Mediterranean Beach Games: il percorso, le gare


ROMA, 17 agosto 2015 - Che Pescara 2015 rappresenti una novità in quanto prima edizione dei Mediterranean Beach Games, questo è un fatto assodato, che si gareggi in barche da coastal rowing...pure, ma il percorso di gara, abituati come siamo ai canonici 2000 metri, o al massimo, in gare a carattere promozionale, sui 500, beh, rappresenta proprio una novità. “Sembra più una prova di Giochi Senza Frontiere”, ha chiosato qualcuno. Ma se andiamo a ragionare, che tipo di percorso in uno spazio breve e sul mare avrebbe potuto sostituire quello dei Giochi sulla Spiaggia?

E andiamo allora ad analizzare il campo di gara che si prospetterà ai sei equipaggi della squadra italiana a partire da mercoledì 26 agosto, data in cui sarà aperto il campo per gli allenamenti (dalle 9.00 alle 20.00). La lunghezza del campo di gara sarà complessivamente di 300 metri e 150 di larghezza, sia per gli uomini che per le donne, e sarà un percorso a slalom andata e ritorno, con una parte di corsa complessiva non inferiore a 50 metri, ed una parte a remi complessivamente non inferiore a 250 metri. Il campo potrà prevedere 2 o 3 corsie, con un minimo di 2 punti di svolta posizionati in ogni corsia.

Seguendo la planimetria, che si può trovare in allegato, si dovrebbe quindi partire di corsa dalla spiaggia, salire in barca, remare fino alla prima boa lasciandola sulla destra, la seconda boa lasciandola sulla sinistra, infine la boa di virata (lasciata sulla destra), per invertire il senso di marcia e ripetere lo slalom fino alla linea della partenza a remi, scendere sulla battigia e ricoprire gli ultimi 50 metri di corsa. Un bell'impegno sia per gli atleti che per i giudici che dovranno, con estrema attenzione, mettere tutti gli equipaggi nelle medesime condizioni di gareggiare. Ancora una precisazione: se otto (8) o meno equipaggi saranno iscritti per evento, una sola manche cronometrata selezionerà gli equipaggi nelle fasi finali.

Ma c'è di più, alle gare del singolo, del doppio e del quattro di coppia con timoniere, maschili e femminili, si aggiunge la gara di staffetta, che si svolgerà con il seguente sistema: partenza del doppio maschile (CM2X) con la prima fase di corsa – arriva il doppio maschile e parte in sequenza il singolo femminile (CW1X) senza fase di corsa – arriva il singolo femminile e parte in sequenza il singolo maschile (CM1X) senza fase di corsa – arriva il singolo maschile e parte in sequenza il doppio femminile (CW2X) con fase finale di corsa. Prove impegnative a chi è abituato da sempre al percorso in linea retta a questi primi Jeux Mediterranees de Plage.

  

Prossime Regate

  • SHENZHEN - 25-27/10/2019
    World Rowing Beach Sprint Finals CM1x e CW1x
  • VARESE - 26/10/2019
    Regata Insubria Rowing Cup
  • VARESE - 27/10/2019
    1^ tappa - Campionato Italiano di Gran Fondo e Regata Nazionale di Gran Fondo 4x e 8+
    Statistica Equipaggi gara

Partners FIC

canottaggio.org
Testata giornalistica registrata al Tribunale di Roma in data 12 giugno 2007 al n. 234
Direttore responsabile:
Claudio Tranquilli
Contatti: Tel. +39.3666879879 - e-mail:
ufficiostampa@canottaggio.org
Redazione: Luigi Mancini - Niccolò Bagnoli
Webmaster: Enrico Bozzello

Facebook - Twitter - Instagram - YouTube - Linkedin - Telegram

Federazione Italiana Canottaggio - V.le Tiziano, 74 - 00196 ROMA
P.Iva 01382091005 - C.F. 05267450582

Salvo accordi scritti, le collaborazioni a www.canottaggio.org sono da considerarsi del tutto gratuite e non retribuite. La Direzione si riserva il diritto di modificare la titolazione degli articoli e di fare gli opportuni tagli redazionali al materiale pervenuto dando a questo l'impostazione grafica ritenuta più opportuna. Gli articoli firmati esprimono le opinioni degli autori e non hanno riferimento con gli orientamenti ufficiali. Tutto il materiale inviato, anche se non pubblicato, non sarà  restituito.
E' autorizzata la riproduzione, anche parziale, sempreché venga citata la fonte
www.canottaggio.org e/o i vari credit fotografici dei collaboratori della testata.