Para-Rowing. Occhi puntati sul mondiale di qualificazione Paralimpica


ROMA, 29 agosto 2015 - Durante il Mondiale Assoluto di Aiguebelette saranno assegnati, oltre ai titoli iridati e le medaglie, anche i pass per la partecipazione ai Giochi Paralimpici di Rio de Janeiro. L’Italia sarà in gara con quattro equipaggi che lotteranno sia per le medaglie e sia per i Giochi. Ma vediamo barca per barca chi tenere in considerazione. Quest'anno la Coppa del Mondo di Varese è stata vinta, nel singolo femminile AS, dall’israeliana Samuel Moran. Samuel aveva già vinto l’argento nel mondiale del 2013 e il bronzo in quello del 2011. In Francia però dovrà fare i conti con la Campionessa del Mondo, la norvegese Birgit Skarstein, e con la brasiliana Claudia Santos. Per l’Italia scenderà in acqua Eleonora De Paolis (CC Napoli) che continua, inarrestabile, a crescere agonisticamente.

Il singolo maschile AS è dominato, invece, dall’australiano Erik Horrie, campione del mondo in carica e vincitore dell'oro quest'anno nella seconda prova di Coppa del Mondo di Varese mettendosi alle spalle il russo Alexey Chuvashev e il Campione Paralimpico di Pechino 2008 Tom Aggar (Gran Bretagna). Attenzione per il ritorno a remi del cinese Cheng Huang, campione paralimpico a Londra 2012, e per la presenza dell’azzurro Fabrizio Caselli (SC Firenze) sempre più preparato e battagliero.

Nel doppio misto TA l’Australia è presente con Kathryn Ross e Gavin Bellis, vincitori nella Coppa del Mondo di Varese e di due titoli mondiali. A sfidarli ci saranno i brasiliani Josiane Lima e Michel Gomes Pessanha vincitori del bronzo lo scorso anno ad Amsterdam. Attenzione anche ai francesi Perle Bouge e Stephane Tardieu che correranno con i favori del tifo casalingo. Presente anche la barca azzurra di Daniele Stefanoni (CC Aniene), Anila Hoxha (Cus Torino) che è in continua crescita.

La barca inglese è quella da battere, ma l’Italia non starà a guardare. Parliamo del quattro con LTA misto in cui gli inglesi non perdono una gara dal 2011. L'Italia è arrivata seconda a Varese dopo la medaglia di bronzo vinta nel mondiale 2014. L’armo di Paola Protopapa, Lucilla Aglioti, Tommaso Schettino (CC Aniene), Luca Lunghi (Cus Ferrara) e timonata da Giuseppe “Peppiniello” Di Capua (CN Stabia) è stata preparata con minuzia e sfiderà Gran Bretagna e Francia (bronzo a Varese). Sarà una gara all’ultimo colpo che gli azzurri sapranno interpretare al meglio.


LEGENDA PARA-ROWING
LTA (LEGS–TRUNK–ARMS): l’atleta utilizza tutto il corpo: gambe, tronco e braccia. Appartengono a questa categoria atleti ed atlete non vedenti, amputati ad un arto o con altre minime disabilità fisiche.
 
TA (TRUNK–ARMS): l’atleta utilizza solo il tronco e le braccia. Appartengono a questa categoria gli atleti e le atlete che non hanno l’uso delle gambe o gli amputati a tutti e due gli arti inferiori
 
AS (ARMS-SHOULDERS): l’atleta utilizza solo le braccia e le spalle. Appartengono a questa categoria tutti gli atleti e le atlete che hanno subito lesioni alla colonna vertebrale e compromesso l’uso delle gambe e del tronco.

 

Prossime Regate

  • EUPILIO - 10/08/2020
    Selezioni Campionati Europei Under 23
  • PARTINICO - 29-30/08/2020
    Regata Regionale valida Montu e d'Aloja
  • PADOVA - 30/08/2020
    Regata Regionale chiusa Valida d'Aloja e Montu (Campionato Regionale U15)
  • SASSOCORVARO - 30/08/2020
    Regata Regionale aperta valida Montu e d'Aloja deroga percorso su. 1.500 mt.

Partners FIC

canottaggio.org
Testata giornalistica registrata al Tribunale di Roma in data 12 giugno 2007 al n. 234
Direttore responsabile:
Claudio Tranquilli
Contatti: Tel. +39.3666879879 - e-mail:
ufficiostampa@canottaggio.org
Redazione: Luigi Mancini - Niccolò Bagnoli
Webmaster: Enrico Bozzello

Facebook - Twitter - Instagram - YouTube - Linkedin - Telegram

Federazione Italiana Canottaggio - V.le Tiziano, 74 - 00196 ROMA
P.Iva 01382091005 - C.F. 05267450582

Salvo accordi scritti, le collaborazioni a www.canottaggio.org sono da considerarsi del tutto gratuite e non retribuite. La Direzione si riserva il diritto di modificare la titolazione degli articoli e di fare gli opportuni tagli redazionali al materiale pervenuto dando a questo l'impostazione grafica ritenuta più opportuna. Gli articoli firmati esprimono le opinioni degli autori e non hanno riferimento con gli orientamenti ufficiali. Tutto il materiale inviato, anche se non pubblicato, non sarà  restituito.
E' autorizzata la riproduzione, anche parziale, sempreché venga citata la fonte
www.canottaggio.org e/o i vari credit fotografici dei collaboratori della testata.