Domani a Genova incontro tra FIC e CUSI in occasione della
 "Mille remi in sciû mâ"


ROMA, 01 giugno 2015 - Il Vice Presidente federale Davide Tizzano domani sarà a Genova, insieme al Consigliere Mario Italiano, per un incontro con il Vice Presidente del CUSI Eugenio Meschi. Il tavolo di lavoro, che si terrà presso la Società Canottieri Elpis del Presidente Pietro Dagnino a margine della regata di coastal rowing "Mille remi in sciû mâ", è stato organizzato per approfondire il progetto universitario che la Federazione Italiana Canottaggio sta approntando con l'ausilio del CUSI per rilanciare la pratica remiera nelle Università. Con l'occasione sarà discussa anche la convenzione tra CUSI e FIC rientrante nell'ambito del Progetto “Camminare Insieme”, diretto a promuovere un nuovo modello di sport universitario in Italia, e si parlerà dell'edizione 2016 dei Campionati Nazionali Universitari, che si dovrebbero tenere a Genova il prossimo anno.

Prossime Regate

Partners FIC

canottaggio.org
Testata giornalistica registrata al Tribunale di Roma in data 12 giugno 2007 al n. 234
Direttore responsabile:
Claudio Tranquilli
Contatti: Tel. +39.3666879879 - e-mail:
ufficiostampa@canottaggio.org
Redazione: Luigi Mancini - Niccolò Bagnoli
Webmaster: Enrico Bozzello

Facebook - Twitter - Instagram - YouTube - Linkedin - Telegram

Federazione Italiana Canottaggio - V.le Tiziano, 74 - 00196 ROMA
P.Iva 01382091005 - C.F. 05267450582

Salvo accordi scritti, le collaborazioni a www.canottaggio.org sono da considerarsi del tutto gratuite e non retribuite. La Direzione si riserva il diritto di modificare la titolazione degli articoli e di fare gli opportuni tagli redazionali al materiale pervenuto dando a questo l'impostazione grafica ritenuta più opportuna. Gli articoli firmati esprimono le opinioni degli autori e non hanno riferimento con gli orientamenti ufficiali. Tutto il materiale inviato, anche se non pubblicato, non sarà  restituito.
E' autorizzata la riproduzione, anche parziale, sempreché venga citata la fonte
www.canottaggio.org e/o i vari credit fotografici dei collaboratori della testata.