Mondiali Coastal Rowing a Lima. Argento per Gigliobianco e il 4 di
 coppia del Saturnia, bronzo per il quadruplo dell'Elpis


LIMA, 14 novembre 2015 - Tre medaglie, due d'argento e una di bronzo: è questo il bottino con cui le società italiane rientrano al termine del Campionato Mondiale 2015 di Coastal Rowing, il canottaggio costiero, concluso questa sera a Lima (Perù). La prima medaglia d'argento giunge dal singolo femminile, grazie a Selene Gigliobianco (SC Elpis) che conferma così le buone impressioni fornite ieri in batteria. La sculler ligure è stata autrice di una regata d'attacco e ha concluso i sei chilometri del percorso alle spalle solamente della francese Jessica Berra, che ha così confermato il titolo conquistato lo scorso anno in Grecia. Sesto posto per l'altra singolista italiana in gara, Veronica Paccagnella (SS Murcarolo).

Le altre due medaglie arrivano nella specialità ammiraglia maschile del coastal, il quattro di coppia, al termine di una regata aspra e combattuta che si è decisa praticamente sul traguardo. A imporsi è stato l'equipaggio della SN Monaco, che ha preceduto i campioni in carica del CC Saturnia (Mansutti, Ferrarese, Tedesco, Brezzi Villi, tim. Gioia), mentre al terzo posto si sono classificati i campioni d'Italia della SC Elpis (Mumolo, Marchetti, Perino, Casaccia Gibelli, tim. Plos), che hanno replicato il risultato ottenuto nel 2014.

Un po' di amaro in bocca per il risultato del singolo maschile, dove i club italiani nutrivano legittime aspirazioni di podio soprattutto alla luce delle prestazioni fornite ieri nel corso delle eliminatorie. I nostri canottieri si sono invece dovuti contentare delle posizioni di rincalzo in una finale dominata dagli spagnoli (primo Miramon e terzo Ferrer) con i padroni di casa del Perù a giore per il secondo posto di Linares. Retrocessi per penalità gli svedesi Gustavsson (primo al traguardo) e il campione uscente Berg (transitato in terza posizione). Simone Martini (SC Padova) ha concluso al quarto posto, Stefano Morosinato (Nazario Sauro) al sesto e Rosario Panteca (Nazario Sauro), all'undicesimo. Da segnalare per Martini e Morosinato una collisione avvenuta al primo giro di boa con la barca del cubano Angel Fournier Rodriguez, che li ha costretti ad un pesante handicap che ha condizionato il prosieguo della loro regata.

Giallo nella finale del doppio maschile: subito in partenza il doppio del Saturnia (Federico Parma, Federico Duchich), tra i favoriti della vigilia dopo la vittoria di ieri in batteria, viene ostacolato dagli spagnoli, deve rallentare e va in collisione con una barca peruviana, perdendo molte posizioni. Da questo punto inizia una rimonta difficile ma costante che li porta fino al quarto posto finale. Il Saturnia, attraverso il tecnico Spartaco Barbo, sporge reclamo contro la Spagna, giunta seconda, ma la Giuria lo respinge confermando l'ordine di arrivo. La medaglia d'oro della specialità va alla barca della SN Monaco di Quentin Antognelli e dell'italiano Giuseppe Alberti, già campione mondiale in singolo a Bari 2011. Quinto posto per i campioni uscenti, Federico e Francesco Garibaldi (SC Elpis) e ottavo per Andrea Milos e Stefano Donat (CMM Naziario Sauro).


Nelle immagini: il podio del singolo femminile; il podio del 4 di coppia maschile; Simone Martini; il doppio del Saturnia

 

Partners FIC

canottaggio.org
Testata giornalistica registrata al Tribunale di Roma in data 12 giugno 2007 al n. 234
Direttore responsabile:
Claudio Tranquilli
Contatti: Tel. +39.3666879879 - e-mail:
ufficiostampa@canottaggio.org
Redazione: Luigi Mancini - Niccolò Bagnoli
Webmaster: Enrico Bozzello

Facebook - Twitter - Instagram - YouTube - Linkedin - Telegram

Federazione Italiana Canottaggio - V.le Tiziano, 74 - 00196 ROMA
P.Iva 01382091005 - C.F. 05267450582

Salvo accordi scritti, le collaborazioni a www.canottaggio.org sono da considerarsi del tutto gratuite e non retribuite. La Direzione si riserva il diritto di modificare la titolazione degli articoli e di fare gli opportuni tagli redazionali al materiale pervenuto dando a questo l'impostazione grafica ritenuta più opportuna. Gli articoli firmati esprimono le opinioni degli autori e non hanno riferimento con gli orientamenti ufficiali. Tutto il materiale inviato, anche se non pubblicato, non sarà  restituito.
E' autorizzata la riproduzione, anche parziale, sempreché venga citata la fonte
www.canottaggio.org e/o i vari credit fotografici dei collaboratori della testata.