Gli atleti piemontesi ai Mondiali di Rotterdam


TORINO, 31 agosto 2016 - Si sono conclusi domenica a Rotterdam i Campionati Mondiali riservati alle categorie Senior e Pesi Leggeri (limitatamente alle specialità non olimpiche), Junior e Under 23.
La squadra azzurra ha dimostrato di essere una protagonista assoluta nel panorama remiero internazionale: 16 le medaglie conquistate complessivamente, di cui 5 ori, 4 argenti e 7 bronzi. In particolar modo il bottino della nazionale junior è stato impressionante: 3 ori, un argento e 3 bronzi che hanno posizionato l’Italia al primo posto nel medagliere di categoria.
Ben 12 atleti piemontesi hanno gareggiato sulle acque del Willem-Alexander Baan contribuendo in maniera determinante agli ottimi risultati conseguiti dalla Nazionale. I canottieri, tutti torinesi, hanno centrato 8 volte la finale A e sono saliti sul podio quattro volte fregiandosi di un oro, due argenti ed un bronzo.

Partendo dalla categoria U23, Alberto di Seyssel, neo-poliziotto e socio della canottieri Armida, ha conquistato la medaglia d’oro a bordo del quattro senza pesi leggeri assieme a Stefano Oppo (Forestale), Paolo di Girolamo(Forestale) e Piero Sfilogoi (Saturnia). Nella finale il quartetto azzurro ha compiuto un vero capolavoro, recuperando i 2’54” di distacco dalla barca tedesca e volando verso l’oro negli ultimi 500 metri in un rush finale al cardiopalma.
Rispetto al bronzo dell’anno passato, il doppio pesi leggeri di Lorenzo Galano (Esperia) è salito di un gradino superiore del podio. In coppia con Antonio Vicino(CRV Italia), il capovoga torinese ha dovuto arrendersi soltanto alla Spagna, conquistando una medaglia d’argento che fa ben sperare per l’anno prossimo nel quale i due atleti, classe ’95, potranno nuovamente tentare l’impresa.
E’ sfumato per pochi secondi il sogno di una medaglia di Federico Gherzi (Esperia) impegnato nella specialità del singolo pesi leggeri. Il suo mondiale si è concluso con il quarto posto così come quello di Kiri English-Hawke (CUS Torino), prodiere del quattro di coppia femminile.
L’accesso alla finale A è mancato al due senza pesi leggeri interamente targato Cerea e formato da Pietro Cappelli ed Emanuele Giacosa (poi primi classificati in finale B) e al loro compagno di squadra, Luca Lovisolo, secondo carrello del quattro senza (2° in finale B).

Tra gli Junior, nel ricco novero dei successi del settore femminile (ben cinque medaglie di cui due ori) rientra la medaglia d’argento di Benedetta Faravelli (Esperia) nel quattro senza Junior. In una gara condotta sin dall’inizio dalla Germania, le atlete azzurre hanno insidiato fino agli ultimi colpi la vittoria tedesca, tagliando il traguardo con meno di un secondo di svantaggio.
Di bronzo, invece, è la medaglia portata a casa dall’otto junior femminile, capace di arrivare davanti ad equipaggi del calibro di Bielorussia, USA e Romania. Ai numeri 3 e 6 sedevano Letizia Tontodonati e Khadija Alaidi, entrambe tesserate CUS Torino.
L’otto junior maschile, sul quale ha gareggiato Leonardo Radice Karoschitz (Cerea), ha chiuso il proprio mondiale al quinto posto mentre la sfortuna ha colpito Edoardo Lanzavecchia (Armida)ed i suoi soci del quattro senza: dopo una seconda metà di gara di grande audacia che stava lanciando l’ equipaggio verso la medaglia d’argento, negli ultimi 50 metri un filaremo ha fermato la corsa della barca azzurra, costringendo il quartetto a tagliare il traguardo in sesta posizione ed a rinunciare alla meritata medaglia.

Infine, per quanto riguardo il settore non olimpico, Giorgio Tuccinardi (Forestale), dopo l’esperienza di Rio vissuta come riserva, ha gareggiato nel due senza pesi leggeri. Dopo aver mancato l’accesso alla finale A, la barca italiana ha concluso la finale B in quinta posizione. Dopo un’intensa estate di allenamenti, per alcuni dei nostri atleti è l’ora di un’agognata vacanza. Per altri la stagione prosegue a Poznan(Polonia) dove dal 2 al 4 settembre si svolgeranno i Campionati Mondiali Universitari. Cinque gli atleti piemontesi convocati: Kiri English-Hawke (CUS Torino), Luca Lovisolo (Cerea), Federico Gherzi (Esperia), Pietro Cappelli (Cerea) ed Emanuele Giacosa (Cerea).


ANDREA CANATA
Ufficio Stampa FIC Piemonte

 
   

Prossime Regate

  • SANREMO - 26/09/2020
    Campionato del Mediterraneo di Coastal Rowing Regata su 6km. ANNULLATA
  • CANDIA CANAVESE - 26/09/2020
    Regata Regionale aperta Valida d'Aloja ANNULLATA E VIENE RECUPERATA il 27/09/2020
  • NARO - 26/09/2020
    Regata Regionale Valida Montu e d'Aloja ANNULLATA
  • BELGRADO - 26-27/09/2020
    European Rowing Junior Championships
  • SAN GIORGIO DI NOGARO - 26-27/09/2020
    Regata Regionale aperta valida Montu e d'Aloja
  • SANREMO - 27/09/2020
    Campionato del Mediterraneo di Coastal Rowing Regata Beach sprint su 500 mt. ANNULLATA
  • CHIUSI - 27/09/2020
    Regata Regionale aperta valida Montu e d'Aloja (Campionato Toscano)
  • CANDIA CANAVESE - 27/09/2020
    Regata Regionale aperta Valida Montu e d'Aloja
  • GAVIRATE - 27/09/2020
    Regata Regionale chiusa Valida Montù
  • SORRADILE - 27/09/2020
    Regata Regionale Valida Montù e d'Aloja ANNULLATA
  • NARO - 27/09/2020
    Regata Regionale valida Montu e d'Aloja (Campionato siciliano) ANNULLATA RINVIATA A 10/10 C/O PARTINICO-POMA
  • NAPOLI - 27/09/2020
    Regata Regionale valida Montu e d'Aloja

Partners FIC

canottaggio.org
Testata giornalistica registrata al Tribunale di Roma in data 12 giugno 2007 al n. 234
Direttore responsabile:
Claudio Tranquilli
Contatti: Tel. +39.3666879879 - e-mail:
ufficiostampa@canottaggio.org
Redazione: Luigi Mancini - Niccolò Bagnoli
Webmaster: Enrico Bozzello

Facebook - Twitter - Instagram - YouTube - Linkedin - Telegram

Federazione Italiana Canottaggio - V.le Tiziano, 74 - 00196 ROMA
P.Iva 01382091005 - C.F. 05267450582

Salvo accordi scritti, le collaborazioni a www.canottaggio.org sono da considerarsi del tutto gratuite e non retribuite. La Direzione si riserva il diritto di modificare la titolazione degli articoli e di fare gli opportuni tagli redazionali al materiale pervenuto dando a questo l'impostazione grafica ritenuta più opportuna. Gli articoli firmati esprimono le opinioni degli autori e non hanno riferimento con gli orientamenti ufficiali. Tutto il materiale inviato, anche se non pubblicato, non sarà  restituito.
E' autorizzata la riproduzione, anche parziale, sempreché venga citata la fonte
www.canottaggio.org e/o i vari credit fotografici dei collaboratori della testata.