Aiguebelette. Risultati e resoconti FINALI PARA-ROWING


AIGUEBELETTE, 03 settembre 2015 -

FINALI A

QUATTRO CON LTA MISTO – Dopo una buona partenza il quattro con LTA misto azzurro rimane lievemente indietro alle spalle di Stati Uniti, Gran Bretagna e Canada, passando a metà gara a quattro decimi dalla terza posizione. Sotto l’incitamento di “Peppiniello” Di Capua, l’armo italiano dopo i 500 metri cerca di riportarsi a ridosso della terza posizione, ma l’equipaggio canadese non molla mentre davanti inglesi e statunitensi danno vita ad un entusiasmante testa a testa per la vittoria finale. Sul traguardo per la medaglia d’oro la spunta la Gran Bretagna per soli 26 centesimi sugli Stati Uniti; Canada medaglia di bronzo, mentre l’Italia resta giù dal podio, davanti a Sudafrica e Ucraina. Italia quarta, e comunque qualificata per i Giochi Paralimpici 2016. 1. Gran Bretagna 3.19.56, 2. USA 3.19.82, 3. Canada 3.27.38, 4. Italia (Paola Protopapa, Lucilla Aglioti, Tommaso Schettino-CC Aniene, Luca Lunghi-Cus Ferrara, Giuseppe “Peppiniello” Di Capua-timoniere-CN Stabia) 3.30.98, 5. Sud Africa 3.31.83, 6. Ucraina 3.35.51

SINGOLO AS FEMMINILE – Tocca ad Eleonora De Paolis aprire il programma delle finali per l’assegnazione delle medaglie ai Mondiali di Aiguebelette. Dallo start esce bene la vicecampionessa mondiale in carica, l’israeliana Moran Samuel, che passa in testa a metà gara su Norvegia e Gran Bretagna mentre l’azzurra transita al sesto posto, distante dalla lotta per le medaglie. Ai 250 metri dal traguardo Israele subisce l’attacco della portacolori britannica, che cerca fino all’ultimo di arrivare alla medaglia d’oro ma senza successo. Oro per Israele su Gran Bretagna e Norvegia, che per il bronzo beffa il Brasile di soli 6 centesimi. Sesta l’azzurra De Paolis, che aveva già raggiunto l’obiettivo prefissato alla partenza entrando in finale e staccando così il biglietto per i Giochi Paralimpici del 2016. Italia sesta. 1. Israele 5.25.92, 2. Gran Bretagna 5.27.02, 3. Norvegia 5.31.94, 4. Brasile 5.32.00, 5. Bielorussia 5.38.39, 6. Italia (Eleonora De Paolis-CC Napoli) 5.50.92.

FINALI B

DOPPIO TA MISTO: Come per Caselli, ci vuole il secondo posto per Hoxha e Stefanoni per staccare il biglietto per Rio de Janeiro. Il doppio TA misto italiano parte attardato rispetto alle piazze valide per i pass paralimpici, occupati da Polonia e Israele, che transitano prima e seconda a metà gara, con l’Italia quinta dietro anche a Russia e Stati Uniti. Nella seconda parte di gara impazza la lotta per le prime due posizioni, la Polonia mantiene la prima posizione con l’Israele che resiste all’assalto russo mentre l’Italia, nonostante il cambio di postazioni rispetto alle batterie nel tentativo di migliorare l’assetto dell’imbarcazione, chiude staccata in quinta posizione. Per loro la prossima e ultima chance di salire sull’aereo per il Brasile è l’anno prossimo, nella regata preolimpica Para-rowing di Gavirate. Italia undicesima. 1. Polonia 4.08.77, 2. Israele 4.12.14, 3. Russia 4.14.84, 4. USA 4.23.71, 5. Italia (Daniele Stefanoni-CC Aniene, Anila Hoxha-Cus Torino) 4.31.87, 6. Giappone 5.04.18

SINGOLO AS MASCHILE: Sulla strada di Rio de Janeiro 2016 l’azzurro Fabrizio Caselli, che in acqua 4 va a caccia di uno dei primi due posti della finale B che danno accesso ai Giochi Paralimpici. Al via è la Polonia a prendere la testa della corsa, salvo poi lasciare il passo al portacolori brasiliano, con Caselli a inseguire con Corea e Germania. A metà gara meno di tre secondi separano l’azzurro dal secondo posto dell’atleta coreano mentre sembra imprendibile il Brasile. Nella seconda parte di gara esce bene dal mucchio Caselli, che risucchia il coreano lanciandosi addirittura all’inseguimento del Brasile. Il forcing del singolista italiano porta la barca azzurra in seconda posizione, il Brasile non si riprende ma basta la seconda piazza per regalare a Caselli il pass per la Paralimpiade di Rio. Italia ottava. 1. Brasile 4.57.01, 2. Italia (Fabrizio Caselli-SC Firenze) 4.58.86, 3. Corea 5.02.31, 4. Germania 5.05.02, 5. Argentina 5.07.89, 6. Polonia 5.11.90

 

Partners FIC

canottaggio.org
Testata giornalistica registrata al Tribunale di Roma in data 12 giugno 2007 al n. 234
Direttore responsabile:
Claudio Tranquilli
Contatti: Tel. +39.3666879879 - e-mail:
ufficiostampa@canottaggio.org
Redazione: Luigi Mancini - Niccolò Bagnoli
Webmaster: Enrico Bozzello

Facebook - Twitter - Instagram - YouTube - Linkedin - Telegram

Federazione Italiana Canottaggio - V.le Tiziano, 74 - 00196 ROMA
P.Iva 01382091005 - C.F. 05267450582

Salvo accordi scritti, le collaborazioni a www.canottaggio.org sono da considerarsi del tutto gratuite e non retribuite. La Direzione si riserva il diritto di modificare la titolazione degli articoli e di fare gli opportuni tagli redazionali al materiale pervenuto dando a questo l'impostazione grafica ritenuta più opportuna. Gli articoli firmati esprimono le opinioni degli autori e non hanno riferimento con gli orientamenti ufficiali. Tutto il materiale inviato, anche se non pubblicato, non sarà  restituito.
E' autorizzata la riproduzione, anche parziale, sempreché venga citata la fonte
www.canottaggio.org e/o i vari credit fotografici dei collaboratori della testata.