Senior e Pesi Leggeri non olimpici: Risultati e resoconti SEMIFINALI


ROTTERDAM, 25 agosto 2016 -


DUE SENZA PESI LEGGERI
Prima semifinale – i primi tre in finale gli altri in finale B
: 1. Gran Bretagna 6.29.63, 2. Danimarca 6.30.12, 3. Cina 6.32.81, 4. Giappone 6.33.38, 5. Germania 6.36.39, 6. Russia 6.38.24
Seconda semifinale – i primi tre in finale gli altri in finale B: Il Brasile schizza fuori dai blocchi di partenza del due senza leggero, con l’Italia che immediatamente lo riagguanti, prima che la Francia si metta alla guida del gruppo. Transalpini in testa ai 500 metri, già due i secondi sull’Irlanda terza mentre Tedesco e Tuccinardi sono terzi ex aequo con gli Stati Uniti. Gli americani provano a scrollarsi di dosso la scomoda compagnia degli azzurri che però non ci stanno a salutare il gruppo e ai 1000 sono quinti ma ad appena mezzo secondo dal Brasile terzo. Terzo quarto di accelerazione per gli Stati Uniti che passano dal quarto al terzo posto ai 1500 metri con l’Italia attardata in quinta posizione a due secondi dal pass per la finale. In chiusura la Francia conferma la propria leadership andando a vincere su Irlanda e Stati Uniti. A seguire il Brasile mentre l’Italia chiude quinta, davanti alla Spagna, e va in finale B. 1. Francia 6.30.56, 2. Irlanda 6.32.18, 3. USA 6.33.19, 4. Brasile 6.35.07, 5. Italia Lorenzo Tedesco (CC Saturnia), Giorgio Tuccinardi (Forestale) 6.37.34, 6. Spagna 6.40.82

SINGOLO PESI LEGGERI
Prima semifinale – i primi tre in finale gli altri in finale B: Partenza rapida di Mulas, subito secondo in acqua 1 e che conferma il proprio piazzamento ai 500, dove è secondo alle spalle dello sloveno Hrvat, avanti di poco meno di un secondo. Dalle retrovie escono però lo svizzero Zehnder e il tedesco Steinhuebel su tutti, mentre Mulas ai 1000 scivola sesto alle spalle anche dell’irlandese O’Donovan e dello spagnolo Gomez-feria. Il divario tra il singolista leggero azzurro e Slovenia, Irlanda e Germania cresce nel terzo quarto e ai 1500 si attesta sugli otto secondi. Lo sprint finale decreta l’accesso alla finalissima di Irlanda, Slovenia e Germania, che beffa la Spagna per l’ultimo posto utile, mentre l’Italia termina sesta alle spalle della Svizzera e chiude in finale B. 1. Irlanda 6.51.71, 2. Slovenia 6.52.31, 3. Germania 6.52.32, 4. Spagna 6.53.21, 5. Svizzera 6.59.42, 6. Italia Matteo Mulas (CLT Terni) 7.17.33
Seconda semifinale – i primi tre in finale gli altri in finale B: 1. Repubblica Slovacca 6.52.50, 2. Ungheria 6.53.12, 3. Serbia 6.54.15, 4. Croazia 6.57.96, 5. USA 7.02.61, 6.Giappone 7.06.16

DUE CON
Prima semifinale – i primi tre in finale gli altri in finale B: Paonessa, Capelli e il timoniere Riva a caccia della finale nel due con Senior, partendo dall’acqua 4, di fianco all’armo ucraino che ai 500 metri passa in testa davanti agli Stati Uniti, con gli azzurri terzi a meno di due secondi dalla prima piazza. L’Ucraina sembra accusare meno degli avversari la pesantezza dell’imbarcazione, così come gli americani e infatti sono loro due ad andarsene ai 1000 metri, dove il due con azzurro è sempre terzo ma tallonato a soli otto centesimi dalla Gran Bretagna. Gli Stati Uniti passano in testa dopo la metà gara, mentre gli ucraini iniziano a perdere lo smalto iniziale, tant’è che ai 1500 metri gli inglesi sono secondi ma gli azzurri sono sempre terzi, con tre decimi di vantaggio sull’Ucraina. A meno di 300 metri dall’arrivo sembrano riemergere gli ucraini così come i cechi in prima corsia, ma la reazione di Capelli e Paonessa, incitati da Riva è la migliore che ci si potesse attendere in una gara da dentro o fuori: il passo di Capelli sale a 38 colpi e non accenna a calare fino al traguardo, dove dietro alla Gran Bretagna, che beffa gli States per soli 12 centesimi prendendosi la vittoria, passa la pallina azzurra che solo nell’ultima frazione guadagna tre secondi sui diretti concorrenti, meritandosi la finalissima e lasciando fuori cechi, rumeni e turchi. 1. Gran Bretagna 6.54.58, 2. USA 6.54.70, 3. Italia Mario Paonessa (Fiamme Gialle), Vincenzo Maria Capelli (CC Aniene), tim. Andrea Riva (Cus Pavia) 6.56.59, 4. Repubblica Ceca 6.59.62, 5. Ucraina 6.59.92, 6. Turchia 7.03.69
Seconda semifinale – i primi tre in finale gli altri in finale B: 1. Canada 6.55.24, 2. Olanda 6.55.91, 3. Spagna 6.56.64, 4. Bielorussia 6.59.43, 5. Francia 7.01.68, 6. Germania 7.08.20

 

Prossime Regate

  • SHENZHEN - 25-27/10/2019
    World Rowing Beach Sprint Finals CM1x e CW1x
  • VARESE - 26/10/2019
    Regata Insubria Rowing Cup
  • VARESE - 27/10/2019
    1^ tappa - Campionato Italiano di Gran Fondo e Regata Nazionale di Gran Fondo 4x e 8+
    Statistica Equipaggi gara

Partners FIC

canottaggio.org
Testata giornalistica registrata al Tribunale di Roma in data 12 giugno 2007 al n. 234
Direttore responsabile:
Claudio Tranquilli
Contatti: Tel. +39.3666879879 - e-mail:
ufficiostampa@canottaggio.org
Redazione: Luigi Mancini - Niccolò Bagnoli
Webmaster: Enrico Bozzello

Facebook - Twitter - Instagram - YouTube - Linkedin - Telegram

Federazione Italiana Canottaggio - V.le Tiziano, 74 - 00196 ROMA
P.Iva 01382091005 - C.F. 05267450582

Salvo accordi scritti, le collaborazioni a www.canottaggio.org sono da considerarsi del tutto gratuite e non retribuite. La Direzione si riserva il diritto di modificare la titolazione degli articoli e di fare gli opportuni tagli redazionali al materiale pervenuto dando a questo l'impostazione grafica ritenuta più opportuna. Gli articoli firmati esprimono le opinioni degli autori e non hanno riferimento con gli orientamenti ufficiali. Tutto il materiale inviato, anche se non pubblicato, non sarà  restituito.
E' autorizzata la riproduzione, anche parziale, sempreché venga citata la fonte
www.canottaggio.org e/o i vari credit fotografici dei collaboratori della testata.