Il quattro senza junior, sesto ma non sconfitto


ROTTERDAM, 28 agosto 2016 - “Ci è rimasto un remo sotto, e ci siamo fermati. E’ andata così”. Gli occhi gonfi di lacrime, gli abbracci dei compagni e degli allenatori che cercano di rendere più dolce un epilogo inconsolabile. Edoardo Benini (VVF Tomei) assieme a Raffaele Serio (RYCC Savoia), Matteo Della Valle (SC Elpis) e Edoardo Lanzavecchia (SC Armida) ha accarezzato la medaglia di bronzo nel quattro senza ai Mondiali Junior di Rotterdam, sfumata in favore della Germania a 50 metri dal traguardo, quando un filaremo occorso a causa del vento tremendo che spazzava in quel momento il Willem-Alexander Baan ha frenato la corsa al podio della barca azzurra, che ha poi chiuso la finale in sesta posizione. Una finale che l’Italia aveva condotto fino a quel momento con sagacia tattica, lasciando sfogare le favorite per poi iniziare poco dopo la metà gara un recupero che l’aveva portata in terza posizione prima del rush finale a ridosso della Gran Bretagna seconda, mentre la Romania si involava indisturbata verso il titolo mondiale. Poi, ai 1950 metri, quando gli azzurri stavano completando la rimonta anche sugli inglesi, il pesce, il filaremo incubo di ogni canottiere, che si materializza nel momento peggiore possibile, lasciando all’Italia solo le lacrime. Un incidente di percorso che nel canottaggio esiste e con il quale ogni nazione, periodicamente, è costretta a fare i conti in una gara cruciale. Il filaremo dà, il filaremo toglie, e la riprova la dà proprio il Mondiale Junior di Rotterdam: la Germania, vinto il bronzo nel quattro senza grazie al pesce preso dall’Italia, pochi minuti dopo saluta la chance di titolo mondiale nel quattro di coppia femminile, dove le tedesche, passata la metà gara e in testa sulla Cina, dicono addio al sogno iridato per lo stesso motivo. Un avvenimento che non consola gli azzurri, che si vedevano già con il bronzo al collo. “Questo bronzo non lo abbiamo perso” ripete Benini, “non abbiamo la medaglia al collo, ma non lo abbiamo perso, non siamo stati sconfitti”. Sacrosanta verità e punto di ripartenza per lui, Serio, Della Valle e Lanzavecchia, chiamati adesso a rialzarsi per andare in futuro a riprendersi ciò che gli spettava oggi a Rotterdam.


 
La sequenza del filaremo del quattro senza azzurro

 




 

Prossime Regate

  • SANREMO - 26/09/2020
    Campionato del Mediterraneo di Coastal Rowing Regata su 6km. ANNULLATA
  • CANDIA CANAVESE - 26/09/2020
    Regata Regionale aperta Valida d'Aloja ANNULLATA E VIENE RECUPERATA il 27/09/2020
  • NARO - 26/09/2020
    Regata Regionale Valida Montu e d'Aloja ANNULLATA
  • BELGRADO - 26-27/09/2020
    European Rowing Junior Championships
  • SAN GIORGIO DI NOGARO - 26-27/09/2020
    Regata Regionale aperta valida Montu e d'Aloja
  • SANREMO - 27/09/2020
    Campionato del Mediterraneo di Coastal Rowing Regata Beach sprint su 500 mt. ANNULLATA
  • CHIUSI - 27/09/2020
    Regata Regionale aperta valida Montu e d'Aloja (Campionato Toscano)
  • CANDIA CANAVESE - 27/09/2020
    Regata Regionale aperta Valida Montu e d'Aloja
  • GAVIRATE - 27/09/2020
    Regata Regionale chiusa Valida Montù
  • SORRADILE - 27/09/2020
    Regata Regionale Valida Montù e d'Aloja ANNULLATA
  • NARO - 27/09/2020
    Regata Regionale valida Montu e d'Aloja (Campionato siciliano) ANNULLATA RINVIATA A 10/10 C/O PARTINICO-POMA
  • NAPOLI - 27/09/2020
    Regata Regionale valida Montu e d'Aloja

Partners FIC

canottaggio.org
Testata giornalistica registrata al Tribunale di Roma in data 12 giugno 2007 al n. 234
Direttore responsabile:
Claudio Tranquilli
Contatti: Tel. +39.3666879879 - e-mail:
ufficiostampa@canottaggio.org
Redazione: Luigi Mancini - Niccolò Bagnoli
Webmaster: Enrico Bozzello

Facebook - Twitter - Instagram - YouTube - Linkedin - Telegram

Federazione Italiana Canottaggio - V.le Tiziano, 74 - 00196 ROMA
P.Iva 01382091005 - C.F. 05267450582

Salvo accordi scritti, le collaborazioni a www.canottaggio.org sono da considerarsi del tutto gratuite e non retribuite. La Direzione si riserva il diritto di modificare la titolazione degli articoli e di fare gli opportuni tagli redazionali al materiale pervenuto dando a questo l'impostazione grafica ritenuta più opportuna. Gli articoli firmati esprimono le opinioni degli autori e non hanno riferimento con gli orientamenti ufficiali. Tutto il materiale inviato, anche se non pubblicato, non sarà  restituito.
E' autorizzata la riproduzione, anche parziale, sempreché venga citata la fonte
www.canottaggio.org e/o i vari credit fotografici dei collaboratori della testata.