Terminato il programma mattutino della TRio 0


PIEDILUCO, 26 febbraio 2016 - Quattro regate, e tutte e quattro tirate fino alla fine, durante le quali gli atleti hanno lottato contro il cronometro e contro i compagni di squadra per essere i più veloci e consentire allo staff tecnico del dottor La Mura di ottenere più indicazioni possibili in vista dei prossimi impegni di inizio anno agonistico. Impegni che coincideranno con la prima TRio, del 18-20 marzo, e con il Memorial Paolo d’Aloja, del 1-3 aprile, programmate sempre a Piediluco. La prima gara a prendere il via è stata quella che ha visto schierati di due doppi pesi leggeri di Giulia Pollini (SC Cernobbio) e Valentina Rodini (Fiamme Gialle) e di Elisabetta Sancassani e Laura Milani (Fiamme Gialle); dei tre due senza senior femminili di Laura Schiavone (CC Irno) e Sara Bertolasi (SC Lario); Gaia Marzari (SC Lario) e Alessandra Patelli (SC Padova); Chiara Cianelli, Silvia Terrazzi (SC Arno); e dei due singoli pesi leggeri maschile, di Giovanni Ficarra (CC Peloro) e femminile di Allegra Francalacci (SC Pontedera).

La prima a partire, ad handicap, è stata la Francalacci che alla fine è riuscita comunque a tagliare per prima il traguardo davanti a tutti anche se, subito a ridosso e dopo averle risucchiato gran parte dell’handicap, si è piazzato il doppio di Sancassani, passata a capovoga, e Milani che, dopo il bordo a bordo iniziale con la barca di Rodini e Pollini, hanno vinto la gara con un buon margine di vantaggio sulle avversarie. Tra i due senza, invece, il più veloce è stato quello di Bertolasi, Schiavone che ha tagliato il traguardo davanti a Marzari, Patelli e Cianelli, Terrazzi. A concludere, infine, l’arrivo del singolo leggero di Ficarra, che nella classifica finale ha conquistato il quinto posto davanti al due senza Cianelli, Terrazzi. La seconda regata della giornata ha visto ai blocchi di partenza i doppi leggeri di Pietro Ruta e Andrea Micheletti (Fiamme Oro) che avevano nella corsia a fianco Paolo Di Girolamo e Marcello Miani (Forestale).

Tra questi due equipaggi ha avuto la meglio, dopo aver sferrato un attacco a 1200 metri, quello di Ruta e Micheletti che nell’ordine di arrivo complessivo hanno tagliato in terza posizione poiché a vincere è stato il quattro senza pesi leggeri di Giorgio Tuccinardi (Forestale), Livio La Padula (Fiamme Oro), Stefano Oppo (Forestale) e Alberto Di Seyssel (SC Armida) i quali sono stati protagonisti di duemila metri a punta a punta con la formazione di Leone Maria Barbaro (CC Tirrenia Todaro) e Pietro Sfiligoi (CC Saturnia) e per Alfonso Scalzone (RYCC Savoia) e Guido Gravina (RCC Cerea), piazzatisi secondi a un secondo dai primi. Al quinto posto si è classificato, infine, il due senza senior maschile di Leonardo Calabrese (Tevere Remo) e Raffaele Giulivo (Marina Militare).

La terza gara in programma ha visto in acqua il gruppo di punta senior maschile diviso nei due otto. Dopo aver vogato quasi appaiati per 1000 metri, a vincere con una barca di vantaggio è stata la formazione di Vincenzo Abbagnale (Marina Militare), Luca Agamennoni, Domenico Montrone (Fiamme Gialle), Giovanni Abagnale (Marina Militare), Simone Venier, Matteo Stefanini (Fiamme Gialle) Fabio Infimo (RYCC Savoia), Mario Paonessa (Fiamme Gialle) e Enrico D’Aniello (CN Stabia) al timone. Al secondo posto, invece, l’otto formato da Giuseppe Vicino (Fiamme Gialle), Matteo Castaldo (RYCC Savoia), Pierpaolo Frattini (CC Aniene), Matteo Lodo (Fiamme Gialle), Marco Di Costanzo (Fiamme Oro), Andrea Tranquilli (Fiamme Gialle), Emanuele Liuzzi (Fiamme Oro), Luca Parlato (Marina Militare) e Andrea Riva (Cus Pavia) al timone.

A chiudere la mattinata, infine, la vogata di coppia suddivisa nei tre quattro di coppia assemblati per l’occasione. Una gara che ha visto per metà gara la formazione di Paolo Perino (Fiamme Gialle), Emanuele Fiume (Pro Monopoli), Romano Battisti, Francesco Fossi (Fiamme Gialle) fare l’andatura e imporre il ritmo alla barca di Giacomo Gentili (SC Bissolati), Francesco Cardaioli (SC Padova), Alessio Sartori e Luca Rambaldi (Fiamme Gialle) che, dopo aver superato la metà gara ha sferrato il suo attacco andando a vincere davanti alla formazione di Fossi che si è piazzata seconda davanti al quadruplo, mai entrato in gara per il successo, dei giovani Antonio Vicino (CRV Italia), Filippo Mondelli (SC Moltrasio), Alessandro Laino (Marina Militare) e Ivan Capuano (RYCC Savoia), che ha chiuso il suo percorso in terza posizione. Questo pomeriggio si replica con la seconda parte del programma di giornata che inizierà, presumibilmente , alle 16.15.


 

Prossime Regate

  • Monate - 25/04/2019
    Regata Regionale valida Montù
    Programma gare
    Programma sintetico
    Elenco Orari per Società
  • Naro - 27/04/2019
    Regata Regionale Valida Montù e d'Aloja RECUPERO GARA ANNULLATA DEL 17/03
  • Trieste - 28/04/2019
    Regata Regionale Promozionale
  • Gavirate - 28/04/2019
    Regata Regionale Valida d'Aloja
  • Genova - 28/04/2019
    Regata Regionale Valida Montù
  • San Miniato - 28/04/2019
    Regata Regionale Valida Montù e d'Aloja deroga percorso mt. 1500
  • Naro - 28/04/2019
    Regata Regionale Valida Montù e d'Aloja
  • Oristano - 28/04/2019
    Regata Regionale Valida Montù e d'Aloja
  • Ravenna - 28/04/2019
    Regata Regionale Valida Montù e d'Aloja
  • Oristano - 28/04/2019
    REMARE A SCUOLA - Fase regionale

Partners FIC

canottaggio.org
Testata giornalistica registrata al Tribunale di Roma in data 12 giugno 2007 al n. 234
Direttore responsabile:
Claudio Tranquilli
Contatti: Tel. +39.3666879879 - e-mail:
ufficiostampa@canottaggio.org
Redazione: Luigi Mancini - Niccolò Bagnoli
Webmaster: Enrico Bozzello

Facebook - Twitter - Instagram - YouTube

Federazione Italiana Canottaggio - V.le Tiziano, 74 - 00196 ROMA
P.Iva 01382091005 - C.F. 05267450582

Salvo accordi scritti, le collaborazioni a www.canottaggio.org sono da considerarsi del tutto gratuite e non retribuite. La Direzione si riserva il diritto di modificare la titolazione degli articoli e di fare gli opportuni tagli redazionali al materiale pervenuto dando a questo l'impostazione grafica ritenuta più opportuna. Gli articoli firmati esprimono le opinioni degli autori e non hanno riferimento con gli orientamenti ufficiali. Tutto il materiale inviato, anche se non pubblicato, non sarà  restituito.
E' autorizzata la riproduzione, anche parziale, sempreché venga citata la fonte
www.canottaggio.org e/o i vari credit fotografici dei collaboratori della testata.