La TRio 2016 diventa ancora più TRio e fa tris!


ROMA, 04 gennaio 2016 - Non è un rompicapo e non è nemmeno nulla di trascendentale: la TRio, acronimo che significa tre gare per Rio 2016, invece di essere disputata in due appuntamenti, come avvenuto nel triennio appena concluso, quest’anno vedrà aggiungersene un terzo. Ovviamente, per ragioni di calendario agonistico, il terzo appuntamento con la regata di Alta Qualificazione non può coincidere con un evento nazionale ed ecco spuntare il periodo invernale che coincide, invece, col mese di febbraio. La prima TRio2016 dell’anno si svolgerà, infatti, sempre a Piediluco, da venerdì 5 a domenica 7 febbraio con la consueta formula delle tre gare a testa con relative qualificazioni e finali. Insomma, il classico tour de force selettivo che, di fatto, è la TRio2016.

Una regata riservata a tutti gli atleti convocati nel Gruppo Olimpico che terminerà la sua “vita” con le tre manifestazioni previste per questo anno agonistico. Ma vediamo i periodi cercando di intuire a cosa potrebbero essere finalizzati i tre appuntamenti. Tutto l’anno agonistico internazionale è “schiacciato” verso il basso per dare modo alle squadre di potersi preparare al meglio in vista dei Giochi Olimpici ed ecco, quindi, che questa TRio supplementare altro non è che un banco di prova in più sulla distanza dei 2000 metri in vista del prosieguo della preparazione che andrà avanti fino ad arrivare alla TRio di Marzo, la prima inserita nel calendario agonistico 2016, che si disputerà sempre a Piediluco, come consuetudine, insieme al 1° Meeting Nazionale dal 18 al 20.

In questa occasione gli atleti si giocheranno la prima posta in palio: la partecipazione al Memorial Paolo d’Aloja, programmato dal 1° al 3 aprile, e subito dopo arriva il primo appuntamento di Coppa del Mondo al quale la nazionale dovrebbe partecipare copiosa. All’appuntamento con la Coppa del Mondo di Varese, previsto dal 15 al 17 aprile, parteciperanno anche gli equipaggi che affronteranno, dal 22 al 25 maggio, le qualificazioni olimpiche, mentre si potrebbero cominciare a delineare anche le formazioni olimpiche delle barche qualificate.

Terminate le qualificazioni, nuovamente tutti a Piediluco per affrontare la terza, la seconda in calendario, e ultima TRio del 2016. La Regata di Alta Qualificazione è programmata dal 3 al 5 giugno e dovrebbe definire, di fatto, la squadra olimpica che parteciperà alla terza Prova di Coppa del Mondo di Poznan (Polonia) dal 17 al 19 giugno. Dal 20 giugno l’obiettivo sono solo le Olimpiadi per le quali tutta la nazionale avrà un mese e mezzo di preparazione. Dal 6 al 14 agosto Rio de Janeiro sarà il palcoscenico finale per il canottaggio italiano: il culmine di un quadriennio straordinario dove gli atleti in azzurro sono continuati ad aumentare in ogni categoria. Ecco, questo dovrebbe essere il percorso per le tre TRio a meno di cambiamenti che la Direzione Tecnica potrebbe apportare durante l’anno che è già iniziato.

Partners FIC

canottaggio.org
Testata giornalistica registrata al Tribunale di Roma in data 12 giugno 2007 al n. 234
Direttore responsabile:
Claudio Tranquilli
Contatti: Tel. +39.3666879879 - e-mail:
ufficiostampa@canottaggio.org
Redazione: Luigi Mancini - Niccolò Bagnoli
Webmaster: Enrico Bozzello

Facebook - Twitter - Instagram - YouTube - Linkedin - Telegram

Federazione Italiana Canottaggio - V.le Tiziano, 74 - 00196 ROMA
P.Iva 01382091005 - C.F. 05267450582

Salvo accordi scritti, le collaborazioni a www.canottaggio.org sono da considerarsi del tutto gratuite e non retribuite. La Direzione si riserva il diritto di modificare la titolazione degli articoli e di fare gli opportuni tagli redazionali al materiale pervenuto dando a questo l'impostazione grafica ritenuta più opportuna. Gli articoli firmati esprimono le opinioni degli autori e non hanno riferimento con gli orientamenti ufficiali. Tutto il materiale inviato, anche se non pubblicato, non sarà  restituito.
E' autorizzata la riproduzione, anche parziale, sempreché venga citata la fonte
www.canottaggio.org e/o i vari credit fotografici dei collaboratori della testata.