Finalmente Filippo: è campione italiano indoor


MOLTRASIO, 13 gennaio 2016 - Filippo questa volta non ha aspettato l’estate, il suo compleanno, l’ennesima edizione dei tricolori in acqua tra Nord e Sud. Filippo Mondelli questa volta è campione d’Italia prima di tutti e tutto. Finalmente, dopo 18 tentativi, ai campionati italiani di indoor rowing o, se vogliamo, di remergometro, a San Miniato, Filippo Mondelli ha vestito la maglia bianca di più forte.

Lo scudetto formalmente è stato tra gli Under23, davanti a compagni iridati come Jacopo Macini e Nicolò Pagani, ma in realtà, guardando il cronometro, Filippo in quei 2000 metri al chiuso, tutti in fila, contro una macchina, è stato il più forte di tutti, con il miglior tempo assoluto: 5’55”70. E addirittura la prima cosa che dice è che il tempo non è buono, si poteva puntare al record italiano di tre secondi più basso, ma dopo i 1500 è mancato l’ultimo abbrivio. Una ciliegina mancata che non rovina questa torta tanto attesa, composta da 18 strati, come 18 sono stati i campionati italiani cui Filippo ha partecipato per ottenere la sua fetta. “Il 18 mi porta fortuna: è il giorno del mio compleanno, la gara di domenica era la numero 18 della giornata e al mio 18° campionato ho vinto finalmente l’oro”. Perché Filippo non ha solo partecipato in tutti questi anni: ha vinto 7 argenti e 2 bronzi, ha accarezzato il successo che poi si è presentato ripagato e centuplicato con la vittoria del Mondiale U23 lo scorso anno. Ma ora quel titolo, campione italiano, spetta anche a lui e sul podio a San Miniato, tra la fatica e forse l’incredulità, svettava come un gigante.

Un gigante buono, che lavora sempre, che non aveva preparato questa gara, uscendo in barca fino al giorno prima, inseguendo un posto che gli spetterebbe perché è giovane, perché sta migliorando nei dettagli e nei tempi, perché è campione del mondo. E campione italiano. Prima di pensare al tricolore in acqua, prima di sognare Tris, TRio e Rio, Filippo ringrazia, come sempre. Ringrazia i suoi allenatori, Carlino Del Piccolo e soprattutto Alberto Tabacco, che lo ha portato fin lì e che è stato premiato proprio lo stesso giorno all’assemblea dell’ANAC per averlo guidato così bene; ringrazia Claudio Romagnoli, che nella supervisione agli allenamenti di Sara Magnaghi, ha voluto seguire anche Filippo e lo ha fatto crescere molto; ringrazia la sua famiglia naturalmente, campioni italiani quanto lui per affetto e fiducia. L’anno è iniziato presto, è iniziato bene: l’ha iniziato Filippo.
 
 

Francesca Caminada
Canottieri Moltrasio


 

Partners FIC

canottaggio.org
Testata giornalistica registrata al Tribunale di Roma in data 12 giugno 2007 al n. 234
Direttore responsabile:
Claudio Tranquilli
Contatti: Tel. +39.3666879879 - e-mail:
ufficiostampa@canottaggio.org
Redazione: Niccolò Bagnoli - Luigi Mancini - Camilla Frigerio
Webmaster: Enrico Bozzello

Facebook - Twitter - Instagram - YouTube - Linkedin - Telegram

Federazione Italiana Canottaggio - V.le Tiziano, 74 - 00196 ROMA
P.Iva 01382091005 - C.F. 05267450582

Salvo accordi scritti, le collaborazioni a www.canottaggio.org sono da considerarsi del tutto gratuite e non retribuite. La Direzione si riserva il diritto di modificare la titolazione degli articoli e di fare gli opportuni tagli redazionali al materiale pervenuto dando a questo l'impostazione grafica ritenuta più opportuna. Gli articoli firmati esprimono le opinioni degli autori e non hanno riferimento con gli orientamenti ufficiali. Tutto il materiale inviato, anche se non pubblicato, non sarà  restituito.
E' autorizzata la riproduzione, anche parziale, sempreché venga citata la fonte
www.canottaggio.org e/o i vari credit fotografici dei collaboratori della testata.