Allenamenti e test a Piediluco per il Gruppo Paralimpico



PIEDILUCO, 17 marzo 2017
- “Stiamo ripartendo per un quadriennio che arriverà fino a Tokyo 2020 ed è importante creare una community che possa diventare, entro breve tempo, sempre più ampia – sono queste le parole con le quali il Consigliere Mario Luigi Italiano, con delega al Para-Rowing, ha salutato il gruppo di atleti in raduno a Piedilco per il primo collegiale. Italiano ha poi aggiunto: "Mi adopererò da subito per agevolare il vostro lavoro e per consentire a tutti gli atleti che, di volta in volta, verranno convocati, di potersi preparare al meglio”. Un raduno che da domani, dopo l’allenamento del mattino, si sposterà a Sabaudia per continuare gli allenamenti con gli atleti che domenica gareggeranno nella regionale aperta. Saranno in gara, quindi, i due singoli AS femminile di Anila Hoxha (Cus Torino) e maschile di Sergio Emilio Bartolini (SC Ravenna).


In gara anche il due senza con a bordo i due atleti LTA Tommaso Schettino e Luca Agoletto (CC Aniene) che, in questa occasione, gareggeranno in una imbarcazione olimpica. In questi giorni a Piediluco il Capo Allenatore Giovanni Santaniello, insieme al collaboratore Pierangelo Ariberti, hanno avuto modo di iniziare a comprendere lo stato della preparazione degli atleti convocati. Tra quelli che ancora non sono perfettamente in forma c’è Fabrizio Caselli (SC Firenze), che dovrà sottoporsi ad un intervento per un problema alla spalla destra, e Eleonora De Paolis che, seppur non convocata, dovrebbe rientrare in squadra nelle prossime settimane. Tra le new entry anche Fabrizio Tata (SC Telimar), atleta agonista degli anni ’90 che, dopo un incidente motociclistico, ha acquisito una disabilità e da poco si è riavvicinato al canottaggio nella categoria LTA del Para-Rowing.

La Galleria Foto

LEGENDA PARA-ROWING
LTA (LEGS–TRUNK–ARMS): l’atleta utilizza tutto il corpo: gambe, tronco e braccia. Appartengono a questa categoria atleti ed atlete non vedenti, amputati ad un arto o con altre minime disabilità fisiche.
TA (TRUNK–ARMS): l’atleta utilizza solo il tronco e le braccia. Appartengono a questa categoria gli atleti e le atlete che non hanno l’uso delle gambe o gli amputati a tutti e due gli arti inferiori
AS (ARMS-SHOULDERS):
l’atleta utilizza solo le braccia e le spalle. Appartengono a questa categoria tutti gli atleti e le atlete che hanno subito lesioni alla colonna vertebrale e compromesso l’uso delle gambe e del tronco.

Partners FIC

canottaggio.org
Testata giornalistica registrata al Tribunale di Roma in data 12 giugno 2007 al n. 234
Direttore responsabile:
Claudio Tranquilli
Contatti: Tel. +39.3666879879 - e-mail:
ufficiostampa@canottaggio.org
Redazione: Luigi Mancini - Niccolò Bagnoli
Webmaster: Enrico Bozzello

Facebook - Twitter - Instagram - YouTube

Federazione Italiana Canottaggio - V.le Tiziano, 74 - 00196 ROMA
P.Iva 01382091005 - C.F. 05267450582

Salvo accordi scritti, le collaborazioni a www.canottaggio.org sono da considerarsi del tutto gratuite e non retribuite. La Direzione si riserva il diritto di modificare la titolazione degli articoli e di fare gli opportuni tagli redazionali al materiale pervenuto dando a questo l'impostazione grafica ritenuta più opportuna. Gli articoli firmati esprimono le opinioni degli autori e non hanno riferimento con gli orientamenti ufficiali. Tutto il materiale inviato, anche se non pubblicato, non sarà  restituito.
E' autorizzata la riproduzione, anche parziale, sempreché venga citata la fonte
www.canottaggio.org e/o i vari credit fotografici dei collaboratori della testata.