La quinta tappa del World Rowing Tour porta i vogatori alle Isole
 Borromee e Pallanza


LUINO, 17 settembre 2015 - La tappa più lunga e faticosa del World Rowing Tour sulle acque del lago Maggiore. Ben trentacinque chilometri, tra Sesto Calende e Pallanza. Fatica ottimamente ripagata dallo splendido scenario delle Isole Borromee, molto apprezzate dai 74 vogatori in arrivo da ben 19 nazioni e protagonisti di questa settimana di sport, cultura e turismo. La quinta sessione di voga prende il via alle 9:30 quando, arrivati tutti quanti a Sesto Calende (meta di ieri), lo staff della Canottieri Luino assiste i vogatori per l'imbarco. Partenza alle ore 10 con molte nuvole in cielo, per fortuna senza pioggia. La direzione è verso Arona con passaggio successivo a Lesa. Qui si svolge la pausa pranzo con l'accoglienza da parte della Canottieri Lesa di Roberto Ferrari. Alle 13:30 gli equipaggi ricominciano a remare verso Baveno e, quindi, le Isole Borromee. I sedici 4 di coppia Coastal realizzano una sorta di 8 attorno a Isola Bella e Isola dei Pescatori. Tutto questo, prima di raggiungere Isola Madre distante meno di un chilometro da Pallanza. La locale Canottieri, con l'allenatore Mauro Petoletti e tutta la squadra, saluta tutti i canottieri stranieri e li aiuta a sistemare le imbarcazioni nella piazza principale. Verso le 17:30 è il momento di prendere il traghetto verso Laveno dove ad attenderli c'è il pullman pronto a raggiungere l'Hotel Mariuccia alla Schiranna di Varese. Opportunità quindi, per vedere il lago Maggiore sotto un'altra prospettiva.

Domattina alle 10:30 il via da Pallanza con sosta a Cannero non soltanto per il pranzo ma anche per vedere i castelli. L'arrivo a Maccagno è previsto per le 16:30. In totale 22 chilometri di percorso.

Il World Rowing Tour sul Lago Maggiore è curato dalla Canottieri Luino con la collaborazione dei club remieri italo-svizzeri del Verbano, Arolo, Pallanza e Locarno, dei partner di supporto Cannobio, Ispra, Caldè, Angera e Cannero e il sostegno organizzativo di due circoli canoistici (Circolo Sestese Canoa e Kayak e Canottieri Lesa) e velici (Unione Velica Maccagno e Associazione Velica Alto Verbano Luino). Strettissima la collaborazione con AREU Lombardia, Croce Rossa Italiana, OPSA, Società Nazionale Salvamento, Federazione Ticinese Servizi Ambulanze, Protezione Civile Luino e Sub Alto Verbano che si occupano del comparto Safety. La Security è demandata alla interconnessione sinergica dei reparti navali della Polizia Nautica Provinciale, dei Vigili del Fuoco, dei Carabinieri e della Guardia di Finanza. Qualificata anche la presenza delle aziende Partner coinvolte nel supporto degli eventi; oltre al citato Cantiere Filippi, tra i principali si annoverano ICIM, 6DVision, NovaCOOP, Autolinee Varesine e Banca Popolare di Bergamo.



Ufficio Stampa Canottieri Luino


Foto Claudio Cecchin
  
 

Prossime Regate

Partners FIC

canottaggio.org
Testata giornalistica registrata al Tribunale di Roma in data 12 giugno 2007 al n. 234
Direttore responsabile:
Claudio Tranquilli
Contatti: Tel. +39.3666879879 - e-mail:
ufficiostampa@canottaggio.org
Redazione: Luigi Mancini - Niccolò Bagnoli
Webmaster: Enrico Bozzello

Facebook - Twitter - Instagram - YouTube - Linkedin - Telegram

Federazione Italiana Canottaggio - V.le Tiziano, 74 - 00196 ROMA
P.Iva 01382091005 - C.F. 05267450582

Salvo accordi scritti, le collaborazioni a www.canottaggio.org sono da considerarsi del tutto gratuite e non retribuite. La Direzione si riserva il diritto di modificare la titolazione degli articoli e di fare gli opportuni tagli redazionali al materiale pervenuto dando a questo l'impostazione grafica ritenuta più opportuna. Gli articoli firmati esprimono le opinioni degli autori e non hanno riferimento con gli orientamenti ufficiali. Tutto il materiale inviato, anche se non pubblicato, non sarà  restituito.
E' autorizzata la riproduzione, anche parziale, sempreché venga citata la fonte
www.canottaggio.org e/o i vari credit fotografici dei collaboratori della testata.