Svoltosi a Milano il convegno su "Una corretta alimentazione per un sano stile di vita"



MILANO, 01 giugno 2017 - Entusiasmo e interesse per il convegno "Una corretta alimentazione per un sano stile di vita" appena conclusosi a Milano, presso l'elegante struttura di Palazzo delle Stelline in Corso Magenta 61. Valore aggiunto dell'incontro è stato senza dubbio l'armonica interazione tra le molteplici discipline chiamate in causa, al fine di trattare le varie argomentazioni inerenti l'importanza della sana alimentazione, nel contesto sportivo e non solo.


I lavori hanno preso il via con i saluti iniziali portati da Salvatore Milluzzo, Coordinatore del Consorzio di Tutela Arancia Rossa di Sicilia IGP il quale ha approfittato per ricordare i valori nutrizionali dell'agrume da loro lavorato, ed ha sottolineato l'importanza dell'accordo con la FIC, che rappresenta un'occasione importante per diffondere un prodotto salutare, anche grazie alla forza comunicativa di un mondo fortemente rappresentativo di valori come il rapporto con la natura, l'attività fisica salutare ed il rispetto per l'ambiente. Ai suoi saluti si è aggiunto il Vicepresidente federale Luciano Magistri, che si è detto anche lui profondamente soddisfatto della collaborazione con il Consorsio siciliano. Non ha mancato di presenziare Pietro Accame, Direttore della Fondazione Stelline al quale lo stesso Magistri ha voluto donare un libro sulla storia del canottaggio mentre Giuliana Avila di Stefano, responsabile della comunicazione del Consorzio di Tutela Arancia Rossa di Sicilia IGP, ha voluto donare una maglietta del Consorzio.


Primo relatore a prendere la parola è stato il Prof. Vincenzo Russo, il quale si è soffermato sui meccanismi psicologici che portano il consumatore a scegliere il prodotto alimentare. Il docente ha illustrato quali sono le maggiori criticità rilevate, attraverso accurati studi, negli stessi consumatori, come ad esempio la mancanza delle conoscenze, funzionali alla scelta consapevole e la debolezza rispetto all'influenzabilità da parte delle varie fonti. Il tutto attraverso un affascinante esposizione ricca di continui riferimenti al cervello umano, in particolare alla sensorialità e alla capacità di distorsione e manipolazione della stessa, operata mediante strategie visive, uditive, olfattive, gustative e tattili, dagli esperti di marketing, al fine di rendere più "appetibili" i prodotti. Durante lo stesso intervento sono state illustrate anche le tecniche di rilevazione del gradimento rispetto ai prodotti e le risposte alle stesse tecniche di marketing.


Il Dott. Salvo Laudani, Presidente FruitImprese Sicilia e componente CdA del Consorzio di Tutela Arancia Rossa di Sicilia, si è concentrato sulle tendenze dei consumi in relazione ai repentini cambiamenti a cui sta andando incontro la nostra società. I dati sviscerati hanno messo in luce un calo importante del consumo delle carni a fronte di un aumento relativo a pesce, frutta e verdura. Ancora di più, quello che si evince dai dati è una maggiore attenzione per i prodotti di stagione e per le filiere di produzione di qualità. Tra i prodotti in forte crescita in termini di richieste, spiccano gli agrumi di Sicilia, in particolare le arance rosse. I frutti in questione chiaramente provengono da un territorio che possiede caratteristiche uniche: l'esposizione al sole, l'escursione termica che caratterizza il colore delle stesse arance, la vicinanza del vulcano. Proprio queste caratteristiche territoriali vengono costantemente raccontate dal Consorzio di Tutela Arancia Rossa di Sicilia, per valorizzare sia il prodotto sia il territorio stesso.


A seguire il pubblico ha potuto apprezzare l'intervento del Dott. Alessio Franco, dietista, esperto in nutrizione applicata allo sport e dietologo della Federcanottaggio, il quale ha esodito affrontando in maniera capillare le soluzioni alimentari più indicate per far fronte alle esigenze di uno sportivo, professionista o amatoriale. Sono stati definiti i momenti migliori per consumare, nelle giuste dosi, carboidrati, proteine, grassi, vitamine, fibre e ovviamente l'acqua. Nell'esposizione è stata anche sottolineata la differenza tra alimentazione nell'esercizio di potenza e quello di resistenza.


A chiudere l'interessante incontro, c'è stato l'intervento dello Chef Marco Rossi, esperto di celiachia. Rossi, anche lui celiaco, ha trattato proprio la cucina in relazione a questa patologia, che sempre più va diffondendosi. L'esigenza di fondo palesata dallo stesso Rossi è stata quella di offrire al soggetto sportivo affetto da celiachia, opzioni valide dal punto di vista nutrizionale al netto del glutine, possibilmente senza rinunciare al gusto. Cercando al contempo di orientare i consumatori celiaci verso scelte economicamente sostenibili. Ecco allora che le proposte oltre ad essere legate agli alimenti base dei celiaci, ossia frutta, verdura, pesce e carne, sono ricadute anche sui cereali e derivati degli stessi. E quindi riso, il mais, il grano saraceno, il miglio, l'amaranto, la quinoa, la manioca, il teff ed il sorgo. Un'ampia scelta da poter poi variegare ulteriormente attraverso molteplici soluzioni in cucina, garantendo così un adeguato apporto in termini di carboidati ed una varia scelta per andare incontro ai gusti dei singoli.

La galleria foto (ph C.Cecchin)
Speciale Campionati Italiani Senior, Junior, Pesi Leggeri e Para-Rowing - Milano

Partners FIC

canottaggio.org
Testata giornalistica registrata al Tribunale di Roma in data 12 giugno 2007 al n. 234
Direttore responsabile:
Claudio Tranquilli
Contatti: Tel. +39.3666879879 - e-mail:
ufficiostampa@canottaggio.org
Redazione: Luigi Mancini - Niccolò Bagnoli
Webmaster: Enrico Bozzello

Facebook - Twitter - Instagram - YouTube

Federazione Italiana Canottaggio - V.le Tiziano, 74 - 00196 ROMA
P.Iva 01382091005 - C.F. 05267450582

Salvo accordi scritti, le collaborazioni a www.canottaggio.org sono da considerarsi del tutto gratuite e non retribuite. La Direzione si riserva il diritto di modificare la titolazione degli articoli e di fare gli opportuni tagli redazionali al materiale pervenuto dando a questo l'impostazione grafica ritenuta più opportuna. Gli articoli firmati esprimono le opinioni degli autori e non hanno riferimento con gli orientamenti ufficiali. Tutto il materiale inviato, anche se non pubblicato, non sarà  restituito.
E' autorizzata la riproduzione, anche parziale, sempreché venga citata la fonte
www.canottaggio.org e/o i vari credit fotografici dei collaboratori della testata.