Vincenzo Abbagnale scende dall’ammiraglia azzurra


PIEDILUCO, 18 marzo 2016 - Al termine della TRio1, la regata valutativa svoltasi ieri e oggi a Piediluco, durante la quale la Direzione Tecnica ha tratto le indicazioni necessarie per definire gli equipaggi che parteciperanno al XXX Memorial d’Aloja, Vincenzo Abbagnale, atleta della Marina Militare incappato nella violazione dell’articolo 2.4 (mancata reperibilità) e per la quale rischia la squalifica, ha deciso di scendere dall’imbarcazione ammiraglia. Una decisione che Vincenzo ha così motivato: “Mi sono reso conto che i tempi per la definizione di questa sfortunata vicenda, che mi coinvolge, si stanno allungando e, quindi, ritengo che la mia presenza a bordo dell’otto, in caso di squalifica, potrebbe danneggiare l’equipaggio. Per questo motivo ho chiesto al Direttore Tecnico di non prendere parte alle gare di oggi con l’equipaggio titolare e di fare un passo laterale continuando comunque ad allenarmi”.

Una scelta che Vincenzo ha preso, in maniera lucida e serena, essendo fiducioso in una soluzione positiva. “Questa decisione l’avevo maturata già da qualche settimana e, negli ultimi giorni, dopo essermi consultato con i miei legali, ho deciso di affrontare ugualmente questa TRio nella prima giornata e di scendere quindi dall’otto, che si sta preparando per le qualificazioni di Lucerna, nella seconda giornata – dice Vincenzo, che aggiunge – ritengo che in questo modo i miei compagni possano continuare la preparazione nella maniera più serena possibile. Il canottaggio, e l’ambiente che lo circonda, è parte integrante della mia vita e la mia famiglia ne è sempre stata legata in maniera forte”.

Vincenzo continuerà a rimanere in squadra, come più volte è stato dichiarato, fintanto che la Procura non emetterà la sentenza e, a tal proposito, ha dichiarato: “E’ una situazione che mi è stata prospettata per mantenermi in allenamento ed essere pronto, in caso di esito positivo di tutta la questione, a ritornare in barca. Per ora torno a casa e ho intenzione di vivere le festività pasquali nel modo più sereno possibile. Concludo ringraziando tutta la Federazione che mi è sempre stata vicina in ogni momento di questa spiacevole vicenda”.

 

- Vincenzo Abbagnale salta involontariamente la 3^ visita di reperibilità dell'antidoping
- A proposito di Norme Sportive Antidoping
 
 

Partners FIC

canottaggio.org
Testata giornalistica registrata al Tribunale di Roma in data 12 giugno 2007 al n. 234
Direttore responsabile:
Claudio Tranquilli
Contatti: Tel. +39.3666879879 - e-mail:
ufficiostampa@canottaggio.org
Redazione: Luigi Mancini - Niccolò Bagnoli
Webmaster: Enrico Bozzello

Facebook - Twitter - Instagram - YouTube - Linkedin - Telegram

Federazione Italiana Canottaggio - V.le Tiziano, 74 - 00196 ROMA
P.Iva 01382091005 - C.F. 05267450582

Salvo accordi scritti, le collaborazioni a www.canottaggio.org sono da considerarsi del tutto gratuite e non retribuite. La Direzione si riserva il diritto di modificare la titolazione degli articoli e di fare gli opportuni tagli redazionali al materiale pervenuto dando a questo l'impostazione grafica ritenuta più opportuna. Gli articoli firmati esprimono le opinioni degli autori e non hanno riferimento con gli orientamenti ufficiali. Tutto il materiale inviato, anche se non pubblicato, non sarà  restituito.
E' autorizzata la riproduzione, anche parziale, sempreché venga citata la fonte
www.canottaggio.org e/o i vari credit fotografici dei collaboratori della testata.