All’algerina Oran i Giochi del Mediterraneo 2021


PESCARA, 29 agosto 2015 - Sarà la città algerina di Oran ad ospitare la 19esima edizione dei Giochi del Mediterraneo del 2021. Lo ha deciso giovedì l'Assemblea Generale del Comitato Internazionale dei Giochi del Mediterraneo (Cijm), riunitasi al Palacongressi di Montesilvano in occasione dei Giochi del Mediterraneo sulla spiaggia che si stanno svolgendo da ieri a Pescara. Gli oltre 200 delegati, dei 24 paesi del Mediterraneo, hanno preferito Oran (Algeria) alla città di Sfax (Tunisia) in un testa a testa per l'assegnazione dei Giochi. Soddisfatto anche Davide Tizzano, componente del Board dei Giochi, che dice: “È stata un’Assemblea molto seguita e devo dire che tutte e due le città meritavano di ottenere l’organizzazione dei Giochi. L’ha spuntata Oran, ma è come se avessero vinto tutte e due le città poiché gli applausi sono stati copiosi per entrambe le contendenti. Un plauso va, quindi, agli organizzatori algerini che ora hanno davanti sei anni di lavoro, mentre la nostra attenzione è comunque rivolta alla Spagna per i Giochi di Tarragona 2017”. Sancita la firma del contratto tra il Cijm e il Comitato Olimpico nazionale della città eletta, l’Assemblea ha ultimato i lavori con la relazione sui prossimi Giochi su Spiaggia 2019. Oggi, invece, reduce dalla Cerimonia d’Apertura dei Giochi del Mediterraneo sulla Spiaggia, sarà presente per assistere alle gare di canottaggio anche il Presidente del CONI Giovanni Malagò, sempre attento agli eventi che coinvolgono il mondo remiero italiano.

Continuando a dialogare con Davide Tizzano, Vice Presidente federale, il dirigente ha fatto anche una sua valutazione sul rowing beach sprint in svolgimento a Pescara: “Il Coastal Rowing è davvero una bella disciplina che deve continuare a svolgere le gare enduro, ma questo nuovo modo di vivere il canottaggio lo ritengo molto promozionale ed è entusiasmante poiché si riesce a seguire da terra, senza problemi, e la partenza e l’arrivo avvengono praticamente in mezzo alla gente. Davvero soddisfatto di aver lottato per il suo inserimento nel programma dei Beach Games e per aver ottenuto l’aiuto del Cantiere Filippi il quale ha messo a disposizione – prima volta che succede nella storia dei Giochi – tutte le barche necessarie alle Nazioni partecipanti ai Beach Games (questa iniziativa va inquadrata nel solco tracciato dalla Federazione che sta mettendo a disposizione, sempre grazie a Filippi, le imbarcazioni alle società italiane che ne fanno richiesta) – spiega Tizzano, che aggiunge – per la gare che si stanno svolgendo ora mi piace ringraziare la Federazione che ha inviato ottimi atleti e atlete, allenati da Spartaco Barbo e dai suoi collaboratori, il team Manager Nunzio Sorrentino, prezioso per il supporto logistico alla squadra azzurra, e poi le persone del canottaggio che, volontariamente e senza percepire nulla, sono qui a lavorare come Pasquale Triggiani, membro della Commissione FISA, Umberto Di Bonaventura, Delegato FIC Abruzzo e Molise, Mariano Barbi e Rossana Tizzano che, tra l’altro, stanno svolgendo anche il ruolo di speaker. Grazie infine ai Giudici Arbitri italiani che, sempre molto professionali, stanno lavorando sotto l’occhio attento e vigile del loro presidente Giosuè Vitagliano”.

  

Prossime Regate

  • SHENZHEN - 25-27/10/2019
    World Rowing Beach Sprint Finals CM1x e CW1x
  • VARESE - 26/10/2019
    Regata Insubria Rowing Cup
  • VARESE - 27/10/2019
    1^ tappa - Campionato Italiano di Gran Fondo e Regata Nazionale di Gran Fondo 4x e 8+
    Statistica Equipaggi gara

Partners FIC

canottaggio.org
Testata giornalistica registrata al Tribunale di Roma in data 12 giugno 2007 al n. 234
Direttore responsabile:
Claudio Tranquilli
Contatti: Tel. +39.3666879879 - e-mail:
ufficiostampa@canottaggio.org
Redazione: Luigi Mancini - Niccolò Bagnoli
Webmaster: Enrico Bozzello

Facebook - Twitter - Instagram - YouTube - Linkedin - Telegram

Federazione Italiana Canottaggio - V.le Tiziano, 74 - 00196 ROMA
P.Iva 01382091005 - C.F. 05267450582

Salvo accordi scritti, le collaborazioni a www.canottaggio.org sono da considerarsi del tutto gratuite e non retribuite. La Direzione si riserva il diritto di modificare la titolazione degli articoli e di fare gli opportuni tagli redazionali al materiale pervenuto dando a questo l'impostazione grafica ritenuta più opportuna. Gli articoli firmati esprimono le opinioni degli autori e non hanno riferimento con gli orientamenti ufficiali. Tutto il materiale inviato, anche se non pubblicato, non sarà  restituito.
E' autorizzata la riproduzione, anche parziale, sempreché venga citata la fonte
www.canottaggio.org e/o i vari credit fotografici dei collaboratori della testata.