CNU 2016, assegnati i titoli sui 500 metri: 4 successi per il CUS Milano,
 en-plein CUS Genova nelle staffette


GENOVA, 28 maggio 2016 - Scivolata via senza intoppi la prima giornata di finali sui 500 metri per l’assegnazione dei Campionati Nazionali Universitari 2016, appena conclusi sul campo di gara di Genova Pra’. Grande protagonista il CUS Milano, che si aggiudica ben quattro titoli nazionali; tre vittorie per il CUS Genova padrone di casa, così come per il CUS Pavia, mentre alzano le braccia al cielo una volta ciascuno CUS Trieste, CUS Insubria e CUS Bari. Nel dettaglio, il primo titolo di giornata è per il CUS Pavia, che nel quattro con ha la meglio per appena un decimo sul CUS Genova, grazie alla prestazione di Giuseppe Alberti, Stefano Ciccarelli, Simone Molteni, Marcello Nicoletti, timoniere Andrea Riva. Bronzo per il CUS Bari. Il CUS Trieste firma il suo unico assolo di giornata con il successo nel doppio di Andrea Milos e Rosario Panteca, bravi a tenere dietro CUS Milano e CUS Bari. Per il CUS Insubria c’è il titolo nazionale universitario sul quattro di coppia femminile, dove Federica Cesarini, Denise Cavazzin, Alice Santopolo e Giulia Mussida hanno la meglio su CUS Genova e CUS Milano.

Lo stesso CUS Milano è grande protagonista delle due gare successive, nelle quali arrivano altrettanti successi: prima Stefano Cremonesi e Riccardo Mager vincono il due senza su CUS Insubria e CUS Torino, poi Andrea Fois primeggia nel singolo su CUS Bari e CUS Padova. A seguire, altra doppetta firmata ancora da un ateneo lombardo, il CUS Pavia, primo nel doppio femminile con Elisa Mapelli e Martina Comotti (argento per il CUS Padova, bronzo per il CUS Milano), e subito dopo con Mirko Fabozzi, Marcello Nicoletti, Federico Cervellati e Luca Romani (affermazione netta su CUS Ferrara secondo e CUS Torino terzo). Elsa Carparelli regala il titolo universitario al CUS Bari vincendo il singolo femminile su CUS Torino e CUS Padova, poi anche i padroni di casa del CUS Genova iscrivono il proprio nome nell’albo dei vincitori, grazie alla vittoria di Federico Garibaldi, Davide Mumolo, Leonardo Bava e Pietro Gardini nel quadruplo, su CUS Pavia e CUS Milano. Ancora una doppietta per il CUS Milano, trionfatore nell’otto con Jacopo Zini, Edoardo Pozzato, Enrico Schinelli, Davide Masè, Francesco Bresciano, Alessandro Contini, Lorenzo Fossi, Ludovico Vacchelli e l’intramontabile Bruno Cipolla (argento e bronzo sono rispettivamente per CUS Genova e CUS Torino), e poi nel due senza femminile, che vede protagoniste Veronica Calabrese e Ilaria Broggini, le quali si laureano campionesse nettamente su CUS Insubria e CUS Pavia.

Infine, le staffette. Quella singolo e quattro con è appannaggio del CUS Genova con Federico Garibaldi singolista e Francesco Garibaldi, Jacopo Protano, Davide Mumolo, Xavier Costantini e timoniere Matteo Mangini sul quattro con. I padroni di gara si impongono su CUS Bari e CUS Pisa. Nel gran finale, la staffetta doppio e otto, è ancora l’ateneo ligure a imporsi, con Filippo Falchetti e Pietro Gardini in barca corta e Lorenzo Keyes, Stefano Bersani, Lorenzo Brusato, Tiziano Vezzi, Leonardo Bava, Sergio Romani, Emanuele Farinini, Simone Merello e timoniere Giacomo Bottaro sull’ammiraglia, davanti a CUS Pavia e CUS Milano. Domani dalle 10.40 giornata finale dei CNU2016 sulle acque di Genova Pra’, con l’assegnazione dei titoli sulla distanza olimpica dei 2000 metri.



 

Partners FIC

canottaggio.org
Testata giornalistica registrata al Tribunale di Roma in data 12 giugno 2007 al n. 234
Direttore responsabile:
Claudio Tranquilli
Contatti: Tel. +39.3666879879 - e-mail:
ufficiostampa@canottaggio.org
Redazione: Luigi Mancini - Niccolò Bagnoli
Webmaster: Enrico Bozzello

Facebook - Twitter - Instagram - YouTube - Linkedin - Telegram

Federazione Italiana Canottaggio - V.le Tiziano, 74 - 00196 ROMA
P.Iva 01382091005 - C.F. 05267450582

Salvo accordi scritti, le collaborazioni a www.canottaggio.org sono da considerarsi del tutto gratuite e non retribuite. La Direzione si riserva il diritto di modificare la titolazione degli articoli e di fare gli opportuni tagli redazionali al materiale pervenuto dando a questo l'impostazione grafica ritenuta più opportuna. Gli articoli firmati esprimono le opinioni degli autori e non hanno riferimento con gli orientamenti ufficiali. Tutto il materiale inviato, anche se non pubblicato, non sarà  restituito.
E' autorizzata la riproduzione, anche parziale, sempreché venga citata la fonte
www.canottaggio.org e/o i vari credit fotografici dei collaboratori della testata.