Domani a Piediluco prima giornata di gare della "TRio 0"


ROMA, 23 febbraio 2016 - TRio uguale Trials > Rio, mentre 0 sta per una gara che non ha bando ma è una selezione ufficiale all'interno di un raduno ed è riservata solo ai convocati del Gruppo Olimpico che, da ieri, è riunito a Piediluco presso il Centro Nazionale di Preparazione Olimpica. Questo, in estrema sintesi, quello che da domani, alle 9.30, accadrà sulle acque del lago di Piediluco. Il programma e gli accoppiamenti sono ancora in via di definizione, ma si sa che nei senior tutta la vogata di punta maschile scenderà in acqua nei due senza, al mattino, e nei quattro senza, al pomeriggio. Va da sé che in queste specialità la Direzione Tecnica probabilmente vuole sia trovare gli abbinamenti più idonei alla formazione dell'ammiraglia e sia cercare di comprendere se è possibile allestire un equipaggio più competitivo nel quattro senza da contrapporre ai campioni del mondo che, ancora ad oggi, sono la formazione più affiatata e veloce.

Nella vogata di coppia maschile saranno in gara, invece, al mattino i singoli e nel pomeriggio i doppi. Anche qui la Direzione Tecnica, probabilmente, vorrà comprendere quale singolista è più in forma, capire se Alessio Sartori dopo essere rientrato ha già acquisito una buona preparazione che potrà permettergli di salire su barche multiple. Insomma in questa vogata, la coppia maschile appunto, l'unica certezza olimpica è il doppio, qualificato da Romano Battisti e Giacomo Gentili, mentre è da qualificare il quattro di coppia, e quindi vanno trovate le giuste coppie da mettere insieme in una barca altamente tecnica e complessa nella sua formazione. Inoltre, presumibilmente, La Mura, una volta formato il quattro di coppia, potrebbe schierare per le qualificazioni di Lucerna anche un singolo e, quindi, è necessario iniziare a capire chi potrà essere lo sculler azzurro che tenterà la qualificazione per Rio de Janeiro.

Rimanendo nei senior, ma parlando di donne, la vogata di punta rosa è tutta impegnata nella ricerca del due senza più veloce e, quindi, domattina, tutte le ragazze saranno impegnate in due senza, una barca che concretamente potrebbe ottenere la carta olimpica. Non è escluso, in ogni modo, che nelle prossime settimane venga varato anche un doppio da poter presentare alle qualificazioni. E' chiaro che, da tifosi e osservatori attenti, vorremmo che alle qualificazioni potesse essere presente, oltre al due senza e al doppio, anche il singolo, ma queste valutazioni sono comunque rimandate alle prossime TRio, la uno e la due, che sono di fatto quelle che si svolgono in occasione dei Meeting Nazionali. Vedremo in seguito, ora attendiamo domattina per capire, dopo gli allenamenti di questa sera, le formazioni che scenderanno in acqua.

Terminata la disamina della categoria senior, parliamo ora di pesi leggeri e tra gli uomini, nella vogata di punta, sono previste gare in due senza e quattro senza. Questo ci fa comprendere che, anche per il quattro senza già qualificato, si stanno cercando le coppie più affiatate e in forma per vedere se la formazione di Aiguebelette è ancora la più veloce oppure v'è un margine di miglioramento. La mattina saranno protagonisti i due senza e nel pomeriggio, invece, ampio sfogo agonistico alle barche lunghe del quattro senza. Nella vogata di coppia maschile saranno in gara prima tutti in singolo, e quindi anche Micheletti e Ruta, e poi tutti in doppio in una gara che sarà, come per tutte le altre di cui abbiamo parlato, molto combattuta palata su palata. Anche qui è interessante capire quali saranno le formazioni più veloci.

Sempre tra le donne, ma nella categoria della vogata di coppia pesi leggeri, sono previste al mattino le gare in singolo e, tra le atlete più attese, vi sono le azzurre Laura Milani e Elisabetta Sancassani. Nel pomeriggio, invece, tutte le azzurre scenderanno nei doppi con le formazioni che saranno decise nel tardo pomeriggio di oggi. L'unica barca in corsa per la carta olimpica è il doppio ed è su questa imbarcazione che ogni atleta, dopo aver dimostrato quando vale in singolo, si giocherà l'opportunità di poter tentare la qualificazione a Lucerna. Una qualificazione che è nella corde dell'Italia e che potrebbe arrivare anche se sarà necessario capire chi è la coppia più in forma e che convince maggiormente la Direzione Tecnica.

Fin qui quanto accade domani: per i giorni seguenti, riservati alle gare nella barche lunghe - quattro senza, quattro di coppia e otto -, è necessario capire l'evoluzione meteorologica poiché la Direzione Tecnica vuole garantire uguali condizioni di gara in tutte le fasi per cui non si sa ancora se ci sarà un giorno di riposo oppure la sequenza delle giornate di gare verrà cambiata. Non appena avremo notizie certe ne daremo contezza attraverso le colonne di canottaggio.org. Per ora le notizie sono queste, mentre a questo link sono riportati i convocati impegnati domani nelle gare che, però, hanno fatto registrare due defezioni: non gareggia Lorenzo Tedesco (CC Saturnia) e al suo posto è stato convocato Alfonso Scalzone (RYCC Savoia), non gareggia Michele Mazzarini (CLT Terni) e al suo posto è stato convocato Antonio Vicino (CRV Italia).

 

  

Foto & Video

Prossime Regate

  • SENIGALLIA - 20/07/2019
    2^ tappa Trofeo Challenger di coastal rowing Adriatic Cup (FUORI PROGRAMMA)
  • MANDELLO DEL LARIO - 20/07/2019
    Match 8+
  • CATANIA - 21/07/2019
    Campionato Regionale Sprint ANNULLATA
  • SARASOTA - 24-28/07/2019
    World Rowing Under 23 Championships
  • LAVENA PONTE TRESA - 28/07/2019
    Match 8+

Partners FIC

canottaggio.org
Testata giornalistica registrata al Tribunale di Roma in data 12 giugno 2007 al n. 234
Direttore responsabile:
Claudio Tranquilli
Contatti: Tel. +39.3666879879 - e-mail:
ufficiostampa@canottaggio.org
Redazione: Luigi Mancini - Niccolò Bagnoli
Webmaster: Enrico Bozzello

Facebook - Twitter - Instagram - YouTube

Federazione Italiana Canottaggio - V.le Tiziano, 74 - 00196 ROMA
P.Iva 01382091005 - C.F. 05267450582

Salvo accordi scritti, le collaborazioni a www.canottaggio.org sono da considerarsi del tutto gratuite e non retribuite. La Direzione si riserva il diritto di modificare la titolazione degli articoli e di fare gli opportuni tagli redazionali al materiale pervenuto dando a questo l'impostazione grafica ritenuta più opportuna. Gli articoli firmati esprimono le opinioni degli autori e non hanno riferimento con gli orientamenti ufficiali. Tutto il materiale inviato, anche se non pubblicato, non sarà  restituito.
E' autorizzata la riproduzione, anche parziale, sempreché venga citata la fonte
www.canottaggio.org e/o i vari credit fotografici dei collaboratori della testata.