L’Italia chiude in maniera positiva la prima giornata di qualificazioni.
 Nove barche in semifinale


LUCERNA, 10 luglio 2015 - E’ una buona Italia quella che sul lago elvetico Rotsee, a Lucerna, ha concluso la prima giornata della terza e conclusiva tappa di Coppa del Mondo. Su 13 equipaggi presentati in gara, sono ben nove quelli che tra mattina e pomeriggio hanno agguantato la semifinali, e mancano ancora all’appello altre quattro imbarcazioni che scenderanno in acqua domani per tentare l’accesso alle fasi successive della manifestazione. Centrano la semifinale vincendo le proprie batterie il quattro senza Senior di Giuseppe Vicino, Matteo Lodo (Fiamme Gialle), Matteo Castaldo (RYCC Savoia) e Marco Di Costanzo (Fiamme Oro) e il doppio Senior di Francesco Fossi e Romano Battisti (Fiamme Gialle). Il quattro senza vince scrollandosi di dosso una tenace Germania prima del rush finale, mentre il duo vicecampione del Mondo fa letteralmente il vuoto sugli avversari e scivola liscio in semifinale lasciando la Gran Bretagna prima avversaria a oltre 11 secondi. Con una decisa prima parte di gara vanno a prendersi la semifinale nel quattro senza Pesi Leggeri Alberto Di Seyssel (SC Armida), Stefano Oppo (Forestale), Livio La Padula e Martino Goretti (Fiamme Oro), che dopo un lieve calo dovuto alle risorse impresse nei primi 1500 metri lasciano il primo posto alla Nuova Zelanda ma mantengono in sicurezza la seconda posizione, che vale il passaggio.

La prima barca a raccogliere il pass per la semifinale nelle eliminatorie del pomeriggio è il due senza Senior femminile di Gaia Palma (SC Lario) e Alessandra Patelli (SC Padova), seguite a ruota dai colleghi di specialità Vincenzo Abbagnale e Giovanni Abagnale (Marina Militare). Il due senza rosa dopo una partenza lenta è autore di una rimonta che le permette di prendersi la semifinale ai danni della Spagna e in rimonta sulle prime due posizioni, occupate da Francia e Olanda. Il duo partenopeo invece con l’Australia è il più lesto allo start, poi dopo aver lasciato andare gli Aussie controllano il tentato rientro dei Croati e con il secondo posto entrano in semifinale.

Mantiene le aspettative il doppio leggero di Pietro Ruta e Andrea Micheletti (Fiamme Oro), che fugge via in partenza con la Francia e poi chiude in seconda posizione ben guardandosi dalla lotta agguerrita per il terzo e ultimo posto valido per l’accesso in semifinale tra Austria e Germania, risoltosi in favore dei primi. Nel doppio Senior femminile Sara Bertolasi (SC Lario) e Laura Schavone (CC Irno) fanno la gara, costringendo le avversarie all’inseguimento. Le due azzurre perdono un po’ di lucidità nell’ultima frazione e subiscono il sorpasso della Francia, conservando però il secondo posto dopo una regata all’attacco. Nel singolo Senior la presenza del due volte oro olimpico della specialità, il norvegese Olaf Tufte, non spaventa il giovane Francesco Cardaioli (SC Padova), che lasciato sfogare l’israeliano Fridman e constatata la poca vena di Tufte sferra l’attacco nella seconda parte di gara, chiudendo in testa.

Entra in semifinale, tra le barche non olimpiche, anche il singolo Pesi Leggeri di Paolo Di Girolamo (Forestale), che soffre un po’ la parte centrale di gara dopo una bella partenza ma che sul finale ritrova lo smalto dei primi colpi, assicurandosi l’ingresso alla fase successiva chiudendo al terzo posto dietro i due portabandiera della Turchia.

Nella giornata di domani, che nel pomeriggio vedrà lo svolgimento anche delle finali per le specialità non olimpiche, altre quattro barche azzurre si getteranno a caccia del passaggio successivo: il quattro di coppia Senior di Paolo Perino, Luca Rambaldi, Mario Paonessa e Luca Agamennoni (Fiamme Gialle), e l’otto di Vincenzo Maria Capelli, Niccolò Mornati, Pierpaolo Frattini (CC Aniene), Luca Parlato (Marina Militare), Fabio Infimo (RYCC Savoia), Matteo Stefanini, Domenico Montrone (Fiamme Gialle), Emanuele Liuzzi (Fiamme Oro), timoniere Enrico D’Aniello (CN Stabia), per quanto concerne le specialità olimpiche, mentre per le non olimpiche gareggeranno Armando Dell’Aquila (Fiamme Oro) e Alin Petru Zaharia (SC Caprera) nel due senza PL e Giulia Pollini (SC Cernobbio) nel singolo PL femminile.

 

Prossime Regate

  • SHENZHEN - 25-27/10/2019
    World Rowing Beach Sprint Finals CM1x e CW1x
  • VARESE - 26/10/2019
    Regata Insubria Rowing Cup
  • VARESE - 27/10/2019
    1^ tappa - Campionato Italiano di Gran Fondo e Regata Nazionale di Gran Fondo 4x e 8+
    Statistica Equipaggi gara

Partners FIC

canottaggio.org
Testata giornalistica registrata al Tribunale di Roma in data 12 giugno 2007 al n. 234
Direttore responsabile:
Claudio Tranquilli
Contatti: Tel. +39.3666879879 - e-mail:
ufficiostampa@canottaggio.org
Redazione: Luigi Mancini - Niccolò Bagnoli
Webmaster: Enrico Bozzello

Facebook - Twitter - Instagram - YouTube - Linkedin - Telegram

Federazione Italiana Canottaggio - V.le Tiziano, 74 - 00196 ROMA
P.Iva 01382091005 - C.F. 05267450582

Salvo accordi scritti, le collaborazioni a www.canottaggio.org sono da considerarsi del tutto gratuite e non retribuite. La Direzione si riserva il diritto di modificare la titolazione degli articoli e di fare gli opportuni tagli redazionali al materiale pervenuto dando a questo l'impostazione grafica ritenuta più opportuna. Gli articoli firmati esprimono le opinioni degli autori e non hanno riferimento con gli orientamenti ufficiali. Tutto il materiale inviato, anche se non pubblicato, non sarà  restituito.
E' autorizzata la riproduzione, anche parziale, sempreché venga citata la fonte
www.canottaggio.org e/o i vari credit fotografici dei collaboratori della testata.