Varese. Le specialità olimpiche in cui gareggia l’Italia da seguire
 durante la I World Cup 2016


ROMA, 14 aprile 2016 - Tra poche ore prenderà il via, sul lago di Varese, la prima Coppa del Mondo della stagione 2016: primo via alle 9.30 del 15 aprile, ultima finale alle 14.48 del 17 aprile. In gara le squadre di 47 paesi e con l’Italia che schiera, nonostante abbia subito problemi sanitari che hanno messo a letto numerosi atleti, ben 20 equipaggi. Tra i Continenti spicca il Sud America che è arrivato in forze in Europa dopo aver sostenuto, lo scorso 22 e 24 marzo, le qualificazioni olimpiche svoltesi a Valparaiso, in Cile. Ma vediamo chi sarà in gara alla Schiranna nelle varie specialità olimpiche:


DUE SENZA SENIOR FEMMINILE
Questa specialità ha attirato numerosi equipaggi con l’intenzione di testare la loro preparazione in un contesto internazionale. Tra loro ci sono alcuni nomi di grande spessore come le sudafricana Lee-Ann Persse, arrivata quinta ai Campionati del Mondo dello scorso anno e, quindi, con la barca già qualificata per i Giochi Olimpici, che in questa Coppa voga insieme a Kate Christowitz. In gara anche il Canada che, con Jennifer Martins, si è piazzata sesta ad Aiguebelette ed ora ha, come nuova partner, Caileigh Filmer. Presente anche la Germania con Kerstin Hartmann e Kathrin Marchand, così come l'Olanda, con Aletta Jorritsma e Heleen Boeri, e l’Italia con due equipaggi formati da Alessandra Patelli (SC Padova), Sara Bertolasi (SC Lario) e da Carmela Pappalardo, Ludovica Serafini (CC Aniene), che sono in preparazione per la qualificazione olimpica di Lucerna.

DUE SENZA SENIOR MASCHILE
Grandi assenti in questa specialità i Campioni del Mondo della Nuova Zelanda, ma in ogni modo c'è lo stesso un ricco parterre in gara con la formazione dell'Olanda, di Roel Braas e Mitchel Steenman, che è arrivata quarta al Mondiale di Aiguebelette davanti all’Italia di Vincenzo Capelli e Niccolò Mornati (CC Aniene), quinta e, quindi, già qualificata. Presenti anche le medaglie d'argento 2015 della Gran Bretagna, Oliver Cook e Callum McBrierty, e il secondo equipaggio inglese formato da Matthew Tarrant e Nathaniel Reilly-O'Donnell campioni del mondo nel 2015 nel due con. In gara anche l’equipaggio serbo medaglia di bronzo mondiale di Milos Vasic e Nenad Bedik.

DOPPIO SENIOR FEMMINILE
Dieci equipaggi iscritti e tra questi le polacche Magdalena Fularczyk e Natalia Madaj, quarte ai Campionati del Mondo dello scorso anno e anche campionesse d'Europa. Le due atlete dovranno tenere d'occhio la Cina di Jie Wang e Xiaoxing Shen che sono in forte crescita. A Varese scenderà in acqua anche l’Italia con Laura Schiavone (CC Irno) che gareggerà con Giada Colombo (SC Cernobbio) che, ripresasi da alcuni problemi fisici, è arrivata seconda al Memorial Paolo d'Aloja. Le due azzurre saranno in gara per testare la loro preparazione in vista delle prossime qualificazioni olimpiche.

DOPPIO SENIOR MASCHILE
Dei sedici equipaggi in gara nel doppio, cinque sono già qualificati per i Giochi di Rio. I favoriti sono i due volte campioni del mondo in questa specialità: i croati Martin e Valent Sinkovic. I Sinkovic hanno la caratteristica di vincere con un margine impressionante, ma si troveranno di fronte nuovamente gli azzurri Francesco Fossi e Romano Battisti (Fiamme Gialle) che gareggeranno con i favori del tifo casalingo. Inoltre la coppia azzurra, con barca già qualificata, ritorna in Coppa dopo una pausa che ha visto Fossi sul quattro di coppia e al suo posto nel doppio Gentili che, insieme a Battisti, ha qualificato la barca ad Aiguebelette. La Gran Bretagna schiera, invece, una nuova combinazione rispetto allo scorso anno che vede, in questa specialità, Nicholas Middleton e Jack Beaumont. Attenzione anche alla Norvegia che può contare nel due volte campione olimpico nel singolo Olaf Tufte che è in barca insieme a Kjetil Borch Campione del Mondo 2013 nel doppio. Da sottolineare che Borch ha mancato la qualificazione olimpica ai Campionati del Mondo dello scorso anno nel doppio mentre Tufte è già qualificato il singolo.

QUATTRO SENZA SENIOR MASCHILE
Quattro delle nazioni iscritte a Varese si sono già qualificate per le Olimpiadi di Rio 2016 e tra queste spiccano i Campioni del Mondo 2015 che sono anche i favoriti nei pronostici iniziali. Quello di Matteo Castaldo (RYCC Savoia), Marco Di Costanzo (Fiamme Oro), Matteo Lodo e Giuseppe Vicino (Fiamme Gialle) sarà l'equipaggio che gli italiani seguiranno più da vicino. Ai blocchi di partenza anche una seconda barca azzurra formata da Andrea Tranquilli (Fiamme Gialle), Emanuele Liuzzi (Fiamme Oro), Luca Parlato (Marina Militare), Ivan Capuano (RYCC Savoia). In gara anche il Canada che ha chiuso al quarto posto ai Campionati del Mondo 2015, che schiera la stessa formazione dello scorso anno e potrebbe essere l’equipaggio che infastidirà gli italiani anche se, all'inizio di questo mese, gli Azzurri hanno dimostrato ai canadesi, durante il Memorial Paolo d'Aloja, di essere ancora la formazione più forte. Da tenere d'occhio anche l’Olanda e gli Stati Uniti. Gli olandesi sono gli stessi dell’equipaggio sesto nel mondiale 2015 e gli Stati Uniti si sono piazzati settimi sempre ad Aiguebelette.

DOPPIO PESI LEGGERI FEMMINILE
Il livello di questa specialità è tra i più alti, se non il più alto, della Coppa del Mondo di Varese. Tra gli equipaggi spicca quello vincitore della medaglia di bronzo mondiale del Sud Africa, Kirsten McCann e Ursula Grobler, così come l’equipaggio canadese quarto classificato di Lindsay Jennerich e Patricia Obee. Entrambe queste barche si sono qualificate per le Olimpiadi del 2016 a Rio e Varese darà loro la possibilità di valutare il proprio stato di preparazione. Qualificata per Rio anche la formazione irlandese di Sinead Jennings e Claire Lambe, none ai Campionati del Mondo dello scorso anno. La Cina, settima ai mondiali 2015, si presenta con due barche iscritte con l'obiettivo di trovare la formazione più veloce per le Olimpiadi. L'Italia insegue ancora la qualificazione per Rio iscrivendo tre equipaggi: Laura Milani, Elisabetta Sancassani (Fiamme Gialle); Giulia Pollini (SC Cernobbio), Valentina Rodini (Fiamme Gialle) e Nicole Sala (SC Lario), Allegra Francalacci (SC Pontedera). Il Cile, infine, ha recentemente qualificato la barca per Rio. grazie a Josefa Vial Betancurt e Melita Abraham, e sarà in gara a Varese.

QUATTRO SENZA MASCHILE PESI LEGGERI
Gli svizzeri, Campioni del Mondo 2015, saranno in gara in questa Coppa del Mondo e tutti gli occhi saranno su di loro per capire a che punto sono nella preparazione. La Svizzera, almeno nei pronostici iniziali, potrebbe avere vita facile poiché gli equipaggi la Danimarca, argento lo scorso anno, e la Francia medaglia di bronzo 2015 non sono presenti a Varese. Attenzione però all'Olanda che, dopo il quinto posto ai Campionati del Mondo 2015, ha rimaneggiato la formazione; e all’'Italia che è in gara con due barche, tra le quali l'equipaggio che si è piazzato sesto al mondiale qualificando la barca: Livio La Padula (Fiamme Oro), Alberto Di Seyssel (SC Armida), Stefano Oppo (Forestale), Martino Goretti (Fiamme Oro) e l’equipaggio B di Lorenzo Tedesco, Piero Sfiligoi (CC Saturnia), Guido Gravina (RCC Cerea), Giorgio Tuccinardi (Forestale).

QUATTRO DI COPPIA SENIOR MASCHILE
In questa specialità l’Estonia, nel 2015, ha vinto la medaglia di bronzo nel mondiale e sarà in gara con la stessa formazione come pure la Polonia che è presente con lo stesso equipaggio che ha chiuso al settimo i Campionati del Mondo dello scorso anno. Queste sono le uniche barche a Varese che si sono già qualificate per le Olimpiadi di Rio 2016. Le altre quattro nazioni presenti in Coppa devono ancora qualificarsi per Rio, tra cui il Canada, l'Italia (con due barche iscritte), la Norvegia e la Russia. Le due barche azzurre in acqua sono cosi formate: eq. A Giacomo Gentili (SC Bissolati), Francesco Cardaioli (SC Padova), Alessio Sartori (Fiamme Gialle), Emanuele Fiume (Pro Monopoli); eq. B Federico Garibaldi (SC Elpis), Alessandro Laino (Marina Militare), Stefano Morganti (CC Saturnia), Davide Mumolo (SC Elpis).

OTTO MASCHILE
Due delle cinque barche qualificate finora per Rio saranno presenti in Coppa del Mondo di Varese: Olanda e Russia. Gli olandesi sono i favoriti per l’oro per aver vinto il bronzo nel 2015 e avranno contro nuovamente all’equipaggio russo oltre alle due barche italiane. Da sottolineare che l’Italia ha mancato la qualificazione olimpica ai Campionati del Mondo dello scorso anno finendo sesta per pochi centesimi e, con l’obiettivo di raggiungerla a maggio, schiera due equipaggi: eq. A Giovanni Abagnale (Marina Militare), Fabio Infimo (RYCC Savoia), Matteo Stefanini (Fiamme Gialle), Pierpaolo Frattini (CC Aniene), Mario Paonessa, Simone Venier, Luca Agamennoni, Domenico Montrone (Fiamme Gialle), tim. Enrico D'Aniello (CN Stabia); eq. B Andrea Maestrale, Raffaele Giulivo (Marina Militare), Emanuele Gaetani Liseo (SC Telimar), Filippo Mondelli (SC Moltrasio), Niccolò Pagani, Leonardo Calabrese (Tevere Remo), Leonardo Pietra Caprina (SC Firenze), Alessandro Mansutti (CC Saturnia), t. Giorgio Crippa (SC Moltrasio).

 

Prossime Regate

Partners FIC

canottaggio.org
Testata giornalistica registrata al Tribunale di Roma in data 12 giugno 2007 al n. 234
Direttore responsabile:
Claudio Tranquilli
Contatti: Tel. +39.3666879879 - e-mail:
ufficiostampa@canottaggio.org
Redazione: Luigi Mancini - Niccolò Bagnoli
Webmaster: Enrico Bozzello

Facebook - Twitter - Instagram - YouTube - Linkedin - Telegram

Federazione Italiana Canottaggio - V.le Tiziano, 74 - 00196 ROMA
P.Iva 01382091005 - C.F. 05267450582

Salvo accordi scritti, le collaborazioni a www.canottaggio.org sono da considerarsi del tutto gratuite e non retribuite. La Direzione si riserva il diritto di modificare la titolazione degli articoli e di fare gli opportuni tagli redazionali al materiale pervenuto dando a questo l'impostazione grafica ritenuta più opportuna. Gli articoli firmati esprimono le opinioni degli autori e non hanno riferimento con gli orientamenti ufficiali. Tutto il materiale inviato, anche se non pubblicato, non sarà  restituito.
E' autorizzata la riproduzione, anche parziale, sempreché venga citata la fonte
www.canottaggio.org e/o i vari credit fotografici dei collaboratori della testata.