Rotterdam. Risultati e resoconti FINALI B Under 23


ROTTERDAM, 25 agosto 2016 -

FINALI B

QUATTRO SENZA MASCHILE UNDER 23
Partenza lenta degli azzurri nella finale B del quattro senza Under 23, con Gerosa, Lovisolo, Laino e Garibaldi quinti al primo intertempo, dove il Canada vola in testa mentre davanti all’Italia vanno a braccetto, in meno di un decimo, Croazia, Argentina e Repubblica Ceca. Dalla parte opposta del campo di gara rispetto alla corsia azzurra, la Russia preme e così cercano la reazione i protagonisti del quattro senza italiano, che a metà gara hanno risucchiato l’armo croato, puntando al terzo posto occupato dai cechi. Continua la marcia trionfale dei canadesi, in testa anche ai 1500 sugli argentini mentre l’Italia si avvicina ulteriormente alla Croazia, passata pochi metri dopo il penultimo rilevamento cronometrico. In chiusura la barca azzurra dà il massimo per rientrare sui primi e schianta la resistenza dell’Argentina, giungendo seconda alle spalle del Canada e classificandosi ottava in questo Mondiale Under 23. 1. Canada 6.06.04, 2. Italia Federico Garibaldi (SC Elpis), Alessandro Laino (Marina Militare), Luca Lovisolo (RCC Cerea), Davide Gerosa (SC Lario) 6.08.89, 3. Argentina 6.09.39, 4. Repubblica Ceca 6.10.94, 5. Croazia 6.13.92, 6. Russia 6.14.26

DUE SENZA PESI LEGGERI

Buona uscita dai blocchi di partenza per Giacosa e Cappelli che dimostrano subito di volere più degli altri questa vittoria nella finale B del due senza Pesi Leggeri Under 23, passando già in testa ai 500 metri con quasi due secondi sui tedeschi secondi, e mezzo secondo in più sulla Danimarca terza. Cede la Germania nel secondo quarto di gara ma proprio di fianco agli azzurri cresce l’equipaggio del Canada, che si mette in seconda posizione a metà gara posizionando Giacosa e Cappelli nel proprio mirino. La pressione canadese stimola l’azione azzurra che incrementa in acqua passando ai 1500 metri con maggior vantaggio sui canadesi mentre cerca di non mollare anche la Danimarca. In chiusura il Canada tenta disperatamente il recupero sull’Italia ma i due azzurri non cedono e vincono la finalina della loro specialità con poco più di un secondo mentre i tedeschi sono terzi dopo un buon recupero sui danesi. 1. Italia Emanuele Giacosa, Pietro Cappelli (RCC Cerea) 6.41.66, 2. Canada 6.42.87, 3. Germania 6.44.45, 4. Danimarca 6.44.77, 5. Ungheria 6.49.30, 6. Giappone 6.50.94

DOPPIO MASCHILE UNDER 23

Partenza sprint del Messico nella finale B del doppio Under 23, dove Mancini e Cziraki sono in corsia cinque e che transitano al quarto posto al primo rilevamento mentre davanti a loro i messicano conducono su Polonia e Indonesia. Passato lo sfogo del Messico sono i polacchi a prendere il comando della corsa mentre l’Indonesia a metà gara mantiene la terza piazza con l’Italia quinta, superata dalla Lituania che però è avanti di neanche mezzo secondo. Aumenta il passo il doppio azzurro, 39 colpi per Mancini e Cziraki che con un grande terzo quarto arrivano ai 1500 secondi rimangiando lituani, indonesiani e polacchi e lanciandosi all’assalto del Messico, tornato in testa. Sprint incessante quello dell’Italia che vuole provare a prendersi il successo in questa finale B del doppio ma l’armo messicano tiene in chiusura e vince per un secondo sugli azzurri, seguiti da Polonia, Lituania, Indonesia e Repubblica Ceca. 1. Messico 6.24.57, 2. Italia Gergo Cziraki (SC Ravenna), Jacopo Mancini (Tevere Remo) 6.25.65, 3. Polonia 6.28.49, 4. Lituania 6.29.18, 5. Indonesia 6.30.81, 6. Repubblica Ceca 6.34.05

SINGOLO FEMMINILE PESI LEGGERI
Federica Pala in acqua 6 per la finalina del singolo leggero femminile Under 23, comandato al primo rilevamento dalla rumena Asoltanei sulla giapponese Takashima e la tedesca Werner. Sempre in quarta posizione la singolista azzurra che a metà gara paga sei secondi e poco più dalla Germania battistrada mentre alle sue spalle provano a inserirsi la spagnola Barrios e la statunitense Betuel. Ben prima dei 1500 metri sembra ormai inarrivabile la Romania, dominatrice di questa finale B, con Pala che cresce però alle spalle delle prime due sopravanzando il Giappone e divenendo terza prima del serrate. Negli ultimi 500 metri non cambia niente nelle prime tre posizioni, ben definite: Italia terza, nona assoluta, nel singolo leggero Under 23 femminile alle spalle di Romania e Germania e con alle sue spalle Stati Uniti, Giappone e Spagna. 1. Romania 7.44.79, 2. Germania 7.52.97, 3. Italia Federica Pala (CLT Terni) 7.55.24, 4. USA 7.56.92, 5. Giappone 7.57.84, 6. Spagna 8.06.94

 

Prossime Regate

  • SANREMO - 26/09/2020
    Campionato del Mediterraneo di Coastal Rowing Regata su 6km. ANNULLATA
  • CANDIA CANAVESE - 26/09/2020
    Regata Regionale aperta Valida d'Aloja ANNULLATA E VIENE RECUPERATA il 27/09/2020
  • NARO - 26/09/2020
    Regata Regionale Valida Montu e d'Aloja ANNULLATA
  • BELGRADO - 26-27/09/2020
    European Rowing Junior Championships
  • SAN GIORGIO DI NOGARO - 26-27/09/2020
    Regata Regionale aperta valida Montu e d'Aloja
  • SANREMO - 27/09/2020
    Campionato del Mediterraneo di Coastal Rowing Regata Beach sprint su 500 mt. ANNULLATA
  • CHIUSI - 27/09/2020
    Regata Regionale aperta valida Montu e d'Aloja (Campionato Toscano)
  • CANDIA CANAVESE - 27/09/2020
    Regata Regionale aperta Valida Montu e d'Aloja
  • GAVIRATE - 27/09/2020
    Regata Regionale chiusa Valida Montù
  • SORRADILE - 27/09/2020
    Regata Regionale Valida Montù e d'Aloja ANNULLATA
  • NARO - 27/09/2020
    Regata Regionale valida Montu e d'Aloja (Campionato siciliano) ANNULLATA RINVIATA A 10/10 C/O PARTINICO-POMA
  • NAPOLI - 27/09/2020
    Regata Regionale valida Montu e d'Aloja

Partners FIC

canottaggio.org
Testata giornalistica registrata al Tribunale di Roma in data 12 giugno 2007 al n. 234
Direttore responsabile:
Claudio Tranquilli
Contatti: Tel. +39.3666879879 - e-mail:
ufficiostampa@canottaggio.org
Redazione: Luigi Mancini - Niccolò Bagnoli
Webmaster: Enrico Bozzello

Facebook - Twitter - Instagram - YouTube - Linkedin - Telegram

Federazione Italiana Canottaggio - V.le Tiziano, 74 - 00196 ROMA
P.Iva 01382091005 - C.F. 05267450582

Salvo accordi scritti, le collaborazioni a www.canottaggio.org sono da considerarsi del tutto gratuite e non retribuite. La Direzione si riserva il diritto di modificare la titolazione degli articoli e di fare gli opportuni tagli redazionali al materiale pervenuto dando a questo l'impostazione grafica ritenuta più opportuna. Gli articoli firmati esprimono le opinioni degli autori e non hanno riferimento con gli orientamenti ufficiali. Tutto il materiale inviato, anche se non pubblicato, non sarà  restituito.
E' autorizzata la riproduzione, anche parziale, sempreché venga citata la fonte
www.canottaggio.org e/o i vari credit fotografici dei collaboratori della testata.