Fabrizio Caselli: pronto a dare il massimo!


ROMA, 14 agosto 2015 - Con Fabrizio Caselli (SC Firenze) iniziamo a presentare, uno ad uno, gli equipaggi che, dal 30 agosto al 6 settembre in Francia, ad Aiguebelette, lotteranno per il pass olimpico. Sarà una cavalcata apparentemente disordinata dove parleranno tutti o alcuni dei protagonisti dei vari equipaggi che la Direzione Tecnica sta delineando, ma l'obiettivo dichiarato di questi dialoghi è quello di provare a comprendere tutti insieme gli stati d'animo dei beniamini del canottaggio italiano che si stanno impegnando anche nei giorni dedicati al relax per raggiungere il sogno olimpico. Si procede a grandi passi, quindi, verso l'appuntamento clou della stagione, i Mondiali Assoluti, e come abbiamo accennato ad aprire questo ciclo di interviste dedicate al Mondiale sarà Caselli. Specialista in singolo AS, Fabrizio ha messo in luce, negli anni addietro, tutto il suo spessore, dimostrando di avere le carte in regola per poter lottare ai vertici mondiali.

Fabrizio, incominciamo con qualche considerazione su questa stagione: "Posso parlare di una stagione, nel complesso, sufficiente in termini di risultati anche se ci sono state delle competizioni dove avrei voluto qualcosa di più. Mi riferisco in particolare all'impegno di Varese. Lì mi aspettavo di concludere meglio. In realtà, comunque, il tempo che ho realizzato non è stato affatto male. Il punto è che il livello era molto alto e, in questa specialità come del resto in tutto il settore Para-Rowing, è in continua crescita. Questo vuol dire che c'è da lavorare davvero molto".

Come stai in questo momento? "Ora come ora c'è un po' di stanchezza perché vengo dalle tre settimane di carico al 100%. Sto gradualmente recuperando le forze ed incomincio a percepire dei miglioramenti. Quello che posso dire è che da parte mia so di aver dato il massimo in allenamento e per questo sono soddisfatto del lavoro portato avanti. In questo senso la mentalità è sicuramente positiva. I tempi, almeno in allenamento, vengono fuori. Ovviamente so che in gara sarà tutta un'altra cosa. Io comunque sono pronto a dare il massimo".


LEGENDA PARA-ROWING

AS (ARMS-SHOULDERS): l’atleta utilizza solo le braccia e le spalle. Appartengono a questa categoria tutti gli atleti e le atlete che hanno subito lesioni alla colonna vertebrale e compromesso l’uso delle gambe e del tronco.

 

Prossime Regate

  • EUPILIO - 10/08/2020
    Selezioni Campionati Europei Under 23
  • PARTINICO - 29-30/08/2020
    Regata Regionale valida Montu e d'Aloja
  • PADOVA - 30/08/2020
    Regata Regionale chiusa Valida d'Aloja e Montu (Campionato Regionale U15)
  • SASSOCORVARO - 30/08/2020
    Regata Regionale aperta valida Montu e d'Aloja deroga percorso su. 1.500 mt.

Partners FIC

canottaggio.org
Testata giornalistica registrata al Tribunale di Roma in data 12 giugno 2007 al n. 234
Direttore responsabile:
Claudio Tranquilli
Contatti: Tel. +39.3666879879 - e-mail:
ufficiostampa@canottaggio.org
Redazione: Luigi Mancini - Niccolò Bagnoli
Webmaster: Enrico Bozzello

Facebook - Twitter - Instagram - YouTube - Linkedin - Telegram

Federazione Italiana Canottaggio - V.le Tiziano, 74 - 00196 ROMA
P.Iva 01382091005 - C.F. 05267450582

Salvo accordi scritti, le collaborazioni a www.canottaggio.org sono da considerarsi del tutto gratuite e non retribuite. La Direzione si riserva il diritto di modificare la titolazione degli articoli e di fare gli opportuni tagli redazionali al materiale pervenuto dando a questo l'impostazione grafica ritenuta più opportuna. Gli articoli firmati esprimono le opinioni degli autori e non hanno riferimento con gli orientamenti ufficiali. Tutto il materiale inviato, anche se non pubblicato, non sarà  restituito.
E' autorizzata la riproduzione, anche parziale, sempreché venga citata la fonte
www.canottaggio.org e/o i vari credit fotografici dei collaboratori della testata.