Coastal Rowing: ecco i neocampioni d'Italia nelle acque del lago
 Maggiore tra Luino e Maccagno


LUINO, 12 ottobre 2015 - Conclusi ieri sul lago Maggiore, tra Luino e Maccagno, i Campionati Italiani di Coastal Rowing, curati dalla Canottieri Luino con la collaborazione dell'Unione Velica Maccagno ed il patrocinio del Comune di Maccagno con Pino e Veddasca e del Comune di Luino assieme a Provincia di Varese, Comunità Montana Valli del Verbano e Regione Lombardia. In acqua 263 vogatori (277 atleti/gara) in rappresentanza di ben 34 società su un percorso di 6600 metri (3600 per le prove eliminatorie). "Location apprezzata, possibilità di vedere quasi tutto il percorso e, inoltre, una grande attenzione all'aspetto della sicurezza con un notevole impiego di mezzi grazie ad AREU 112 Lombardia - sottolinea il presidente della Canottieri Luino Luigi Manzo - Sono molto soddisfatto e ringrazio tutto il mio staff per l'entusiastica collaborazione perché è grazie a questo splendido lavoro di squadra che abbiamo ottenuto tanti complimenti dai partecipanti". Da sottolineare anche l'apporto della Protezione Civile di Luino, con l'allestimento delle tensostrutture, e dell'Istituto Superiore "Città di Luino" oltre naturalmente al Cantiere Filippi per le barche a disposizione, in loco, per gli equipaggi.

Numerose conferme e qualche grossa sorpresa hanno caratterizzato le finali della categoria senior. Nel quattro di coppia maschile con timoniere un'inarrestabile Canottieri Elpis, composta per tre quarti (Giorgio Casaccia Gibelli, Enrico Perino, Davide Mumolo) dall'equipaggio bronzo agli scorsi mondiali, insieme al fresco campione italiano in tipo regolamentare Edoardo Marchetti e con Massimo Moscatelli al timone, ha scalzato dal trono nazionale i campioni mondiali in carica del CC Saturnia Lorenzo Tedesco, Alessandro Mansutti, Simone Ferrarese, Nicholas Brezzi Villi e il timoniere Stefano Gioia i quali, probabilmente, saranno nuovamente in gara sulle acque di Lima (Perù) a metà novembre per difendere il proprio titolo ai Mondiali 2015. L'equipaggio genovese, al termine dei 6600 metri del percorso, ha avuto la meglio per soli quattro secondi e otto decimi, togliendo così il titolo tricolore della specialità al Saturnia che lo deteneva dal 2013. Al terzo posto la SC Lario, che imbarcava i campioni del mondo Under 23 2015 Lorenzo e Davide Gerosa. La società del Presidente Pietro Dagnino bissa il titolo vincendo anche nel doppio maschile grazie ai campioni del mondo 2014, i fratelli Francesco e Federico Garibaldi, che hanno avuto la meglio ancora su un equipaggio del Saturnia (Federico Parma e Michele Ghezzo) e sui vicecampioni del mondo Stefano Donat e Andrea Milos (Nazario Sauro). Pronostici confermati anche nel singolo maschile, dove il vicecampione iridato 2014 Simone Martini (SC Padova) si è imposto autorevolmente infliggendo distacchi pesanti al secondo (Stefano Morosinato-Nazario Sauro) e terzo (Marco Fabbi-Moltedo) classificato. In campo femminile, bella prova di forza nel doppio per Sara Bertolasi e Gaia Palma (SC Lario), azzurre ai Mondiali 2015 di Aiguebelette e bicampionesse italiane in 4 senza e 4 di coppia a Ravenna 2015, che hanno messo in fila SC Arolo (Mascia Marini e Giulia Mussida) e Moltedo (Chiara Maddalo e Daria Franzetti), mentre nel singolo è stata la triestina Elena Waiglein (CC Saturnia) a prevalere con oltre un minuto di vantaggio sulle corregionali Annalisa Cozzarini (Nazario Sauro) e Claudia Giacomazzi (VVF Ravalico).

Tra i Master nella categoria 43-55 maschile, bella affermazione per il misto SC Varese/SC Arolo, che si è imposto nel quattro di coppia con timoniere sugli abruzzesi della Canottieri "La Pescara" e sui padroni di casa della SC Luino. Nel doppio maschile il titolo è andato invece in Piemonte, grazie alla coppia dell'Armida che ha preceduto all'arrivo l'equipaggio della Canottieri Sanremo e quello della SC Varese. Sempre tra i maschi 43-55, netta affermazione per il CC Lazio che ha inflitto distacchi pesanti a tutti gli altri concorrenti in gara. Secondo posto all'Urania e terzo per la Cerro Sportiva. Per quanto riguarda invece la categoria under 43 maschile, da registrare nel singolo il successo del CC Saturnia, seguito nell'ordine da AC Flora e SC Arolo. Si afferma nel doppio la Cerro Sportiva, che relega sui due altri gradini del podio CC Saturnia e SC Luino, mentre nel quattro di coppia con timoniere la sfida tutta lombarda va alla SC Varese che si porta a casa il titolo di categoria concludendo la propria finale davanti a Cerro Sportiva e SC Luino. Ieri nella specialità del quattro di coppia Over 55 maschile si è imposto il misto AC Monate/GS Cavallini con un minuto di vantaggio sull'AC Sanremo e con quasi un minuto e mezzo sulla Canottieri Gavirate, giunte nell'ordine al traguardo. Nel doppio maschile Over 55 il successo è andato alla SC Arolo che ha preceduto l'equipaggio dell'AC Sanremo. Ancora Lombardia sugli scudi nella specialità del singolo maschile Over 55, con l'oro vinto dalla SC Bissolati seguita rispettivamente da LNI San Benedetto e SC Varese. Nel quattro di coppia femminile Under 43, è stato il misto AC Sanremo/DLF Chiusi ad avere la meglio sull'AC Sanremo, mentre nel quattro di coppia femminile 43-55 il misto CUS Torino/SC Arolo ha superato la resistenza delle avversarie di LNI Sestri Levante/CN Posillipo e SC Pesaro/SC Elpis, che si sono spartite gli altri due gradini del podio. Bella prestazione nel doppio femminile 43-55 per le laziali della Canottieri Ponte Mollo, che hanno messo in fila gli equipaggi di AC Sanremo e SC Varese. Il successo nel singolo femminile under 43, infine, è arriso alla rappresentante della Cerro Sportiva, giunta davanti alla Canottieri "La Pescara". Nella classifica generale a imporsi è la Canottieri Sanremo, la società più numerosa, con 214 punti davanti a Canottieri Varese (127) ed Elpis Genova (80).

Per la Canottieri Luino, quindi, tre medaglie. Tutte di bronzo: nel 4 di coppia 43-55 con Paolo Zanini, Gianluca Zonca, Luca Porrini, Alessandro Del Ferraro e, al timone, Augusta Spozio, nel 4 di coppia under 43 con Cristian Guffanti, Vincenzo Liprino, Simone Cavalcoli e Andrea Girolin (tim. Marco Lissoni) e nel doppio under 43 con Luca Concoreggi e Luca Manzo. Questa mattina, il presidente della Canottieri Luino Luigi Manzo, che ha da poco assunto l'incarico di fiduciario del CONI Regionale Alto Verbano e Ponte Tresa, insieme al Sindaco di Luino Andrea Pellicini, ha illustrato lo stato dei lavori nella sede del sodalizio, che sono in fase di ultimazione, al presidente federale Giuseppe Abbagnale. Tra le autorità, a Maccagno, anche il delegato allo sport Matteo Catenazzi mentre durante la cena di gala svoltasi all'Hotel Camin Colmegna sono intervenuti anche il sindaco di Maccagno Fabio Passera, il vicesindaco di Luino Alessandro Casali, il vicepresidente della Provincia di Varese Giorgio Ginelli, il delegato provinciale del Coni Marco Caccianiga e il presidente dell'Unione Velica Maccagno Maurizio Pocaterra.



Ufficio Stampa Canottieri Luino

Foto Cecchin/Canottaggio.org
 

Prossime Regate

  • SHENZHEN - 25-27/10/2019
    World Rowing Beach Sprint Finals CM1x e CW1x
  • VARESE - 26/10/2019
    Regata Insubria Rowing Cup
  • VARESE - 27/10/2019
    1^ tappa - Campionato Italiano di Gran Fondo e Regata Nazionale di Gran Fondo 4x e 8+
    Statistica Equipaggi gara

Partners FIC

canottaggio.org
Testata giornalistica registrata al Tribunale di Roma in data 12 giugno 2007 al n. 234
Direttore responsabile:
Claudio Tranquilli
Contatti: Tel. +39.3666879879 - e-mail:
ufficiostampa@canottaggio.org
Redazione: Luigi Mancini - Niccolò Bagnoli
Webmaster: Enrico Bozzello

Facebook - Twitter - Instagram - YouTube - Linkedin - Telegram

Federazione Italiana Canottaggio - V.le Tiziano, 74 - 00196 ROMA
P.Iva 01382091005 - C.F. 05267450582

Salvo accordi scritti, le collaborazioni a www.canottaggio.org sono da considerarsi del tutto gratuite e non retribuite. La Direzione si riserva il diritto di modificare la titolazione degli articoli e di fare gli opportuni tagli redazionali al materiale pervenuto dando a questo l'impostazione grafica ritenuta più opportuna. Gli articoli firmati esprimono le opinioni degli autori e non hanno riferimento con gli orientamenti ufficiali. Tutto il materiale inviato, anche se non pubblicato, non sarà  restituito.
E' autorizzata la riproduzione, anche parziale, sempreché venga citata la fonte
www.canottaggio.org e/o i vari credit fotografici dei collaboratori della testata.