Il FVG ai Tricolori Coastal


TRIESTE, 10 ottobre 2016 - 5 i titoli conquistati da Saturnia, Ginnastica Triestina e Timavo ed il sesto ad appannaggio di un triestino targato Canottieri Padova promuovono Trieste ed il Friuli Venezia Giulia, reginette del coastal rowing nazionale sia organizzato che vogato, ai Campionati Italiani che sabato e domenica si sono svolti a Lignano, sapientemente gestiti dalla locale Canottieri del Presidente Alessandro Lorenzon di concerto con il Comitato Regionale della Federcanottaggio di Massimiliano d'Ambrosi. Vento sostenuto da nord est e mare con onda formata hanno fatto da cornice all'11° edizione dei Tricolori di canottaggio costiero, mettendo alla prova gli oltre 300 concorrenti giunti da tutta Italia in rappresentanza di 34 società. Un'edizione giocata in casa che ha decretato vincitrice la nostra regione nei confronti in particolare della Liguria, avversari da sempre, in questa disciplina. In campo maschile era tra Saturnia ed Elpis Genova il primo scontro diretto sin dalle prime battute nel 4 di coppia con timoniere, con Duchich, Mansutti, Morganti, Ghezzo, timoniere Gioia, che prendevano già sul primo lato un vantaggio sui genovesi che poi cresceva in modo esponenziale lungo i 6600 metri di gara, complici la miglior interpretazione dell'onda e la sapiente tattica di gara. Molto bene anche la formazione più giovane del club barcolano di Accatino, Flego, Ferrio, Prelazzi, timoniere Ruggiu, che privi di timori reverenziali andavano all'attacco di equipaggi più esperti. Sul traguardo transitava per prima Saturnia I con 49” di vantaggio sull'Elpis, mentre Saturnia II si aggiudicava il bronzo ad 1'41” dai vincitori. Nel doppio la sfida era in casa tra gli azzurri Sfiligoi e Tedesco (Saturnia), ed i biancocelesti della Ginnastica Milos e Donat. Partenza decisa dei due armi regionali che si scrollavano ben presto di dosso Padova e tre armi liguri. Passavano in prima boa in testa gli atleti del Saturnia con la Ginnastica alle calcagna, facendo entrambi il vuoto dietro a sé. La leadership della regata subiva un cambiamento dopo il terzo lato quando complice un errore tecnico dei battistrada, ne approfittavano i due atleti della Sacchetta portandosi al comando e non lasciandosi avvicinare fin sul traguardo transitando in prima posizione, conquistando così il titolo italiano (per Milos il terzo con tre casacche diverse), al Saturnia l'argento a 32” dai vincitori. Nel singolo partiva con i favori del pronostico il triestino Simone Martini (Canottieri Padova), che doveva guardarsi nei primi lati del percorso da Parma (Saturnia) ed il ligure Fabbi (Moltedo). Gara durissima con il vento che nel frattempo era rinforzato ed il terzetto che procedeva a pochissima distanza uno dall'altro. Sull'ultimo lato la lotta per il titolo era tra Martini e Fabbi che sgomitando si faceva largo prendendo un esiguo vantaggio. Negli ultimi 200 metri che precedevano la parte di corsa sulla spiaggia, insisteva Martini fino all'ultimo, mentre il ligure anticipava di troppo la discesa dalla barca, e l'atleta della Canottieri Padova lo beffava negli ultimi metri della corsa soffiandogli il titolo. Nel 4 di coppia al femminile, bella gara delle monfalconesi della Timavo Buttignon, Lise I., Lise S., Locci, timoniere Polez, seppur poco avvezze al mare formato, dopo le scaramucce della partenza prendevano d'autorità un vantaggio nei confronti delle genovesi del Rowing Club, che mantenevano fino in fondo, consegnando 1'27” alle avversarie. Nel doppio le nazionali Millo e Molinaro (Saturnia), facevano sin dal primo lato gara a sé, controllando a distanza le liguri del Murcarolo, che poi sul traguardo sarebbero arrivate con 1'41” di ritardo. Non era una gara molto affollata, ma non per questo meno combattuta quella del singolo femminile, con la Denich (Sgt), la padovana Faggin e la triestina della Cavallini Cozzarini a darsi battaglia. Viaggiavano molto vicine le tre sculler, con l'atleta biancoceleste che decideva di imporre il suo ritmo passando a condurre, mentre alle sue spalle si scatenava la bagarre per le posizioni di rincalzo. Si distendeva la Denich sui lati lunghi, virando decisa in boa con un occhio alle due dirette inseguitrici. Sul traguardo passava per prima l'atleta della Ginnastica, con 24” di vantaggio sulla Faggin, terza la Cozzarini a 53”. Tra le master, titolo tricolore per l'Adria di Passeri, Stradi, Favento, Miani, timoniere Devetti nel 4 di coppia con il timoniere.
I risultati: Categoria senior. ORO: 4 di coppia maschile Duchich, Mansutti, Morganti, Ghezzo, timoniere Gioia . (Saturnia); doppio maschile: Donat, Milos (Sgt); 4 di coppia femminile: Buttignon, Lise I., Lise S., Locci, timoniere Polez (Timavo), doppio femminile. Millo, Molinaro (Saturnia); singolo maschile: Denich (Sgt); ARGENTO: doppio maschile: Sfiligoi, Tedesco (Saturnia); BRONZO: 4 di coppia maschile. Accatino, Flego, Ferrio, Prelazzi, timoniere Ruggiu (Saturnia); singolo maschile: Parma (Saturnia). Categoria Master. Oro al 4 di coppia con timoniere femminile underv 43 dell'Adria di Passeri, Stradi, Favento, Miani, timoniere Devetti;argento al 4 di coppia maschile 43/54 misto Timavo/Saturnia De Pol, Miniussi, Romano, Signorelli, timoniere Polez; doppio under 43 maschile del Saturnia Clagnaz, Trevisan, bronzo alla Mammetti (Saturnia) nel 4 di coppia master femminile in equipaggio misto con Sanremo; doppio under 43 femminile Bolognini, Nespolo (Sgt); singolo under 43 femminile Fichtner (Sgt); doppio maschile under 43 della Pullino Stadari, Millo; Berti (Timavo) in equipaggio misto con Palermo.


Maurizio Ustolin
Ufficio Stampa FIC FVG

  

   



  

Partners FIC

canottaggio.org
Testata giornalistica registrata al Tribunale di Roma in data 12 giugno 2007 al n. 234
Direttore responsabile:
Claudio Tranquilli
Contatti: Tel. +39.3666879879 - e-mail:
ufficiostampa@canottaggio.org
Redazione: Luigi Mancini - Niccolò Bagnoli
Webmaster: Enrico Bozzello

Facebook - Twitter - Instagram - YouTube - Linkedin - Telegram

Federazione Italiana Canottaggio - V.le Tiziano, 74 - 00196 ROMA
P.Iva 01382091005 - C.F. 05267450582

Salvo accordi scritti, le collaborazioni a www.canottaggio.org sono da considerarsi del tutto gratuite e non retribuite. La Direzione si riserva il diritto di modificare la titolazione degli articoli e di fare gli opportuni tagli redazionali al materiale pervenuto dando a questo l'impostazione grafica ritenuta più opportuna. Gli articoli firmati esprimono le opinioni degli autori e non hanno riferimento con gli orientamenti ufficiali. Tutto il materiale inviato, anche se non pubblicato, non sarà  restituito.
E' autorizzata la riproduzione, anche parziale, sempreché venga citata la fonte
www.canottaggio.org e/o i vari credit fotografici dei collaboratori della testata.