Primi due titoli italiani 2016 per la Società Canottieri "Firenze": a San
 Miniato trionfo indoor per Dini e Caselli


FIRENZE, 11 gennaio 2016 - Doppietta tricolore per la Società Canottieri "Firenze" ai Campionati Italiani Indoor Rowing che si sono svolti ieri a San Miniato (Pisa). Nella categoria Ragazzi, prestazione maiuscola per il giovanissimo Federico Dini, che completando i 2000 metri del percorso in 6' 22" e 3 decimi ha conquistato il titolo nella gara più partecipata, ben 46 atleti al via. Il giovane atleta ha inoltre raggiunto il suo nuovo record personale distaccando di ben otto secondi e mezzo il secondo classificato, Mario Cella della Canottieri Napoli. Terzo posto per Lorenzo Lari del Pontedera. Con questa prestazione Dini, al secondo titolo italiano in carriera dopo quello Junior di fondo conquistato lo scorso anno sul quattro senza, si candida ad essere uno dei protagonisti della stagione non solo in campo nazionale, dove potrebbe ambire a importanti risultati sul singolo, ma anche internazionale, tra gli Junior, dove ha tutte le carte in regola per entrare in pianta stabile tra gli azzurri.

Il secondo successo biancorosso è stato firmato da Fabrizio Caselli nella categoria Para-rowing AS (voga solo braccia). Al decimo titolo italiano conquistato, Caselli ha dovuto faticare più del dovuto per avere la meglio su Marco Del Bene del Pontedera, medaglia d'argento sul traguardo a soli tre decimi dal canottiere mugellano; terzo posto per Sergio Emilio Bartolini del Ravenna. Alla fine comunque la vittoria è arrivata, con tanto di titolo italiano: con 4' 07" e 6 decimi, sui 1000 metri di gara previsti dal programma Para-rowing, Caselli ha battuto il primato italiano di categoria, da lui stesso siglato a Brindisi nel 2014. Questo successo è solo il primo tassello per la cruciale stagione del pararower biancorosso, che a settembre sarà a Rio de Janeiro in gara per i Giochi Paralimpici.

A San Miniato per la "Firenze" non è però mancato un po’ di amaro in bocca: Leonardo Pietra Caprina, fresco di passaggio tra gli Under 23 dopo aver conquistato tra gli Junior due argenti e un bronzo a livello mondiale, nella sua nuova categoria si è reso protagonista di una clamorosa prestazione, che lo ha portato ad abbattere il proprio record personale e a lambire il muro dei 6’: il suo 6' 01" e 6 decimi non è però stato bastato per salire sul podio nella gara vinta da Filippo Mondelli della Moltrasio.

Per quanto riguarda gli altri biancorossi impegnati nei Campionati Italiani, Dario Favilli, come Pietra Caprina passato Under 23 dopo una carriera da Junior che lo ha portato a conquistare il titolo mondiale nel 2014 sul quattro con e l'argento l'anno seguente, è arrivato ottavo tra i Senior, mentre Damiano Di Iorio e Matteo Bulli hanno conquistato rispettivamente la decima e la quindicesima posizione nei Para-rowing LTA ID; Umberto Parducci si è piazzato diciottesimo nella gara Ragazzi vinta da Dini, dove l'altro fiorentino Edoardo Capolino ha chiuso al ventottesimo posto.



Ufficio Stampa Società Canottieri "Firenze"


Foto canottaggio.org: Fabrizio Caselli e Federico Dini sul podio dei Campionati Italiani; nella foto in azione, Leonardo Pietra Caprina.



 

Partners FIC

canottaggio.org
Testata giornalistica registrata al Tribunale di Roma in data 12 giugno 2007 al n. 234
Direttore responsabile:
Claudio Tranquilli
Contatti: Tel. +39.3666879879 - e-mail:
ufficiostampa@canottaggio.org
Redazione: Niccolò Bagnoli - Luigi Mancini - Camilla Frigerio
Webmaster: Enrico Bozzello

Facebook - Twitter - Instagram - YouTube - Linkedin - Telegram

Federazione Italiana Canottaggio - V.le Tiziano, 74 - 00196 ROMA
P.Iva 01382091005 - C.F. 05267450582

Salvo accordi scritti, le collaborazioni a www.canottaggio.org sono da considerarsi del tutto gratuite e non retribuite. La Direzione si riserva il diritto di modificare la titolazione degli articoli e di fare gli opportuni tagli redazionali al materiale pervenuto dando a questo l'impostazione grafica ritenuta più opportuna. Gli articoli firmati esprimono le opinioni degli autori e non hanno riferimento con gli orientamenti ufficiali. Tutto il materiale inviato, anche se non pubblicato, non sarà  restituito.
E' autorizzata la riproduzione, anche parziale, sempreché venga citata la fonte
www.canottaggio.org e/o i vari credit fotografici dei collaboratori della testata.