Quattro di coppia senior: un "cantiere" sempre aperto


ROMA, 29 agosto 2015 - Rinnovato al 50% il quattro di coppia senior. Sulla barca troviamo, assieme ai finanzieri Simone Venier e Mario Paonessa, il compagno di casacca, precedentemente impiegato sul doppio, Francesco Fossi, e Francesco Cardaioli (SC Padova) che, sceso dal singolo, si è guadagnato il posto sull'ammiraglia di coppia. ed è stato proprio Francesco Fossi ad aprire il dialogo, avvenuto al termine del raduno pre-mondiale. che riguarda questa specialità che tante soddisfazioni ha regalato all'Italia: "Il quattro di coppia sta progredendo bene. La barca per me è nuova, ma conosco bene tutti i miei compagni di voga poiché ho anche avuto modo di remare con loro in diverse occasioni. Sicuramente è presto per poter fare una valutazione poiché non ci sono riferimenti se non le prove fatte in allenamento, rispetto alle quali, comunque, sento di potermi esprimere positivamente. Al Mondiale ci avviciniamo con la consapevolezza di dover affrontare al meglio la nostra gara e per far questo abbiamo intenzione di presentarci al top".

Simone Venier: "Si tratta di una barca rinnovata per metà. Gli innesti di Fossi e Cardaioli hanno portato un complessivo riassestamento degli equilibri e finora sembra che la barca abbia risposto bene. Si è creato un bello spirito di collaborazione tra di noi e questo è sicuramente molto importante. Nel complesso siamo soddisfatti del lavoro che abbiamo portato avanti e proprio grazie alla consapevolezza del lavoro svolto, siamo abbastanza tranquilli rispetto all'impegno che ci attende". Mario Paonessa: "Abbiamo cambiato l'equipaggio all'inizio del raduno. Francesco Fossi e Francesco Cardaioli sono due ottimi elementi e si sono subito integrati sulla barca. La risposta è stata più che positiva. Ci stiamo allenando molto bene e sappiamo che l'obiettivo è alto. Da parte nostra cercheremo di fare il meglio possibile".

Francesco Cardaioli: "Sono contentissimo di questo passaggio perché, com'è risaputo, trovare il risultato in singolo è abbastanza difficile. A Lucerna entrare in finale è stata una bella soddisfazione però personalmente ormai mi sentivo un po' recluso in una sorta di vicolo cieco. Il passaggio in quattro di coppia mi ha dato rinnovata motivazione negli allenamenti perché ora, comunque, è possibile puntare ad un obiettivo più alto. Durante il raduno purtroppo ho avuto una tendinite che mi ha bloccato una settimana e non siamo riusciti a portare avanti l'iter di progressione della barca esattamente come avremmo voluto. I miei compagni sono stati pazientissimi, hanno aspettato che io guarissi e nell'ultima settimana di collegiale ci siamo rimessi a lavorare bene. La barca ha dato buone sensazioni subito, ci siamo trovati subito e personalmente, dopo tre anni in singolo, mi sono dovuto adattare ad un'altra mentalità. Una barca multipla comporta sicuramente un approccio molto più soft perché sai che nel bene o nel male dividi le tue esperienze con altre persone. Gli svantaggi sono rappresentati essenzialmente dalla minore autonomia, nel senso che devo pensare sempre che non ci sono solo io".



 

Prossime Regate

  • EUPILIO - 10/08/2020
    Selezioni Campionati Europei Under 23
  • PARTINICO - 29-30/08/2020
    Regata Regionale valida Montu e d'Aloja
  • PADOVA - 30/08/2020
    Regata Regionale chiusa Valida d'Aloja e Montu (Campionato Regionale U15)
  • SASSOCORVARO - 30/08/2020
    Regata Regionale aperta valida Montu e d'Aloja deroga percorso su. 1.500 mt.

Partners FIC

canottaggio.org
Testata giornalistica registrata al Tribunale di Roma in data 12 giugno 2007 al n. 234
Direttore responsabile:
Claudio Tranquilli
Contatti: Tel. +39.3666879879 - e-mail:
ufficiostampa@canottaggio.org
Redazione: Luigi Mancini - Niccolò Bagnoli
Webmaster: Enrico Bozzello

Facebook - Twitter - Instagram - YouTube - Linkedin - Telegram

Federazione Italiana Canottaggio - V.le Tiziano, 74 - 00196 ROMA
P.Iva 01382091005 - C.F. 05267450582

Salvo accordi scritti, le collaborazioni a www.canottaggio.org sono da considerarsi del tutto gratuite e non retribuite. La Direzione si riserva il diritto di modificare la titolazione degli articoli e di fare gli opportuni tagli redazionali al materiale pervenuto dando a questo l'impostazione grafica ritenuta più opportuna. Gli articoli firmati esprimono le opinioni degli autori e non hanno riferimento con gli orientamenti ufficiali. Tutto il materiale inviato, anche se non pubblicato, non sarà  restituito.
E' autorizzata la riproduzione, anche parziale, sempreché venga citata la fonte
www.canottaggio.org e/o i vari credit fotografici dei collaboratori della testata.