Varese: Risultati e resoconti BATTERIE Senior e PL


VARESE, 19 giugno 2015 -

OTTO SENIOR MASCHILE
Prima batteria – i primi due in finale gli altri ai recuperi – è l’ammiraglia degli All Blacks a condurre la gara delle gare: la regata degli otto. Solo due vanno direttamente in finale e l’Italia tenta di rimanere sempre agganciata ai battistrada, ma è la Nuova Zelanda a transitare in prima posizione ai 500 metri seguita dalla Germania1 e Francia. Quinta l’Italia. A metà gara passa a condurre la Germania1, mentre la Nuova Zelanda transita seconda subito davanti agli USA che attaccando hanno superato la barca dei transalpini. La barca tedesca sempre sempre più veloce, ma gli americani le sono a ridosso mentre la Nuova Zelanda viene risucchiata in terza posizione con l’Italia sempre al quinto posto. Finale tutto tedesco che vince la batteria seguita dagli USA. Italia quinta, ai recuperi. 1. Germania1 (Matthew Gotrel, Stewart Innes, Pete, Bennett, Mohamed Sbihi, Alex Gregory, George Nash, William Satch, henry Fieldman) 5.23.32, 2. USA (Robert Munn, Michael Gennaro, Alexander Karwoski, Thomas Dethlefs, Samuel Dommer, Mastthew Miller, Thomas Peszek, Austin Hack, Samuel Ojserkis) 5.24.75, 3. Nuova Zelanda (Thomas Murray, Michael Brake, Shaun Kirkhan, Isaac Grainger, Jonathan Wright, Alex Kennedy, Brook Robertson, Stephen Jones, Caleb Shepherd) 5.26.58, 4. Francia (Sebastien Lente, Valentin Onfroy, Thibaut Verhoeven, Benoit Brunet, Romain Delachaume, Cedric Berrest, Benjamin Lang, Laurent Cadot, Emmanuel Bunoz) 5.31.74, 5. Italia (Jacopo Mancini-SC Firenze, Matteo Borsini-SC Limite, Filippo Mondelli-SC Moltrasio, Nicolò Pagani-Tevere Remo, Guglielmo Carcano-SC Moltrasio, Pietro Zileri Dal Verme-SC Firenze, Luca Lovisolo-RCC Cerea, Alessandro Mansutti-CC Saturnia-Enrico D’Aniello-timoniere-CN Stabia) 5.37.45

QUATTRO SENZA SENIOR MASCHILE
Prima batteria – il primo in finale gli altri ai recuperi – Buona la partenza della barca azzurra che si stacca subito dai blocchi e schizza in avanti e al passaggio della prima frazione è prima davanti alla Germania. Una lotta serrata tra Italia, Germania e Canada perché solo uno è l’equipaggio che va direttamente il finale. A metà gara la situazione non cambia con l’Italia con circa due secondi di vantaggio sulla barca tedesca mentre in terza posizione il Canada viene attaccato dall’Australia. Nell’ultima parte l’Italia sferra l’attacco finale e a 1500 metri mantiene la leadership della gara mentre la Germania crolla e si fa superare dal Canada. Sul finale assolo della barca azzurra che va a chiudere prima e accede alla finale davanti al Canada. 1. Italia1 (Marco Di Costanzo-Fiamme Oro, Matteo Castaldo-RYCC Savoia, Matteo Lodo, Giuseppe Vicino-Fiamme Gialle) 5.45.51, 2. Canada (Will Chothers, Tim Schijver, Kai Langerfeld, Colin Mccabe) 5.48.-78, Germania (Jhoannes Weissenfeld, Felix Winberger, Maximilian Planer, Maximilian Korge) 5.53.62, 4. Australia (William Lockwood, Alexander Hill, Spencer Turrin, Alexander Lllyd) 5.55.45, 5. Argentina (Joaquin Wan, Francisco Esteras, Ivan carino, Augustin Diaz) 6.00.75, 6. Italia2 (Emanuele Liuzzi-Fiamme Oro, Pierpaolo Frattini-CC Aniene, Fabio Infimo-RYCC Savoia, Luca Parlato-Marina Militare) 6.02.26.
Seconda batteria – il primo in finale gli altri ai recuperi – 1. USA (Glenn Ochal, Charles Cole, Henrik Rummel, Seth Weil) 5.49.33, 2. Bielorussia (Vadzim, Lialin, Dzianis Mihal, Mikalai Sharlap, Ihar Pashevich) 5.53.15, 3. Cuba (Adrian Oquendo Ibanez, Manuel Suarez Barrios, Solaris Freire Cardero, Janier Concepcion Hernandez) 5.53.86, 4. Gran Bretagna (Alan Sinclair, Nathaniel Reilly-O’Donnel, Tom Ransley, Scott Durant) 5.54.03, 5. Nuova Zelanda ( George Howard, Alexander Bardoul, Robert Kells, Anthony Allen) 5.56.03, 6. Polonia (Ryszard Blewski, Piotr Hojka, Konrad Wojewodzic, Wojciech Gutorski) 6.07.27

QUATTRO SENZA PESI LEGGERI
Prima batteria – i primi due in semifinale gli altri ai recuperi – Italia1 e Italia2 in gara nella medesima batteria del quattro senza leggero partono con piglio opposto: Goretti, La Padula, Oppo e Di Seyssel si lanciano a caccia della Francia battistrada mentre Gravina, Di Girolamo, Zaharia e Tuccinardi restano lievemente attardati. Italia1 pimpante fino a oltre la metà gara ma poi subisce una lieve flessione che permette agli inglesi di rientrare; gli azzurri reagiscono ma pagano la brillantezza dei primi 1000 metri e chiudono terzi, finendo ai recuperi con Italia2 che chiude al sesto posto. 1. Francia (Thibault Colard, Guillaume Raineau, Thomas Baroukh, Franck Solforosi) 5.52.67, 2. Gran Bretagna (Peter Ghambers,Joel Cassells, Mark Aldred, Chris Bartley) 5.53.77, 3. Italia1 (Martino Goretti, Livio La Padula-Fiamme Oro, Stefano Oppo-Forestale,  Alberto Di Seyssel-SC Armida) 5.56.86, 4. Canada (Brendan Hodge, Eric Woelfl, Maxwell Lattimer, Nicolas Pratt) 6.07.93, 5. Giappone2 (Osamu Suyama, Masato Kopbayashi, Makoto Ishita, Toshiki Sugishima) 6.11.29, 6. Italia2 (Guido Gravina-RCC Cerea, Paolo Di Girolamo-Forestale, Alin Petru Zaharia-SC Caprera, Giorgio Tuccinardi-Forestale) 6.21.85
Seconda batteria – i primi due in semifinale gli altri ai recuperi – 1. Svizzera (Simon Schuerch, Mario Gyr, Lucas Tramer, Simon Niepmann) 5.54.74, 2. Cina1 (Wei Jin, Tao Zeng, Ghenggang, Jingbin, Zhao) 5.57.11, 3. Austria (Alexander Chernikov, Flòorian Berg, Joschka, Matthias Taborsky) 6.07.23, 4. Polonia (Patryk Pszczolkowski, Bartosz Pszczolkowski, Rafal Serwiak, Milosz Bernatajtys) 6.08.67, 5. Hong Kong (Zhongming Huang, Chiu Mang Tang, Chun Shek Leung, Gheong Kwan Ki) 6.09.01
Terza batteria – i primi due in semifinale gli altri ai recuperi – 1. Nuova Zelanda (Alistair Bond, James Huster, James Lessche, Curtis Rapley) 5.54.46, 2. Cina2 (Xiaoxiong Li, Junjie Fan, Deming Kong, Tiexin Wang) 5.55.87, 3. Australia (Darryn Purcell, Perry Ward, Nicholas Silcox, John Mcdonnell) 5.56.74, 4. Argentina (Alejandro Colomino, Augustin Campassi, Carlo Lauro, Pablo Aguirre) 6.01.01, 5. Giappone1 (Yusuke Imai, Mitsuo Nishimura, Kenta Tadachi, Yu Kataoka) 6.13.75 

DOPPIO PESI LEGGERI FEMMINILE
Prima batteria – il primo in semifinale gli altri ai recuperi –
1. Germania1 (Fini Sturm, Marie-Louise Draeger) 6.55.15, 2. Cina2 (Dandan Pan, Wenyi Huang) 6.57.10, 3. Danimarca (Anne Lolk Thomsen, Juliane Rasmussen) 6.59.81, 4. Hong Kong (Yuen Yin Lee, Ka Man Lee) 7.21.47, 5. Corea (Jin Ji Yoo, Sol Ji Kim) 7.32.18, DNS Australia (Alice AcNamara, Ella Flecker)
Seconda batteria – il primo in semifinale gli altri ai recuperi – Grande prova dell’armo neozelandese che stacca subito le avversarie involandosi verso la qualificazione diretta alle semifinali, anche se la Gran Bretagna prova ad insidiarne la leadership sul finale ma senza successo. Italia2 di Rodini e Trivella, come le avversarie, non possono che stare a guardare e attendere il recupero per tentare l’accesso in finale. 1. Nuova Zelanda (Sophie Mackenzie, Julia Edward) 6.54.69, 2. Gran Bretagna2 (Eleanor Piggot, Imogen Walsh) 6.57.44, 3. Polonia (Martyna Mikolajczak, Weronika Deresz) 7.09.91, 4. Francia (Camille Leclerc, Laura Tarantola) 7.12.75, 5. Italia2 (Eleonora Trivella-VVF Billi, Valentina Rodini-SC Bissolati) 7.15.36, 6. Argentina (Maria Clara Rohner, Milka Kraljev) 7.22.04
Terza batteria – il primo in semifinale gli altri ai recuperi – Terza batteria con Sancassani e Pollini impegnate in corsia cinque, dove le azzurre si rendono protagoniste di una solida prova d’attacco alla quale resiste solo l’equipaggio inglese, che mostra la sua maggior brillantezza portandosi subito in testa. Le inglesi hanno oggi una marcia in più e la loro leadership è inattaccabile, ma l’Italia dimostra di esserci restando salda in seconda posizione e dando appuntamento alle avversarie ai recuperi. 1. Gran Bretagna1 (Katherine Copeland) Charlotte Taylor) 6.56.72, 2. Italia1 (Elisabetta Sancassani-Fiamme Gialle, Giulia Pollini-SC Cernobbio) 7.07.56, 3. Repubblica Ceca (Ricky Nencini, Daniela Nachazelova) 7.08.21, 4. Austria (Sara Lambing, Leonie Pless) 7.08.67, 5. Giappone1 (Kanako Ueda, Shoko Ueno)7.11.23
Quarta batteria – il primo in semifinale gli altri ai recuperi – 1. Cina1 (Cuiming Chen, Feihong Pan) 6.55.96, 2. Svezia (Cecilia Lilja, Emma Fredh) 6.59.22, 3. Svizzera (Frederique Rol, Patricia Merz) 7.02.07, 4. Germania2 (Lena Mueller, Anja Noske) 7.06.10, 5. Canada (Lindsay Jennerich, Patricia Obee) 7.08.62

DOPPIO PESI LEGGERI MASCHILE
Prima batteria – il primo in semifinale gli altri ai recuperi – Un assolo quello di cui si rendono protagonisti Ruta e Micheletti, decisi sin dal via ad accedere direttamente in semifinale e a lasciarsi dietro gli avversari. La cavalcata del doppio leggero azzurro prosegue indisturbata per tutta la batteria, e si conclude con ben sette secondi e mezzo di vantaggio sulla Polonia1, seconda classificata e come gli altri costretti ai recuperi dal dominio italiano di questa gara. 1. Italia (Andrea Micheletti, Pietro Ruta-Fiamme Oro) 6.17.22, 2. Polonia1 (Artur Mikolajczewski, Milosz Jankowski) 6.24.75, 3. Giappone1 (Hideki Omoto, Hiroshi Nakano) 6.26.43, 4. Gran Bretagna2 (Zak Lee-Green, Samuel Mottram) 6.28.12, 5. Argentina (Ncolai Fernandez, Pablo Lizondo) 6.35.40, 6. Danimarca (Mads Rasmussen, Rasmus Quist) 7.10.43
Seconda batteria – il primo in semifinale gli altri ai recuperi – Francia (Stany Dalayre, Jeremie Azou) 6.21.07, 2. Svizzera1 (Silvan Zehnder, Taehyun Park) 6.27.43, 3. Cina (Yajun Li, Bin Tian) 6.28.93, 4. Svizzera2 (Fiorin Rueddi, Joel Schuerch) 6.29.36, 5. Corea (Hakbeom Lee, Taehyun Park) 6.49.08, 6. Georgia (Giorgi Kanteladze, Otari Motiashvili) 6.51.00
Terza batteria – il primo in semifinale gli altri ai recuperi – 1. Norvegia (Kristoffer Brun, Are Strandli) 6.14.87, 2. Germania (Moritz Moos, Jason Osborne) 6.24.50, 3. Austria (Paul Sieber, Bernhard Sieber) 6.35.36, 4. Hong Kong (Kwong Wing Chow, Hin Chun Chiu) 6.37.49, 5. Angola (Jean-Luc Rasamoelina, Andre Matias) 6.45.28
Quarta batteria – il primo in semifinale gli altri ai recuperi – 1. Gran Bretagna1 (Richard Chambers, William Fletcher) 6.16.48, 2. USA (Andrew Campbell Jr, Joshua Konieczny) 6.21.53, 3. Nuova Zelanda (Peter Taylor, Hayden Cohen) 6.30.28, 4. Giappone2 (Yuta Hamada, Takahiro Suda) 6.39.44, 5. Polonia2 (Lukasz Siemion, Mariusz Stanczuk) 6.49.68

SINGOLO PESI LEGGERI FEMMINILE
Prima Batteria – i primi tre in semifinale gli altri ai recuperi –
1. Nuova Zelanda1 (Zoe Macbridge) 7.35.04, 2. Danimarca (Runge Holmegaaard) 7.41.97, 3. Cina1 (Shuai Guo) 7.49.52, 4. Giappone (Miharu Takashima) 8.00.23, 5. Lettonia (Olga Svirska) 8.01.22
Seconda Batteria – i primi tre in semifinale gli altri ai recuperi –Primi tre in semifinale per il singolo PL femminile, e l’Italia di Federica Cesarini interpreta bene la gara insediandosi in terza posizione e controllando per tutta la gara l’austriaca Borzacchini. Il vantaggio di Federica sull’Austria aumenta mentre Germania e Polonia1 mantengono le prime due posizioni, e così l’azzurra chiude terza aggiudicandosi l’accesso diretto alle semifinali. 1. Germania (Judith Anlauf) 7.44.29, 2. Polonia1 (Joanna Dorociak) 7.53.22, 3. Italia (Federica Cesarini-C Gavirate) 7.59.02, 4. Austria (Stefanie Borzacchini) 8.09.46
Terza Batteria – i primi tre in semifinale gli altri ai recuperi –1. Brasile (Fabiana Beltrame) 7.37.74, 2. Nuova Zelanda2 (jackie Kiddle) 7.45.10, 3. Cina2 (Jing Liu) 7.49.55, 4. Argentina (Sofia Conte) 8.12.86

SINGOLO PESI LEGGERI MASCHILE

Prima Batteria – i primi due in semifinale gli altri ai recuperi –1. Repubblica Slovacca (Lukas Babac) 6.59.21, 2. Croazia (Luka Radonic) 7.02.79, 3. Giappone2 (Naoki Furuta) 7.07.95, 4. Norvegia (Ask Jarl Tjoem) 7.24.11, 5. Giappone1 (Yasushi Fukui) 7.29.04
Seconda Batteria – i primi due in semifinale gli altri ai recuperi – Sfida in casa Italia tra il campione mondiale Marcello Miani e l’Under 23 Francesco Pegoraro. L’iridato di Amsterdam 2014 trova un ostico avversario nel tedesco Max Roeger, che non accenna a lasciarsi sfilare dall’azzurro nonostante siano due i posti che qualificano per la semifinale mentre Pegoraro resta in gruppo fino a metà gara. Sul finale Miani incrementa e chiude in testa per appena un paio di decimi sulla tenace Germania2, mentre Pegoraro rifiata nelle retrovie e attende i recuperi. 1. Italia1 (Marcello Miani-Forestale) 6.50.91, 2. Germania 2 (Max Roeger) 6.51.19, 3. Nuova Zelanda (Adam Ling) 6.58.81, 4. Danimarca (Andrej Bendsen) 6.59.14, 5. Italia2 (Francesco Pegoraro-SC Esperia) 7.18.39
Terza Batteria – i primi due in semifinale gli altri ai recuperi –1. Bulgaria (Nedelcho Vasilev) 7.10.48, 2. Ungheria (Gabor Csepregi) 7.15.40, 3. Austria (Markus Lemp) 7.20.69, 4. Georgia (Nikoloz Kandelaki) 7.21.57, 5. Hong Kong2 (Yuk Man Chan) 7.26.82
Quarta Batteria – i primi due in semifinale gli altri ai recuperi –1. Francia1 (Pierre Houin) 6.54.43, 2. Francia2 (Damien Piqueras) 6.58.30, 3. Germania1 (Konstantin Steinhuebel) 7.03.02, 4. Hong Kong1 (Wai Kin Wong) 7.26.65

SINGOLO SENIOR FEMMINILE
Prima batteria – il primo in semifinale gli altri ai recuperi – 1.Australia1 (Kim Crow) 7.24.75, 2. Danimarca (Fie Udby Erichsen) 7.34.32, 3. Germania1 (Julia Richter) 7.36.94, 4. Cina2 (Rong Gu) 7.40.70, 5. Belgio (Eveline Peleman) 7.47.59, 6. Nuova Zelanda2 (Olivia Loe) 7.58.75
Seconda batteria – il primo in semifinale gli altri ai recuperi – 1. Svizzera1 (Jeannine Gmelin) 7.27.93, 2. Bielorussia (Tatsiana Kukhta) 7.33.27, 3. Polonia (Julia Michalska) 7.37.67, 4. Svezia (Anna Malvina Svennung) 7.42.70, 5. Germania2 (Wiebke Hein) 7.46.44, 6. Corea (Yeji Kim) 7.58.88
Terza batteria – il primo in semifinale gli altri ai recuperi – 1. USA (Genevra Stone) 7.29.16, 2. Cina1 (Jingli Duan) 7.35.07, 3. Canada (Carling Zeeman) 7.35.64, 4. Svizzera2 (Pascale Walker) 8.12.08, 5. Qatar (Tala Abujabara) 8.27.44
Quarta batteria – il primo in semifinale gli altri ai recuperi – L’austriaca Lobnig parte molto forte tracciando ai 500 metri un solco con le avversarie, che aumenta colpo dopo colpo. Quinto posto per Sara Magnaghi ai 1000 metri, che risale di una posizione nella seconda parte di gara ma che, come le avversarie, preferisce preservare le energie per i recuperi visto il netto dominio austriaco di questa batteria. 1. Austria (Magdalena Lobnig) 7.35.10, 2. Nuova Zelanda1 (Fiona Bourke) 7.43.44, 3. Australia2 (Fiona Albert) 7.46.43, 4. Italia (Sara Magnaghi-SC Moltrasio) 7.47.21, 5. Bulgaria (Desislava Georgieva) 7.50.91

SINGOLO MASCHILE SENIOR
Prima batteria – i primi quattro ai quarti di finale dal 5 in finale E e F –
1. Belgio (Hannes Obreno) 6.52.19, 2. Bielorussia (Stanislau Shacarbachenia) 6.55.02, 3. Argentina2 (Ariel Suarez) 6.58.26, 4. Australia (Max Mcqueeney) 6.59.92, 5. Polonia (Natan Wegrzck1-szymczyk) 7.02.76, 6. Iran (Aghei Habibiyan) 7.11.85
Seconda batteria – i primi quattro ai quarti di finale dal 5 in finale E e F – 1. Croazia (Damir Martin) 6.54.36, 2. Israele1 (Dani Fridman) 6.55.67, 3. Gran Bretagna1 (Alan Cambell) 6.57.79, 4. Argentina1 (Brian Rosso) 7.03.74, 5. Cina2 (Ganggang Li) 7.10.21
Terza batteria – i primi quattro ai quarti di finale dal 5 in finale E e F – 1. Nuova Zelanda1 (Mahe Drysdale) 6.53.44, 2. Gran Bretagna2 (Jack Beaumont) 6.55.15, 3. Danimarca (Sverri Nielsen) 6.56.57, 4. Brasile (Steve Hiestand) 6.57.17, 5. Canada (Pascal Lussier) 6.58.58
Quarta batteria – i primi quattro ai quarti di finale dal 5 in finale E e F – 1. Repubblica Ceca (Odrej Sinek) 6.59.28, 2. Finlandia (Robert Ven) 7.00.64, 3. Germania2 (Philipp Syring) 7.05.92, 4. Nuova Zelanda2 (Giacomo Thomas) 7.12.04, 5. Cina1 (Zhiqiang Shi) 7.17.83
Quinta batteria – i primi quattro ai quarti di finale dal 5 in finale E e F –Partenza d’attacco per Francesco Cardaioli, che non si lascia intimorire dalla presenza due corsie più in là del due volte oro olimpico Olaf Tufte, insediandosi in prima posizione dopo il primo quarto di gara. Non la lascerà più il singolista azzurro, che prosegue nella sua marcia senza preoccuparsi di chi sta dietro di lui chiudendola in prima posizione. 1. Italia 1 (Francesco Cardaioli-SC Padova) 6.54.90, 2. Norvegia (Olaf Tufte) 6.57.43, 3. USA2 (Yohann Rigogne) 6.57.69, 4. Corea (Kim Dongyong) 7.01.42, 5. Svezia (Anders Backeus) 7.02.15
Sesta batteria – i primi quattro ai quarti di finale dal 5 in finale E e F –1. Cuba (Angel Fournier Rodriguez) 6.55.05, 2. Germania1 (Lars Hartig) 6.58.32, 3. USA1 (William Cowless) 7.01.10, 4. Israele2 (Oleg Gonorovski) 7.11.61, 5. Peru (Eduardo Linares Ruiz) 7.15.43

DOPPIO SENIOR FEMMINILE
Prima batteria – i primi due in semifinale e gli altri ai recuperi – L’equipaggio polacco prende di forza la testa della corsa dal primo colpo e lascia le briciole alle avversarie, chiamate a lottare solo per uno dei due posti disponibili per la finale. Bertolasi e Schiavone terze ai 1000 metri a un soffio dalla Germania, che però trova nella seconda parte di gara le forze per staccarsi e andare a prendersi la semifinale. L’Italia chiude quarta e va ai recuperi. 1. Polonia (Magdalena Fularczyk, Natalia Madaj) 6.51.32, 2. Germania (Julia Lier, Mareike Adams) 6.52.93, 3. Cina1 (Yan Jiang, Xinyue Zhang) 6.53.95, 4. Italia (Laura Schiavone-CC Irno, Sara Bertolasi-SC Lario) 7.02.69, 5. Canada (Kerry Shaffer, Antje Von Seydlitz-Kurzbach) 7.06.95, 6. Cina2 (Yuemin Bai, Jie Wang) 7.16.81
Seconda batteria – i primi due in semifinale e gli altri ai recuperi – 1. Australia (Olympia Aldersey, Sally Kehoe) 6.52.11, 2. Gran Bretagna (Katherine Grainger, Victoria Thornley) 6.55.90, 3. Danimarca (Mette Petersen, Lisbet Jakobsen) 7.02.24, 4. Francia (Helene Lefebvre, Elodie Ravera-Scaramozzino) 7.04.65, 5. Austria (Birgit Puehringer, Lisa Farthofer) 7.14.70
Terza batteria – i primi due in semifinale e gli altri ai recuperi
– 1. USA (Meghan O’Leary, Ellen Tomek) 6.50.32, 2. Nuova Zelanda (Zoe Stevenson, Eve Macfarlane) 6.54.73, 3. Bielorussia (Ekaterina Karsten, Yuliya Bichyk) 7.02.76, 4. Argentina (Maria Laura Abalo, Karina Wilvers) 7.09.53, 5. Svezia (Lovisa Claesson, Frida Svensson) 7.16.50

DOPPIO SENIOR MASCHILE
Prima batteria – i primi due in semifinale e gli altri ai recuperi
– 1. Croazia (Martin Sinkovic, Valent Sinkovic) 6.16.48, 2. Argentina (Rodrigo Murillo, Cristian Rosso) 6.20.23, 3. Ungheria (Bendeguz Petervari-Molnar, Gergely Papp) 6.31.98, 4. USA2 (Ian Silveira, Derek Johnson) 6.35.61, 5. Azerbaijan (Boris Yotov, Aleksandar Aleksandrov) 6.37.14
Seconda batteria – i primi due in semifinale e gli altri ai recuperi – 1. Germania (Marcel Hacker, Stephan Krueger) 6.18.45, 2. Gran Bretagna (John Collins, Jonathan Walton) 6.21.10, 3. Polonia1 (Maciej Zawojski, Dominik Czaja) 6.29.67, 4. Danimarca (Frank Steffensen, Sophus Johannsen) 6.38.09, 5. Austria (Julius Hirtzberger, Clemens Obrecht) 6.47.23
Terza batteria – i primi due in semifinale e gli altri ai recuperi – I vicecampioni del Mondo Fossi e Battisti ingaggiano un testa a testa con l’equipaggio statunitense sin dal primo colpo, mentre poco dietro gli Under 23 Garibaldi e Mumolo si dimostrano all’altezza della situazione. Italia1 e Usa1 proseguono il duello fin sul traguardo, dove a passare per prima è la prua azzurra, mentre per l’Italia2 degli Under 23 ci saranno i recuperi. 1. Italia1 (Romano Battisti, Francesco Fossi-Fiamme Gialle) 6.16.50, 2. USA1 (John Graves, Benjamin Dann) 6.17.10, 3. Bulgaria (Kristian Vasilev, Georgi Bozhilov) 6.22.72, 4. Italia2 (Federico Garibaldi, Davide Mumolo-SC Elpis) 6.26.69, 5. Cina (Liang Zhang, Jian Ma) 6.34.33
Quarta batteria – i primi due in semifinale e gli altri ai recuperi – 1. Australia (James Mcrae, Alexander Belonogoff) 6.19.75, 2. Norvegia (Nils Jakob Hoff, Kjetil Borch) 6.26.32, 3. Repubblica Ceca (Michal Plocek, David Jirka) 6.34.34, 4. Perù (Alvaro Torres Masias, Renzo Leon Garcia) 6.36.55, 5. Iran (Seyedmojtaba Shojaei, Amir Rahnamai) 6.37.18

QUATTRO DI COPPIA SENIOR MASCHILE
Prima batteria – il primo in finale e gli altri ai recuperi – 1. Germania1 (Karl Schulze, Philipp Wende, Lauritz Scoof, Hans Gruhne) 5.45.25, 2. Australia (William Lockwood, Alexander Hill, Spencer Turrin, Alexander Lloyd) 5.46.53, 3. Polonia (Mateusz Biskup, Dariusz Radosz, Miroslaw Zietarski, Wiktor Chabel) 5.46.86, 4. Nuova Zelanda (Jade Uru, John Storey, George Bridgewater, Karl Manson) 5.52.92, 5. Norvegia (Bjoern-Jostein Singstand, Martin Helseth, Erik Solbakken, Jan Oscar Helvig) 5.55.70, 6. USA (Glenn Ochal, Charles Cole, Henrik Ruymmel, Seth Weil) 6.01.15
Seconda batteria – il primo in finale e gli altri ai recuperi – Gara combattuta fino a ben oltre la metà gara, con tutti gli equipaggi, Italia inclusa, praticamente sulla stessa linea. Le posizioni vanno a definirsi meglio nella seconda parte della batteria, quando Gran Bretagna e Canada piazzano l’attacco decisivo. La spuntano gli alfieri della Regina, mentre il quartetto azzurro paga l’esuberanza dei primi 1000 metri e chiude controllando le proprie forze e pensando al recupero. 1. Gran Bretagna (Angus Groom, Sam Townsend, Graeme Thomas, Peter Lambert) 5.44.02, 2. Canada (Mattew Buie, Julien Bahain, Will Dean, Rob Gibson) 5.45.20, 3. Svizzera (Nico Stahlberg, Augustin Maillefer, Barnabe Delarze, Roman Roeoesli) 5.47.26, 4. Cina (Laifu Li, Zhiyu Liu, Dang Liu. Quan Zhang) 5.49.51, 5. Italia (Simone Venier, Luca Rambaldi, Mario Paonessa, Paolo Perino-Fiamme Gialle) 5.57.58, 6. Germania2 (Hannes Redenius, Steven Weidner, Kai Fuhrmann, Max Appel) 6.00.00

DUE SENZA SENIOR MASCHILE
Prima batteria – i primi tre in semifinale e gli altri ai recuperi – Il due senza azzurro parte forte, poi subisce il rientro di Australia e Stati Uniti. Il duo Abagnale/Abbagnale resta attaccato alle prime posizioni con grande grinta, resiste al ritorno della Gran Bretagna e si prende la terza piazza valevole per il passaggio diretto in semifinale. 1. Australia (Jack Hargreaves, Nichola Wheatley) 6.30.18, 2. USA (Dariush Aghai, Ross James) 6.32.77, 3. Italia1 (Giovanni Abagnale, Vincenzo Abbagnale-Marina Militare) 6.34.09, 4. Gran Bretagna (Matthew Tarrant, Callum McBrierty) 6.36.32, 5. Svizzera (Markus Kessler, David Aregger) 6.51.36
Seconda batteria – i primi tre in semifinale e gli altri ai recuperi – Gara d’attacco quella di Montrone e Agamennoni, sempre nelle prime posizioni tallonati da bielorussi e cinesi. Italia2 pimpante per il resto della batteria, una brillantezza che vale la vittoria, davanti all’Argentina, autrice di un grande recupero, e alla Bielorussia. 1. Italia2 (Luca Agamennoni, Domenico Montrone-Fiamme Gialle) 6.36.20, 2. Argentina (Axel Haack, Diego Lopez) 6.38.71, 3. Bielorussia (Dzmitry Furman, Dzianis Suravets) 6.39.03, 4. Ungheria (Adrian Juhasz, Jr Bela Simon) 6.43.52, 5. Cina (Xunman Cheng, Jiankun Shei) 6.44.71
Terza batteria – i primi tre in semifinale e gli altri ai recuperi – 1. Olanda (Roel Braas, Mitchel Steenman) 6.34.63, 2. Germania2 (Peter Kluge, Alexander Egler) 6.38.93, 3. Repubblica Ceca (Jakub Pdrazil, Lukas Helesic) 6.50.00, 4. Nuova Zelanda (Patrick Mcinnes, Axel Dickinson) 6.54.83, 5. Germania1 (Toni Seifert, Kristof Wilke) 7.01.08

DUE SENZA SENIOR FEMMINILE
Prima batteria – i primi tre in semifinale e gli altri ai recuperi – La Gran Bretagna inizia dalle prime palate il suo personalissimo assolo transitando con margine già ai 500 metri, dove l’armo azzurro passa in terza piazza. Patelli e Palma terze anche a metà gara, ma devono difendersi dagli attacchi della Croazia mentre inglesi e francesi sembrano già certe della qualificazione. Il passo imposto dalle azzurre nell’ultima frazione mette luce tra l’armo italiano e quello croato, e sul traguardo, dietro la Gran Bretagna campione olimpica, mondiale ed europea, e la Francia, c’è l’Italia, che va diretta in semifinale. 1. Gran Bretagna1 (Helen Glover, Heather Stanning) 7.13.67, 2. Francia (Noemie Kober, Marie Le Nepvou) 7.19.38, 3. Italia1 (Alessandra Patelli-SC Padova, Gaia Palma-SC Lario) 7.22.83, 4. Croazia (Marcella Milosevic, Karla Milosevic) 7.28.31, 5. Argentina (Dolores Amaya, Oriana Ruiz) 7.42.22
Seconda batteria – i primi tre in semifinale e gli altri ai recuperi – Fanno da subito gara a sé Stati Uniti e Nuova Zelanda, che lasciano dietro le avversarie, Italia2 di Broggini e Calabrese inclusa. Nulla cambia con il proseguire della regata, statunitensi e neozelandesi hanno una marcia in più, per la terza piazza la Polonia sovrasta la Gran Bretagna2, Broggini e Calabrese non disperdono le energie e si fermano al quinto posto pensando ai recuperi. 1. USA1 (Felice Mueller, Eleanor Logan) 7.01.41, 2. Nuova Zelanda (Grace Prendergast, Kerri Gowler) 7.02.58, 3. Polonia (Anna Wierzbowska, Maria Wierzbowska) 7.14.35, 4. Gran Bretagna2 (Rebecca Chin, Lucinda Gooderham) 7.26.35, 5. Italia2 (Ilaria Broggini, Veronica Calabrese-C Gavirate) 7.51.41
Terza batteria – i primi tre in semifinale e gli altri ai recuperi – 1. USA2 (Megan Kalmoe, Kerry Simmonds) 7.05.58, 2. Danimarca (Hedvig Rasmussen, Anne Andersen) 7.11.31, 3. Cina1 (Min Zhang, Tian Miao) 7.22.36, 4. Germania2 (Julia Waermer, Daniela Schultze) 7.27.18 5. Australia (Molly Goodman, Genevieve Horton) 11.07.17


 

Prossime Regate

Partners FIC

canottaggio.org
Testata giornalistica registrata al Tribunale di Roma in data 12 giugno 2007 al n. 234
Direttore responsabile:
Claudio Tranquilli
Contatti: Tel. +39.3666879879 - e-mail:
ufficiostampa@canottaggio.org
Redazione: Luigi Mancini - Niccolò Bagnoli
Webmaster: Enrico Bozzello

Facebook - Twitter - Instagram - YouTube - Linkedin - Telegram

Federazione Italiana Canottaggio - V.le Tiziano, 74 - 00196 ROMA
P.Iva 01382091005 - C.F. 05267450582

Salvo accordi scritti, le collaborazioni a www.canottaggio.org sono da considerarsi del tutto gratuite e non retribuite. La Direzione si riserva il diritto di modificare la titolazione degli articoli e di fare gli opportuni tagli redazionali al materiale pervenuto dando a questo l'impostazione grafica ritenuta più opportuna. Gli articoli firmati esprimono le opinioni degli autori e non hanno riferimento con gli orientamenti ufficiali. Tutto il materiale inviato, anche se non pubblicato, non sarà  restituito.
E' autorizzata la riproduzione, anche parziale, sempreché venga citata la fonte
www.canottaggio.org e/o i vari credit fotografici dei collaboratori della testata.