6 medaglie per l’Italia agli Europei junior


TRAKAI, 10 luglio 2016 - Grand’Italia a Trakai, in Lituania, agli Europei junior dove tutti e dieci gli equipaggi azzurri prima raggiungono la finale, e poi conquistano sei medaglie: tre d’oro nel quattro senza maschile (Flego, Londi, Balboni, Sandrelli), nel quattro con (Amalfitano, Di Colandrea, Cascone, Benetti e Tassia al timone) e nel due senza femminile (Di Fonzo, Rocek); e tre di bronzo nel quattro di coppia maschile (Frigerio, Radice Karoschitz, Giarri, Gaione); nel quattro di coppia femminile (Monte, Pelacchi, Guerra, Bartalesi) e nel doppio maschile (Panizza, Caldonazzo). Un risultato che pone l’Italia al secondo posto nel medagliere per nazione subito dietro alla Germania. Oltre il cinquanta per cento della squadra, ventidue atleti, è riuscita a salire sul podio europeo che diventa, di fatto, il viatico migliore per affrontare i Campionati del Mondo di categoria in programma a Rotterdam dal 21 al 28 agosto.

Il primo titolo Europeo è arrivato dal due senza femminile formato da Caterina Di Fonzo e Aisha Rocek (SC Lario) le quali hanno prima lottato contro le avversarie per prendere la testa della gara, e poi sul finale, grazie ad un rush al cardiopalmo, hanno messo in fila, rispettivamente, Danimarca e Germania che non hanno potuto far nulla per fermare la cavalcata vincente delle due azzurre. La seconda medaglia d’oro è arrivata puntuale dal quattro con di Danilo Amalfitano (RYCC Savoia), Nunzio Di Colandrea (Ilva Bagnoli), Antonio Cascone (CN Stabia), Andrea Benetti (Marina Militare) e Francesco Tassia-timoniere (CRV Italia) che non ha lasciato spazi di manovra agli avversari. Sempre primi sin dalle palate iniziali, hanno condotto con estrema autorevolezza una splendida regata che gli è valso il titolo europeo.

La terza medaglia d’oro è stata vinta, invece, dal quattro senza maschile di Enrico Flego (CC Saturnia), Lapo Londi (SC Limite), Giovanni Balboni (Cus Ferrara) e Matteo Sandrelli (CC Aniene). Una formazione che, dopo la prima parte che li ha visti transitare in seconda posizione, è riuscita a dettare il ritmo di gara ed a mantenerlo fino al traguardo concludendo con circa una barca di vantaggio sulla Romania che ha costantemente cercato di strappare la prima posizione all’Italia. Le tre medaglie di bronzo, invece, sono arrivate, rispettivamente, dal doppio maschile, di Andrea Panizza (SC Elpis) e Marcello Caldonazzo (SC Baldesio), che dopo una prima parte sofferta ha ricuperato di posizione piombando in volata sul traguardo alle spalle di Germania, prima, e Ungheria, seconda; dal quattro di coppia femminile di Sara Monte (Pro Monopoli), Giorgia Pelacchi (SC Lario), Clara Guerra (Pro Monopoli) e Nicoletta Bartalesi (SC Varese) che, a metà gara, ha strappato la terza posizione alla barca ceca e l’ha mantenuta fino alla fine vincendo il bronzo.

L’ultima medaglia della giornata è arrivata, infine, dal quadruplo maschile di Jacopo Frigerio (SC Lario), Leonardo Radice Karoschitz (RCC Cerea), Emanuele Giarri (SC Arno) e Lorenzo Gaione (SC Elpis). Un equipaggio che, sin dall’inizio, è rimasto sempre ancorato alla terza posizione tentando di rosicchiare il distacco dalla Germania che si è dovuta contentare dell’argento dietro alla Repubblica Ceca. Oltre alle medaglie da sottolineare anche il comportamento degli altri quattro equipaggi azzurri che hanno lottato fino alla fine per risalire di posizione: il quarto posto dell’ammiraglia maschile (Elias Pescialli-US Bellagina, Giorgio Gesmundo-SC Elpis, Federico Dini-SC Firenze, Jacopo Bertone-Canottieri Gavirate, Luca Corazza-AC Monate, Edoardo Lanzavecchia-SC Armida, Matteo Della Valle-SC Elpis, Tiziano Prelazzi-CC Saturnia, Francesco Tassia-timoniere-CRV Italia) e le quinte posizioni del singolo femminile (Giovanna Schettino-CC Aniene), dell’otto femminile (Beatrice Millo-CC Saturnia, Sarah Caverni-SC Limite, Claudia Cabula -SC Moltrasio, Benedetta Faravelli-SC Esperia, Ludovica Braglia-SC Moltrasio, Elisa Mondelli-SC Moltrasio, Laura Meriano-SC Garda Salò, Lara Maule-Fiamme Gialle, Camilla Mariani-timoniere-SC Lario) e del doppio femminile (Alice Rossi-AC Flora, Alessandra Montesano-SC Eridanea).

 

Partners FIC

canottaggio.org
Testata giornalistica registrata al Tribunale di Roma in data 12 giugno 2007 al n. 234
Direttore responsabile:
Claudio Tranquilli
Contatti: Tel. +39.3666879879 - e-mail:
ufficiostampa@canottaggio.org
Redazione: Luigi Mancini - Niccolò Bagnoli
Webmaster: Enrico Bozzello

Facebook - Twitter - Instagram - YouTube - Linkedin - Telegram

Federazione Italiana Canottaggio - V.le Tiziano, 74 - 00196 ROMA
P.Iva 01382091005 - C.F. 05267450582

Salvo accordi scritti, le collaborazioni a www.canottaggio.org sono da considerarsi del tutto gratuite e non retribuite. La Direzione si riserva il diritto di modificare la titolazione degli articoli e di fare gli opportuni tagli redazionali al materiale pervenuto dando a questo l'impostazione grafica ritenuta più opportuna. Gli articoli firmati esprimono le opinioni degli autori e non hanno riferimento con gli orientamenti ufficiali. Tutto il materiale inviato, anche se non pubblicato, non sarà  restituito.
E' autorizzata la riproduzione, anche parziale, sempreché venga citata la fonte
www.canottaggio.org e/o i vari credit fotografici dei collaboratori della testata.