Il commento del Direttore Tecnico Giuseppe La Mura al termine
 delle Paralimpiadi


RIO DE JANEIRO, 12 settembre 2016 - "La squadra del settore Para-Rowing è partita per Rio con la consapevolezza di tutti che non era favorita dal pronostico. Tuttavia si sperava che si potessero ribaltare le non ottimistiche previsioni e che si potesse raggiungere almeno l'obiettivo della finale. Tutti e tre gli equipaggi hanno tentato di riuscirci, battendosi con coraggio, determinazione e generosità. Hanno dimostrato di aver raggiunto una buona preparazione e di essere in grado di coprire la distanza di gara senza cedimenti ed in maniera ineccepibile. Il risultato non è stato in linea con questi aspetti positivi del loro comportamento perché la loro potenza fisica di base era inferiore a quella degli avversari. Tutti gli equipaggi, compreso il quattro con LTA, che dopo giugno pensavamo di non poter affatto schierare a Rio, hanno fatto enormi progressi tecnici e fisiologici. Progressi che non sono stati sufficienti ad ottenere piazzamenti migliori, probabilmente perché il punto di partenza era troppo più basso di quello degli altri concorrenti. Fermo restando che lo sport paralimpico ha finalità soprattutto inclusive, piuttosto che selettive, per dare maggiore entusiasmo al settore e per coinvolgere un numero maggiore di persone, sarà importante, per il futuro, migliorare gli aspetti attrattivi dell'attività paralimpica e, nello stesso tempo, coinvolgere in essa più ampi settori del mondo assistenziale e volontaristico. Un movimento allargato innescherà sinergie in grado di migliorare anche il vertice agonistico. De Coubertin, infatti, affermava che per avere cento persone che si dedicano alla cultura fisica è necessario che cinquanta facciano sport. Per avere questi cinquanta sportivi ce ne vogliono almeno venti che pratichino lo sport in maniera specializzata. E' impossibile che si abbiano questi venti, se non vi sono almeno cinque che siano capaci di grandi prodezze (compiendo imprese sportive capaci di suscitare ammirazione e di spingere all'emulazione). I risultati dei nostri tre equipaggi a Rio, visti nel contesto in cui sono stati ottenuti, debbono essere considerati positivi, soprattutto perché i nostri atleti e le nostre atlete si sono battuti con la determinazione e la generosità di chi ha un cuore grande ed una mente eccezionale. Quindi degni di ammirazione e da portare ad esempio di impareggiabile comportamento: Essi non hanno esitato a dimenticare i loro limiti fisici per mettersi in gioco, accettando una sfida difficile che ha richiesto grande motivazione, spirito di sacrificio e l'ottimismo di chi insegue un sogno, con la consapevolezza che, anche se non realizzasse il sogno, avrebbe comunque raggiunto il grandissimo risultato di aver dimostrato a sé stessi ed agli altri che conta chi siamo e non in quale corpo siamo ospitati. Nei giorni che li ho seguiti il loro grande entusiasmo e la loro impareggiabile attenzione ai compiti mi ha fatto sempre sentire orgoglioso di averli nella Squadra Nazionale".

 

Prossime Regate

  • BRISBANE - 12-19/10/2019
    INAS Global Games
    RISULTATI e START LIST
  • SANREMO - 19/10/2019
    Campionato del Mediterraneo Coastal Rowing - Tappa di Sanremo
    Regolamento EuroMed2019
    Classifica EuroMed dopo 10 tappe
    Campionato Mediterraneo Planimetria
    Partenze regata Riviera dei Fiori
    Partenze regata "Via le Mani"
  • BARDOLINO - 19/10/2019
    Regata Internazionale Esagonale Giovanile
    RISULTATI GARE
  • ROMA - 19-20/10/2019
    Campionato Italiano Sprint
  • TORINO - 19-20/10/2019
    Regata Nazionale Promozionale Para Rowing - Trofeo "Rowing for Tokyo 2020"
  • EUPILIO - 19-20/10/2019
    T.E.R.A.
    RISULTATI FINALI Domenica
    RISULTATI FINALI Sabato
  • NARO - 20/10/2019
    Campionato Regionale di Fondo
  • BOSA - 20/10/2019
    Regata Regionale Sprint Trofeo Laria SLITTATA DAL 13/10 AL 20/10
  • BARDOLINO - 20/10/2019
    Regata Regionale Valida Montù e d'Aloja
    RISULTATI GARE
  • SANREMO - 20/10/2019
    XVI Traversata Remiera Sanremo-Montecarlo Coastal Race (Regata Internazionale)
    Partenze regata CoastalRace

Partners FIC

canottaggio.org
Testata giornalistica registrata al Tribunale di Roma in data 12 giugno 2007 al n. 234
Direttore responsabile:
Claudio Tranquilli
Contatti: Tel. +39.3666879879 - e-mail:
ufficiostampa@canottaggio.org
Redazione: Luigi Mancini - Niccolò Bagnoli
Webmaster: Enrico Bozzello

Facebook - Twitter - Instagram - YouTube - Linkedin - Telegram

Federazione Italiana Canottaggio - V.le Tiziano, 74 - 00196 ROMA
P.Iva 01382091005 - C.F. 05267450582

Salvo accordi scritti, le collaborazioni a www.canottaggio.org sono da considerarsi del tutto gratuite e non retribuite. La Direzione si riserva il diritto di modificare la titolazione degli articoli e di fare gli opportuni tagli redazionali al materiale pervenuto dando a questo l'impostazione grafica ritenuta più opportuna. Gli articoli firmati esprimono le opinioni degli autori e non hanno riferimento con gli orientamenti ufficiali. Tutto il materiale inviato, anche se non pubblicato, non sarà  restituito.
E' autorizzata la riproduzione, anche parziale, sempreché venga citata la fonte
www.canottaggio.org e/o i vari credit fotografici dei collaboratori della testata.