A Sabaudia Canottaggio e non solo


SABAUDIA, 29 giugno 2015 - In occasione del Campionato Italiano Master Suzuki che si è svolto questo fine settimana a Sabaudia, hanno trovato spazio anche molte delle eccellenze che caratterizzano il territorio pontino e non solo. Natura, sport, moda, arte e cibo hanno avuto ampio risalto e l'idea di fondo è che queste eccellenze possano remare assieme verso il comune obiettivo del rilancio del territorio, arrivando così a tagliare il traguardo della crescita della città intera. L'idea è nata dall'estro di Manlio Paradisi e realizzata in cooperazione con il Comitato Regionale del Lazio e con la Marina Militare di Sabaudia.

Ma andiamo a vedere al dettaglio cosa poteva essere trovato in questo fine settimana nell'area circostante il campo di gara. Intanto era presente uno stand della Pro Loco, un'associazione finalizzata alla promozione del turismo e valorizzazione del territorio.
Strettamente legata all'attività sportiva abbiamo potuto apprezzare lo stand riservato all'associazione sportiva dilettantistica Studio Fitness di Sabaudia, che si occupa dell'universo fitness in generale, a partire da servizi di personal trainer, passando per la ginnastica posturale, la sala pesi e molto altro.

Spazio anche a varie forme di arte, a cominciare da Federico Paris, scultore che lavora sul legno e che spesso rifinisce le sue opere con la fiamma ossidrica. Un esempio sono le sculture che sono esposte in piazza a Sabaudia, raffiguranti Ulisse.
Un'altra forma di arte è certamente quella di Salvatore Di Leva, maestro d'ascia, che oggi si dedica alle realizzazioni di modellini che raffigurano imbarcazioni. La caratteristica principale dei lavori di Di Leva è che sono realizzati completamente a mano. E proprio a ridosso dello spazio riservato al maestro d'ascia, era possibile ammirare dei veri e propri capolavori di ingegneria nautica vintage, ossia delle vecchie imbarcazioni realizzate dal cantiere nautico Posillipo.

Restando in tema di imbarcazioni, ma balzando verso il futuro, si potevano apprezzare i modelli della Nest Marine, una startup commercializzata dalla Prisma, che ha l'obiettivo di realizzare barche un po' alternative, cercando di sfruttare principi di idrodinamica per avere migliori prestazioni con motori più piccoli. Punta di diamante dell'azienda è la piccola imbarcazione elettrica che può essere fatta navigare in zone normalmente interdette alla navigazione.

Per quello che riguarda il cibo, sicuramente spiccavano l'Azienda agricola Iannotta di Sonnino, rinomata per la produzione di olio extravergine d'oliva di altissima qualità e di altre specialità locali. Lo stand dell'industria latticini Cuomo di Aprilia, produttrice di un tipico alimento dell'area pontina, la mozzarella in tutte le sue forme e nei suoi derivati: dalla ricotta di vaccino, sia normale che pastorizzata, al burro ecc. Ancora, abbiamo potuto apprezzare lo stand della cooperativa agricola Basilice, nata nel 1961 e nota, tra l'altro, per la produzione di zucchine eccezionali.

Ampio spazio anche alla Moda grazie alle esposizioni del negozio Paradisi di Manlio e Lionella Paradisi, rinomato a Sabaudia per la capacità di miscelare i vari marchi a disposizione e consigliarli al cliente, sapendosi adattare alla persona creando il look più consono. Di particolare richiamo, nel loro spazio, le magliette colorate con estratti di frutti, quindi senza prodotti chimici. E poi l'allestimento del marchio Santoni, un'azienda Marchigiana che quest'anno compie 40 anni. Santoni produce made in Italy e lo esporta nel mondo. Il fiore all'occhiello della realtà in questione è il reparto "su misura" che lavora realizzando scarpe interamente a mano.

Le innovazioni tecnologiche sicuramente hanno avuto il risalto maggiore, a partire dalle Shuttle Bike, un brevetto di Roberto Siviero. Si tratta di una bicicletta che, grazie a delle strutture galleggianti, può essere adoperata per muoversi su specchi d'acqua.
Altrettanto d'impatto è il Magic Pad, una piccola piattaforma che consente di compiere spostamenti su due ruote e che può rappresentare una nuova frontiera del movimento urbano. Facile da adoperare e da trasportare, il magic pad ha un'autonomia di venti km.

Ancora, a livello di tecnologia c'era la Coolbox, un marchio che racchiude a sua volta diversi brand leader nel settore dell'High Tech in generale come il power bank, le casse blue tooth e accessori innovativi come ad esempio gli orologi conta passi o cover per cellulari che sono anche caricabatterie.

Infine l'esposizione si rivolgeva anche a quanti fossero interessati a prodotti per la pelle grazie a Franco Capuani, medico chirurgo che si interessa di innovazioni nell'ambito medico e che oggi presenta un prodotto a base di bava di lumaca che ha effetti benefici sulla salute della pelle. Il prodotto venne usato per la prima volta sulle ustioni causate dalle radiazioni a Chernobyl ed evita infiammazioni ed effetti deturpanti dovuti ad ustioni. L'azienda si chiama Informa srl mentre il brand in questione è Halice. Ricordiamo che c'è anche un sito di riferimento, www.halice.it al quale, grazie alla tecnologia NFC si può accedere anche tramite lettura ottica mediante smartphone.


La Galleria Foto (Canottaggio.org)

 

Partners FIC

canottaggio.org
Testata giornalistica registrata al Tribunale di Roma in data 12 giugno 2007 al n. 234
Direttore responsabile:
Claudio Tranquilli
Contatti: Tel. +39.3666879879 - e-mail:
ufficiostampa@canottaggio.org
Redazione: Luigi Mancini - Niccolò Bagnoli
Webmaster: Enrico Bozzello

Facebook - Twitter - Instagram - YouTube - Linkedin - Telegram

Federazione Italiana Canottaggio - V.le Tiziano, 74 - 00196 ROMA
P.Iva 01382091005 - C.F. 05267450582

Salvo accordi scritti, le collaborazioni a www.canottaggio.org sono da considerarsi del tutto gratuite e non retribuite. La Direzione si riserva il diritto di modificare la titolazione degli articoli e di fare gli opportuni tagli redazionali al materiale pervenuto dando a questo l'impostazione grafica ritenuta più opportuna. Gli articoli firmati esprimono le opinioni degli autori e non hanno riferimento con gli orientamenti ufficiali. Tutto il materiale inviato, anche se non pubblicato, non sarà  restituito.
E' autorizzata la riproduzione, anche parziale, sempreché venga citata la fonte
www.canottaggio.org e/o i vari credit fotografici dei collaboratori della testata.