Ancora una settimana di lavoro per il Gruppo Para-Rowing


ROMA, 23 febbraio 2016 - Dall’otto febbraio, e ancora per una settimana, il gruppo paralimpico del Para-Rowing è impegnato nel percorso di preparazione atletica e valutazioni tecniche del programma di allenamento organizzato presso le strutture del Salaria Sport Village di Roma. Gli atleti delle categorie AS e LTA, maschile e femminile, già qualificati vengono seguiti dal Capo Settore Dario Naccari, coadiuvato da Cristina Ansaldi e Giovanni Santaniello, che oltre alla preparazione tecnica segue anche la situazione medico-sportiva che viene monitorata sia durante gli allenamenti e sia nei momenti di riposo. Un lavoro continuo che mette a dura prova la resistenza fisica e la carica emotiva degli atleti i quali, fra alti e bassi, fanno leva sulla loro forza e sull'affiatamento di tutta la squadra che risulta la vera carta vincente dell’intero gruppo di atleti paralimpici.

Sempre in questo periodo si stanno svolgendo le visite mediche per le Paralimpiadi di Rio de Janeiro. Anche gli atleti del doppio TA, in preparazione in sede separata, stanno affinando l'allenamento in vista delle qualificazioni in programma a Gavirate. Al Salaria, sede di raduno, arriveranno questa settimana anche gli atleti Romina Modena e Marco Del Bene che saranno seguiti da Pierangelo Ariberti e Antonio Coppola. Un gruppo di lavoro, quindi, deciso e concentrato per affrontare i prossimi impegni nazionali e internazionali che culmineranno, fra 197 giorni, con i Giochi Paralimpici di Rio de Janeiro.




LEGENDA PARA-ROWING

LTA (LEGS–TRUNK–ARMS): l’atleta utilizza tutto il corpo: gambe, tronco e braccia. Appartengono a questa categoria atleti ed atlete non vedenti, amputati ad un arto o con altre minime disabilità fisiche.
 
TA (TRUNK–ARMS): l’atleta utilizza solo il tronco e le braccia. Appartengono a questa categoria gli atleti e le atlete che non hanno l’uso delle gambe o gli amputati a tutti e due gli arti inferiori
 
AS (ARMS-SHOULDERS): l’atleta utilizza solo le braccia e le spalle. Appartengono a questa categoria tutti gli atleti e le atlete che hanno subito lesioni alla colonna vertebrale e compromesso l’uso delle gambe e del tronco.

Partners FIC

canottaggio.org
Testata giornalistica registrata al Tribunale di Roma in data 12 giugno 2007 al n. 234
Direttore responsabile:
Claudio Tranquilli
Contatti: Tel. +39.3666879879 - e-mail:
ufficiostampa@canottaggio.org
Redazione: Luigi Mancini - Niccolò Bagnoli
Webmaster: Enrico Bozzello

Facebook - Twitter - Instagram - YouTube

Federazione Italiana Canottaggio - V.le Tiziano, 74 - 00196 ROMA
P.Iva 01382091005 - C.F. 05267450582

Salvo accordi scritti, le collaborazioni a www.canottaggio.org sono da considerarsi del tutto gratuite e non retribuite. La Direzione si riserva il diritto di modificare la titolazione degli articoli e di fare gli opportuni tagli redazionali al materiale pervenuto dando a questo l'impostazione grafica ritenuta più opportuna. Gli articoli firmati esprimono le opinioni degli autori e non hanno riferimento con gli orientamenti ufficiali. Tutto il materiale inviato, anche se non pubblicato, non sarà  restituito.
E' autorizzata la riproduzione, anche parziale, sempreché venga citata la fonte
www.canottaggio.org e/o i vari credit fotografici dei collaboratori della testata.