Un doppio di garanzia per due uomini temerari


RIO DE JANEIRO, 09 agosto 2016 - La presenza dei concorrenti di così altissimo livello nel doppio senior maschile potrebbe far tremare i polsi e non far reggere “la botta” ai deboli di cuore. Per Francesco Fossi e Romano Battisti, invece, è solo il momento in cui poter studiare l’avversario agguantando la finale e così è stato. Oggi si sono piazzati a ridosso della Lituania, vicecampione del mondo ad Aiguebelette 2015, che imbarca Mindaugas Griskonis, bronzo ai Mondiali 2015 in singolo, il quale si è unito al già rodato Saulius Ritter e col miglior tempo in batteria, dopo una rimonta durata 1500 metri. Niente di che, era solo il passaggio in finale, ma sempre secondi alle loro spalle sono arrivati. A fare il punto della gara Francesco Fossi che dichiara: “Abbiamo fatto la nostra gara senza ucciderci all’inizio e trovando il passo da portare fino alla fine. Ero fiducioso perché Romano (Battisti, ndr) ha fatto un ottimo lavoro e io dovevo stare solo dietro e seguire e questo ci ha permesso di rintuzzare gli attacchi della Francia che cercava di rientrare. Ora ci siamo tolti un bel peso e aspettiamo la finale perché sarà una gara a sé e noi siamo agguerriti più che mai”.

Alle spalle dell’Italia si è piazzata la Francia, con Boucheron e Androdias, che si è ben comportata in batteria piazzandosi seconda dietro ai fratelli Sinkovic, ma è sempre stata una barca che l’Italia ha tenuto in considerazione come fa sempre Romano Battisti che – dopo aver scoperto, visto la sua lentezza fuori della barca, che il bradipo è longevo – ci dice: ““Era la nostra gara. Abbiamo fatto la nostra gara e abbiamo fatto tutto quello che ci siamo detti. Quando Francesco mi ha chiesto che gara facciamo io gli ho detto 'partiamo per prendere la lunghezza della barca e una volta che l’abbiamo presa dobbiamo cercarla di portarla fino alla fine' e cosi è stato. Sapevamo dopo aver visto la prova del due senza senior che la velocità c’era perché abbiamo fatto con loro tutta la preparazione e quindi potevamo fare bene. Negli ultimi 500 metri abbiamo dato tutto e siamo passati in finale ora cercheremo di recuperare al meglio per presentarci alla finale al meglio degli altri e soprattutto al meglio della nostra forma migliore”.


  

Prossime Regate

  • SHENZHEN - 25-27/10/2019
    World Rowing Beach Sprint Finals CM1x e CW1x
  • VARESE - 26/10/2019
    Regata Insubria Rowing Cup
  • VARESE - 27/10/2019
    1^ tappa - Campionato Italiano di Gran Fondo e Regata Nazionale di Gran Fondo 4x e 8+
    Statistica Equipaggi gara

Partners FIC

canottaggio.org
Testata giornalistica registrata al Tribunale di Roma in data 12 giugno 2007 al n. 234
Direttore responsabile:
Claudio Tranquilli
Contatti: Tel. +39.3666879879 - e-mail:
ufficiostampa@canottaggio.org
Redazione: Luigi Mancini - Niccolò Bagnoli
Webmaster: Enrico Bozzello

Facebook - Twitter - Instagram - YouTube - Linkedin - Telegram

Federazione Italiana Canottaggio - V.le Tiziano, 74 - 00196 ROMA
P.Iva 01382091005 - C.F. 05267450582

Salvo accordi scritti, le collaborazioni a www.canottaggio.org sono da considerarsi del tutto gratuite e non retribuite. La Direzione si riserva il diritto di modificare la titolazione degli articoli e di fare gli opportuni tagli redazionali al materiale pervenuto dando a questo l'impostazione grafica ritenuta più opportuna. Gli articoli firmati esprimono le opinioni degli autori e non hanno riferimento con gli orientamenti ufficiali. Tutto il materiale inviato, anche se non pubblicato, non sarà  restituito.
E' autorizzata la riproduzione, anche parziale, sempreché venga citata la fonte
www.canottaggio.org e/o i vari credit fotografici dei collaboratori della testata.