A Zagabria il XXI Match con Trieste


TRIESTE, 12 ottobre 2015 - Si è svolta domenica mattina il tradizionale Match Trieste/Zagabria di canottaggio. Nato nel 1972 come incontro tra città sede di Fiere Campionarie, dedicato alla categoria seniores, la manifestazione trovava nel 1986 l'ultimo atto di un primo capitolo della sua storia vissuta sul confronto a Trieste sul campo di Barcola ed a Zagabria sulla Sava. Il Match risorgeva a nuova vita nel 2005 per volontà soprattutto del Comitato Regionale del Friuli Venezia Giulia, e con un programma dedicato ad atleti juniores.

Negli ultimi anni un ulteriore cambiamento che vedeva la distanza passare dai canonici 2000 metri allo sprint dei 500 metri, in modo da poter sfruttare campi di gara alternativi e di grande impatto ecologico, mentre la squadra del Match gareggiava in 5 discipline: singolo femminile e singolo maschile, doppio femminile e due senza maschile e 4 di coppia misto (2 maschi e 2 femmine).

Dopo un allenamento, sabato pomeriggio, sul bacino dello Jarun a Zagabria, le due squadre si trasferivano domenica mattina a Ozalj, un paese a nord-ovest di Karlovac, sul fiume Kupa, che lungo il suo percorso di quasi 300 km, alterna il suo corso tra Slovenia e Croazia. Per rendere più snello il programma, causa anche le condizioni meteo, le due rappresentative concordavano di disputare tre manche in gig a 4 sui 500 metri, con corrente contraria, in formazioni miste (2 maschi e 2 femmine), cambiando gli equipaggi ad ogni manche. Un percorso sprint dal ponte prima della diga della Centrale Idroelettrica (neogotica costruita nel 1908), fino a sotto al Castello a picco sul fiume Kupa. Una squadra esperta quella triestina, accompagnata dal Presidente regionale d'Ambrosi, da Brugnera per la Commissione Tecnica e Michelazzi Team Manager.

Nella prima gara, Flego, Accatino, Millo e Molinaro partivano con cautela, attaccavano a metà gara gli avversari mettendo la prua davanti; reagivano però i padroni di casa all'attacco di Trieste che riuscivano a superare sul fotofinish. Nella seconda prova, cambiavano le formazioni, e si assisteva ad una vittoria netta della barca croata che controllava dalla partenza all'arrivo Trieste di Prelazzi, Accatino, Sansa e Millo. Nell'ultima manche, Flego, Prelazzi, Sansa e Molinaro partivano con maggior decisione, controllavano la barca avversaria, e poi sul finale incrementavano il vantaggio e chiudevano con una barca di distacco sugli avversari. Il 2 a 1 consentiva a Zagabria di chiudere a suo favore il XXI Match, dando appuntamento sul campo di gara triestino per il confronto del prossimo anno.



Maurizio Ustolin
Ufficio Stampa Comitato FIC FVG

 

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
   

Prossime Regate

  • BARDOLINO - 12-13/10/2019
    Campionati Italiano in Tipo Regolamentare Trofeo del Mare Senior Junior Ragazzi in GIG4X+ Campionato Italiano in Tipo Regolamentare Master
    RISULTATI Domenica
    RISULTATI Sabato
  • BRISBANE - 12-19/10/2019
    INAS Global Games
    RISULTATI e START LIST

Partners FIC

canottaggio.org
Testata giornalistica registrata al Tribunale di Roma in data 12 giugno 2007 al n. 234
Direttore responsabile:
Claudio Tranquilli
Contatti: Tel. +39.3666879879 - e-mail:
ufficiostampa@canottaggio.org
Redazione: Luigi Mancini - Niccolò Bagnoli
Webmaster: Enrico Bozzello

Facebook - Twitter - Instagram - YouTube - Linkedin - Telegram

Federazione Italiana Canottaggio - V.le Tiziano, 74 - 00196 ROMA
P.Iva 01382091005 - C.F. 05267450582

Salvo accordi scritti, le collaborazioni a www.canottaggio.org sono da considerarsi del tutto gratuite e non retribuite. La Direzione si riserva il diritto di modificare la titolazione degli articoli e di fare gli opportuni tagli redazionali al materiale pervenuto dando a questo l'impostazione grafica ritenuta più opportuna. Gli articoli firmati esprimono le opinioni degli autori e non hanno riferimento con gli orientamenti ufficiali. Tutto il materiale inviato, anche se non pubblicato, non sarà  restituito.
E' autorizzata la riproduzione, anche parziale, sempreché venga citata la fonte
www.canottaggio.org e/o i vari credit fotografici dei collaboratori della testata.