 6:25.89

Otto
1. Australia 5:59.59, 2. Russia 6:03.73, 3. Olanda 6:05.02, 4. Spagna 6:06.76, 5. ITALIA (Francesco Zombi-SC Firenze, Adriano Seghetti-Tirrenia Todaro, Francesco Baldi-SC Firenze, Andrea De Coro-SC Firenze, Elia Salani-Cus Pavia, Michele Michelotti-SC Firenze, Andrea Messina-Sisport Fiat, Luca D’Altilia-Cus Pavia, Andrea Lenzi-tim-ASC Gavirate) 6:08.27, Nuova Zelanda (dns)


FEDERAZIONE ITALIANA CANOTTAGGIO
www.canottaggio.org
Ufficio Stampa
Tel. +39.335.6360335 – Fax +39.06.3685.8148
E-mail:
comunicazione&marketing@canottaggio.org
   
Torna indietro