Gavirate, concluse le finali Under 23


GAVIRATE, 12 giugno 2016 - Dopo le finali della categoria Ragazzi, sul bacino di Gavirate si sono svolte quelle relative alla categoria Under 23. La prima competizione, partita come da programma alle 11.00, ha visto in acqua la specialità dell’otto, femminile, dove a vincere è la Moltrasio con Marta Barelli, Anna Morganti, Claudia Cabula, Claudia Bernasconi, Roberta Saldarini, Desiree Bernasconi, Elisa Mondelli, Ludovica Braglia, timoniera Giulia Magdalena Clerici. La medaglia d’argento è appannaggio del Gavirate, mentre il bronzo finisce al collo del Rowing Club Genovese. Grande spettacolo dopo nella finale del quattro con, dove a conquistare il titolo è la Tevere Remo (Filippo Castaniti Destro, Jacopo Mancini, Niccolò Pagani, Leonardo Calabrese, tim. Niccolò Massai), al fotofinish sulla SC Firenze, per appena sei centesimi. Bronzo più staccato per il Gavirate.

Nel singolo femminile la numero uno è Clara Guerra (Pro Monopoli), campionessa d’Italia con tre secondi sulla diretta inseguitrice Kiri Edwina English-Hawke (CUS Torino) e quattro su Giovanna Schettino (CC Aniene), terza classificata. Finale al cardiopalmo, dopo il quattro con, anche nel singolo Pesi Leggeri femminile, dove la padrona di casa Federica Cesarini (Gavirate) beffa l’altra azzurra Valentina Rodini (Fiamme Gialle) per mezzo secondo, ribaltando l’ordine di arrivo dell’anno scorso mentre il bronzo finisce al collo di Allegra Francalacci (SC Pontedera).

Davide Mumolo e Federico Garibaldi (Elpis Genova) si confermano i leader nel doppio, centrando il titolo italiano in un’altra finale non adatta ai deboli di cuore visto che il RYC Savoia è argento per soli 26 centesimi. Il bronzo va invece alla SC Cerea. Il duo genovese quindi per il secondo anno consecutivo si aggiudica anche il Trofeo Luca Vascotto. Un’altra conferma tricolore arriva nel doppio pielle dove Federico Gherzi e Lorenzo Galano (Esperia Torino) bissano il successo del 2015 conquistando il titolo su CLT Terni e SS Murcarolo. I distacchi minimi sono indice di alto livello nelle finali Under 23, come conferma anche l’arrivo del quattro senza femminile dove il CC Aniene (Ludovica Serafini, Carmela Pappalardo, Giovanna Schettino, Lavinia Martini) conquista il titolo per soli 16 centesimi sulla SC Lario. Per il bronzo, a oltre 20 secondi dalle prime due posizioni, la spunta la Moltrasio.

A seguire è la volta dei due senza: si impone la coppia composta da Alessandro Mansutti e Stefano Morganti, che danno il titolo italiano al CC Saturnia staccando CC Aniene e Moltrasio. Stessa specialità, ma tra i pesi leggeri è invece il duo Sebastiano Galoforo e Giovanni Ficarra (CC Peloro) ad agguantare il successo tricolore lasciando a SC Cerea l'argento e all’Esperia Torino il bronzo.

Ancora CC Saturnia ad alzare le braccia al cielo grazie alla vittoria nel doppio femminile di Beatrice Millo e Federica Molinaro. Dietro di loro Gavirate e, a completare il podio, Esperia Torino. Nella lotta al titolo del doppio pielle femminile è la SC Lario ad avere la meglio, grazie alla prestazione di Arianna Noseda e Nicole Sala che lasciano a quasi cinque secondi la SC Palermo medaglia d’argento e a sette la SC Padova medaglia di bronzo.

Bello il confronto tutto azzurro nel singolo tra Luca Rambaldi (Fiamme Gialle) e Giacomo Gentili (SC Bissolati), alfieri del quadruplo che a Lucerna ha tentato la qualificazione olimpica, che si risolve in favore del primo per tre secondi. Bronzo per Emanuele Fiume (Pro Monopoli). Tra i singolisti leggeri è invece Federico Gherzi ad imporsi e a dare il secondo titolo giornaliero all’Esperia Torino, davanti a Marcello Caldonazzo (Baldesio) e Davide Magni (Gavirate). La Moltrasio vede trionfare i propri colori nella specialità del due con, grazie alla prestazione di Guglielmo Carcano, Filippo Mondelli e Giorgio Crippa al timone. Alle loro spalle si posizionano distanziati il CC Saturnia che agguanta l'argento, mentre per l’AC Flora arriva la medaglia di bronzo.

La Marina Militare, grazie a Raffaele Giulivo, Alessandro Laino, Andrea Benetti e Andrea Maestrale sale sul primo gradino del podio nella specialità del quattro senza, staccando di otto secondi i diretti inseguitori, l’Ilva Bagnoli. La medaglia di bronzo finisce al collo dell'equipaggio della SC Armida. Denise Cavazzin, Alice Santopolo, Lisa Colatore e Nicoletta Bartalesi (SC Varese) vincono il quattro di coppia leggero femminile davanti alla SC Palermo, che chiude seconda, mentre al terzo posto chiude il CLT Terni.

Si prosegue col quattro senza pielle ed i protagonisti della specialità sono gli atleti del CUS Pavia, Mirko Fabozzi, Edoardo Buoli, Federico Cervellati e Luca Romani, che si impongono sull'equipaggio dei VVF Tomei, mentre terzi giungono i portacolori del CC Saturnia. Buona la prestazione dell'equipaggio targato SC Lario in quattro di coppia femminile: Aisha Rocek, Giorgia Pelacchi, Arianna Noseda e Nicole Sala superano la concorrenza di Gavirate e Fiamme Gialle, che chiudono d’argento e di bronzo racchiuse in appena 19 centesimo. Ludovica Serafini e Carmela Pappalardo (CC Aniene) si confermano il due senza femminile di riferimento, andando a chiudere davanti alla SC Arno campione d’Italia 2015 nella specialità. Ultimo gradino del podio per la Tevere Remo.

SC Firenze sul primo gradino del podio nella specialità del quattro di coppia maschile. Sono Neri Muccini, Leonardo Pietra Caprina, Alberto Dini e Dario Favilli a portare a casa il massimo riconoscimento in palio, per mezzo secondo ai danni della SC Cerea, salita sul secondo gradino del podio mentre la medaglia di bronzo va al Telimar. Ai fiorentini grazie a questa vittoria va anche la Targa “Coppa d’Oro i Trabaccolanti Circolo Canottieri Barion 1894 Città di Bari” – perpetua. Sul gradino più alto relativo alla specialità del quattro di coppia leggero maschile invece troviamo Alessandro Gaeta, Daniele Badagliacca, Edoardo Nizzi e Xavier Costantini (Elpis Genova). Doppietta genovese nella specialità in quanto alle loro spalle chiude il Rowing Club Genovese. Terza posizione per l’Esperia Torino. Ultima gara per quello che riguarda la categoria Under 23, la specialità dell'otto: vincono gli atleti della SC Lario, Lorenzo Gerosa, Riccardo Coan, Andrea Guanziroli, Davide Gerosa, Andrea Merzario, Marco Lami, Davide Isella, Filippo Benini, Lorenzo Benzoni (timoniere). Seconda posizione, a soli sette decimi, per l’Elpis Genova, mentre è di bronzo la Tevere Remo.



 

Prossime Regate

  • EUPILIO - 10/08/2020
    Selezioni Campionati Europei Under 23
    RISULTATI
  • PARTINICO - 29-30/08/2020
    Regata Regionale valida Montu e d'Aloja ANNULLATA
  • PADOVA - 30/08/2020
    Regata Regionale chiusa Valida d'Aloja e Montu (Campionato Regionale U15)
  • SASSOCORVARO - 30/08/2020
    Regata Regionale aperta valida Montu e d'Aloja deroga percorso su. 1.500 mt.

Partners FIC

canottaggio.org
Testata giornalistica registrata al Tribunale di Roma in data 12 giugno 2007 al n. 234
Direttore responsabile:
Claudio Tranquilli
Contatti: Tel. +39.3666879879 - e-mail:
ufficiostampa@canottaggio.org
Redazione: Luigi Mancini - Niccolò Bagnoli
Webmaster: Enrico Bozzello

Facebook - Twitter - Instagram - YouTube - Linkedin - Telegram

Federazione Italiana Canottaggio - V.le Tiziano, 74 - 00196 ROMA
P.Iva 01382091005 - C.F. 05267450582

Salvo accordi scritti, le collaborazioni a www.canottaggio.org sono da considerarsi del tutto gratuite e non retribuite. La Direzione si riserva il diritto di modificare la titolazione degli articoli e di fare gli opportuni tagli redazionali al materiale pervenuto dando a questo l'impostazione grafica ritenuta più opportuna. Gli articoli firmati esprimono le opinioni degli autori e non hanno riferimento con gli orientamenti ufficiali. Tutto il materiale inviato, anche se non pubblicato, non sarà  restituito.
E' autorizzata la riproduzione, anche parziale, sempreché venga citata la fonte
www.canottaggio.org e/o i vari credit fotografici dei collaboratori della testata.