Terza giornata di qualificazione con due barche azzurre che passano
 il turno


AIGUEBELETTE, 01 settembre 2015 - Questa mattina in programma solo una serie di recuperi con l’Italia impegnata solo in tre specialità: due olimpiche, quattro di coppia maschile e due senza femminile; e una non olimpica, il singolo pesi leggeri femminile. Ad aprire la serie di recuperi per l’Italia è stata Giulia Pollini, atleta della Canottieri Cernobbio, che si è piazzata subito a ridosso della barca messicana che, dall’inizio alla fine, è stata al comando. Una gara che Giulia ha gestito bene anche perché era pressata, in terza posizione, dalla Svezia che ha cercato per oltre metà gara di sopravanzare l’azzurra senza riuscirci. Nel finale, oramai con la qualificazione in mano, sia il Messico che l’Italia hanno proseguito speditamente verso una semifinale che disputeranno il tre settembre.

La seconda barca a prendere il via è stata il due senza femminile di Alessandra Patelli (SC Padova) e Sara Bertolasi (SC Lario). Le due atlete sin dalle prime palate sono rimaste leggermente arretrate, ma durante la gara hanno ricuperato portandosi sempre più a ridosso della Germania che era impegnata a condurre. Prima terze, dietro alla Francia, e poi nella parte finale seconde davanti alla Francia che per un po’ sembrava aver desistito dall’attaccare le azzurre che, in ogni modo, continuavano con il loro ritmo martellante. Su finale però le azzurre non sono riuscite a contenere il ritorno improvviso della transalpine, sospinte anche dal tifo casalingo, e si sono fatte superare a ridosso del traguardo. Ne passavano due e l’Italia si è piazzata terza, mentre Germania e Francia hanno guadagnato l'accesso alla semifinale.

La terza barca in gara è stato il quattro di coppia maschile, di Simone Venier, Mario Paonessa-Fiamme Gialle, Francesco Cardaioli-SC Pacdova e Francesco Fossi-Fiamme Gialle. Autori di un recupero davvero duro e incerto fino alla fine anche se il passaggio era previsto per tre equipaggi. A fare l’andatura, senza tenere troppo conto di un percorso lungo e difficile, è stata la barca estone che è schizzata subito in avanti tallonata dalla Cina e a ruota dall’Italia. Una situazione mantenuta per i primi 500 metri, mentre prima dei 1000 metri l’Italia, sospinta dal ritorno degli USA, superano la Cina e vanno all’attacco della Estonia che reagisce e mantiene la leadership fin quasi sul traguardo quando la formazione azzurra riesce a fiaccare la sua resistenza e a superarla vincendo per meno di un secondo. In semifinale, quindi, Italia, Estonia e USA, mentre la semifinale è prevista anche per loro il 3 settembre.


 

Prossime Regate

  • BRISBANE - 12-19/10/2019
    INAS Global Games
    RISULTATI e START LIST
  • SANREMO - 19/10/2019
    Campionato del Mediterraneo Coastal Rowing - Tappa di Sanremo
  • BARDOLINO - 19/10/2019
    Regata Internazionale Esagonale Giovanile
  • ROMA - 19-20/10/2019
    Campionato Italiano Sprint
  • TORINO - 19-20/10/2019
    Regata Nazionale Promozionale Para Rowing - Trofeo "Rowing for Tokyo 2020"
  • EUPILIO - 19-20/10/2019
    T.E.R.A.
  • NARO - 20/10/2019
    Campionato Regionale di Fondo
  • BOSA - 20/10/2019
    Regata Regionale Sprint Trofeo Laria SLITTATA DAL 13/10 AL 20/10
  • BARDOLINO - 20/10/2019
    Regata Regionale Valida Montù e d'Aloja
  • SANREMO - 20/10/2019
    XVI Traversata Remiera Sanremo-Montecarlo Coastal Race (Regata Internazionale)

Partners FIC

canottaggio.org
Testata giornalistica registrata al Tribunale di Roma in data 12 giugno 2007 al n. 234
Direttore responsabile:
Claudio Tranquilli
Contatti: Tel. +39.3666879879 - e-mail:
ufficiostampa@canottaggio.org
Redazione: Luigi Mancini - Niccolò Bagnoli
Webmaster: Enrico Bozzello

Facebook - Twitter - Instagram - YouTube - Linkedin - Telegram

Federazione Italiana Canottaggio - V.le Tiziano, 74 - 00196 ROMA
P.Iva 01382091005 - C.F. 05267450582

Salvo accordi scritti, le collaborazioni a www.canottaggio.org sono da considerarsi del tutto gratuite e non retribuite. La Direzione si riserva il diritto di modificare la titolazione degli articoli e di fare gli opportuni tagli redazionali al materiale pervenuto dando a questo l'impostazione grafica ritenuta più opportuna. Gli articoli firmati esprimono le opinioni degli autori e non hanno riferimento con gli orientamenti ufficiali. Tutto il materiale inviato, anche se non pubblicato, non sarà  restituito.
E' autorizzata la riproduzione, anche parziale, sempreché venga citata la fonte
www.canottaggio.org e/o i vari credit fotografici dei collaboratori della testata.