E la decima è d'oro: Moltrasio tricolore con Filippo, Guglielmo, Giorgio
 e l'8+ rosa


MOLTRASIO, 17 giugno 2016 - 7 argenti e 2 bronzi prima di arrivare alla medaglia più preziosa, quella che ti fa veramente dire “Sono un campione”, nonostante tu sia già stato azzurro, campione americano o addirittura mondiale. Filippo Mondelli e Guglielmo Carcano cercavano il titolo tricolore dal 2010, anno in cui hanno iniziato a salire sul quel podio. E alla decima volta, con l’aiuto della guida Giorgino Crippa, il loro 10 e lode. Ma a Gavirate, ai Campionati Italiani Ragazzi e Under23, Moltrasio è due volte d’oro. Oltre al 2+, c’è l’8+. Una gara Under23 con un equipaggio Junior: le signorine bianconere, due anni dopo quello storico titolo nell’8+ Ragazze, sono tornate a unire le forze e vincere senza rivali.

I parallelismi con il 2014, anno d’oro per la Canottieri Moltrasio con 5 titoli italiani, affiorano da sé: sempre Lago di Varese, sempre 2+, sempre Giorgino al timone. Allora furono Alessandro Piffaretti e Simone Tettamanti a coronare la loro carriera, ora sono stati Filippo e Guglielmo a legittimare la loro e proseguirla liberi da maledizioni. Contro il Saturnia di Morganti e Mansutti si pensava fosse testa a testa. E invece Pippo, Elmo e Giorgio hanno fatto il vuoto, appena al di là della sirena le braccia al cielo, anzi Filippo si alza proprio in piedi sfidando l’equilibrio della barca e quello del bon ton con un gesto rivolto a tutti coloro che non hanno creduto in lui. Perché lui è già campione del mondo. In realtà era già anche campione italiano però indoor, al remergometro che per un canottiere è il riscaldamento per il vero traguardo. E Guglielmo ha attraversato l’oceano per riprovarci ancora una volta, solo per quella maglietta bianca, lui che è abituato al purple della Washington University. Atterrato venerdì sera da Seattle, domenica ha voluto indossare il tricolore per assestare il jet lag. Ci ha pensato Giorgino a dargli il ritmo.

Così lunga e volante invece quell’ammiraglia rosa Under23: rispetto al titolo 2014 due categorie più giù, si aggiungono Anna Morganti, già campionessa U23 lo scorso anno sul 4x, Claudia Cabula, ragazza sarda adottata da Moltrasio, e come timoniere la piccola Giulia Clerici, che ai remi ci sta tra gli Allievi C. Il resto del gruppo è lo zoccolo duro delle ragazze moltrasine: Elisa Mondelli, Ludovica Braglia, Marta Barelli, Claudia Bernasconi, Desirée Bernasconi, Roberta Saldarini, tornata in bianconero dopo un anno a Genova. Poca concorrenza è vero (tre gli equipaggi in gara) ma niente meno che le padrone di casa di Gavirate ad affiancarle. 10 secondi infine per fare la passerella da campionesse, anzi no, quattro di loro non potranno prendersi neanche i meriti perché un’altra gara incombe. Ci pensa il presidente Sandro Donegana e il bandierone con il salvagente alabardato a rappresentare la continuità di annate vincenti.

Anche due bronzi completano la festa tricolore, una sorpresa in positivo e una in negativo. L’improvvisata del sorriso è il terzo posto di Mattia Magnaghi e Miles Agyemang-Heard nel 2- Under23, preparato, o meglio, non preparato tra la tensione degli esami di maturità e regate regionali in categoria senior. L’imprevisto del rammarico, pur sempre da medaglia, è il 4- di Elisa, Ludovica, Marta e Anna che, complice un timone malandrino, hanno lasciato ad Aniene e Lario la volata, indietreggiando un po’ troppo per il loro valore. Rivincita e ripensamento a Ravenna, tra una settimana, ai Campionati Junior.

Moltrasio a Gavirate era anche gioventù appena passata nel mondo dei grandi: non è arrivata la medaglia tra i Ragazzi, ma le prove sono state coraggiose e al limite del successo. Il 4 di coppia di Edoardo Rimoldi, Ervin Bushi, Martino Braglia e Yuri Zerboni ha inseguito e raggiunto la finale in una gara affollatissima: quinti in batteria, primi ai recuperi, secondi in semifinale, quarti però alla resa dei conti. Primi degli esclusi anche Michele Piffaretti in singolo Ragazzi e Marcus Agyemang-Heard in singolo U23 pesi leggeri. Tra le piume a farsi le ossa anche Patrick Rocek e Andrea Barelli che nel 2x P.L. sfiorano il podio. Passeggiata finale per il 4x di Roberta, le due Claudia e Gaia Ortelli, altra new entry moltrasina, settime in una gara dove dire Lario era scontato. Settimana prossima a Ravenna si incrociano le dita per i remi di Junior, Senior e P.L., mentre Filippo Mondelli è già tornato a rappresentare il tricolore con la maglia azzurra: festeggerà il suo compleanno (sabato 18) sull’8+ della Nazionale nella III tappa di Coppa del Mondo di Poznan. Tanti auguri al campione e ai campioni di Moltrasio!


Francesca Caminada
Addetta stampa Canottieri Moltrasio


 

Prossime Regate

  • EUPILIO - 10/08/2020
    Selezioni Campionati Europei Under 23
    RISULTATI
  • PARTINICO - 29-30/08/2020
    Regata Regionale valida Montu e d'Aloja ANNULLATA
  • PADOVA - 30/08/2020
    Regata Regionale chiusa Valida d'Aloja e Montu (Campionato Regionale U15)
  • SASSOCORVARO - 30/08/2020
    Regata Regionale aperta valida Montu e d'Aloja deroga percorso su. 1.500 mt.

Partners FIC

canottaggio.org
Testata giornalistica registrata al Tribunale di Roma in data 12 giugno 2007 al n. 234
Direttore responsabile:
Claudio Tranquilli
Contatti: Tel. +39.3666879879 - e-mail:
ufficiostampa@canottaggio.org
Redazione: Luigi Mancini - Niccolò Bagnoli
Webmaster: Enrico Bozzello

Facebook - Twitter - Instagram - YouTube - Linkedin - Telegram

Federazione Italiana Canottaggio - V.le Tiziano, 74 - 00196 ROMA
P.Iva 01382091005 - C.F. 05267450582

Salvo accordi scritti, le collaborazioni a www.canottaggio.org sono da considerarsi del tutto gratuite e non retribuite. La Direzione si riserva il diritto di modificare la titolazione degli articoli e di fare gli opportuni tagli redazionali al materiale pervenuto dando a questo l'impostazione grafica ritenuta più opportuna. Gli articoli firmati esprimono le opinioni degli autori e non hanno riferimento con gli orientamenti ufficiali. Tutto il materiale inviato, anche se non pubblicato, non sarà  restituito.
E' autorizzata la riproduzione, anche parziale, sempreché venga citata la fonte
www.canottaggio.org e/o i vari credit fotografici dei collaboratori della testata.