Il bla bla nella “piazza web” di Rio de Janeiro 2016


RIO DE JANEIRO, 07 agosto 2016 - Su Twitter, la piattaforma social più gettonata in queste Olimpiadi, gli hashtag più popolari sono #olympics e #Rio2016 anche se, prima di arrivare ai Giochi, ma anche ora a Olimpiadi iniziate, il più usato è #roadtorio nel quale i fan fanno il tifo per i loro idoli. Altro hashtag molto usato sono #Russia, paese al centro delle polemiche sui controlli antidoping che hanno fatto rischiare a tutta la nazionale russa l’esclusione totale dai Giochi e, in diverse discipline come il canottaggio, l’esclusione parziale degli atleti qualificati. Un altro hashtag utilizzato è stato #rise che è la canzone di Katy Perry, inno ufficiale di questi Giochi Carioca. Tra i team, invece, quello che ha più discussioni aperte è la squadra degli USA con i seguenti hashtag: #onenationoneteam, #teamusa, #usabmnt. #roadtorio è utilizzato anche in abbinamento con la versione spagnola #umboario.

  

Partners FIC

canottaggio.org
Testata giornalistica registrata al Tribunale di Roma in data 12 giugno 2007 al n. 234
Direttore responsabile:
Claudio Tranquilli
Contatti: Tel. +39.3666879879 - e-mail:
ufficiostampa@canottaggio.org
Redazione: Luigi Mancini - Niccolò Bagnoli
Webmaster: Enrico Bozzello

Facebook - Twitter - Instagram - YouTube - Linkedin - Telegram

Federazione Italiana Canottaggio - V.le Tiziano, 74 - 00196 ROMA
P.Iva 01382091005 - C.F. 05267450582

Salvo accordi scritti, le collaborazioni a www.canottaggio.org sono da considerarsi del tutto gratuite e non retribuite. La Direzione si riserva il diritto di modificare la titolazione degli articoli e di fare gli opportuni tagli redazionali al materiale pervenuto dando a questo l'impostazione grafica ritenuta più opportuna. Gli articoli firmati esprimono le opinioni degli autori e non hanno riferimento con gli orientamenti ufficiali. Tutto il materiale inviato, anche se non pubblicato, non sarà  restituito.
E' autorizzata la riproduzione, anche parziale, sempreché venga citata la fonte
www.canottaggio.org e/o i vari credit fotografici dei collaboratori della testata.