TRio 2016: Le dichiarazioni dei protagonisti


PIEDILUCO, 02 maggio 2015 -

Laura Schiavone (SC Irno), quattro di coppia: "Al di là del risultato, siamo contente perché abbiamo sentito bene la barca, soprattutto sul passo. E' stata una conferma positiva, considerando che non eravamo mai uscite prima per cui il ritmo e l'assieme erano buoni. Abbiamo notato che siamo riuscite a mantenere un passo costante fino alla fine e a incrementare un po'. A volte succede che le barche si appesantiscano, invece questa no. Insomma, piena soddisfazione".

Sara Magnaghi (SC Moltrasio), quattro di coppia: "Posso dire che mi sono veramente divertita. Abbiamo affrontato la gara con lo spirito giusto. Siam partite bene e abbiamo tenuto un buon passo per tutto il percorso. Ho sentito la barca veramente bene, ero proprio contenta mentre remavo. Siamo riuscite a trovare da subito un bell'assieme, nonostante non fossimo praticamente mai uscite".

Francesco Rigon (Forestale), quattro di coppia: "Abbiamo fatto una bella gara fino a metà, trovando un passo scorrevole poi abbiamo avuto qualche problema di direzione a causa delle onde che facevano i senior alla nostra destra e abbiamo perso l'assieme. Alla fine abbiamo cercato di rimontare e siamo riusciti a chiudere in terza posizione".

Mario Paonessa (Fiamme Gialle), quattro di coppia: "E' stata una bella gara nonostante alcuni problemi per diversi membri dell'equipaggio. Ieri, infatti, Simone Venier ha accusato un dolore al ginocchio a causa di un'infiammazione e questa mattina avevamo Perino con un po' di influenza. Anche io sto uscendo da un momento un po' difficile perché una settimana fa ho avuto la bronchite. Comunque abbiamo fatto una gara soddisfacente: siamo andati avanti dall'inizio e abbiamo controllato. Possiamo lavorare ancora parecchio perché penso che su questa barca ci possa essere un buon margine di miglioramento".

Paolo Perino (Fiamme Gialle), quattro di coppia: "Fortunatamente il lago non era come quello di ieri. Abbiamo scelto una buona tattica di gara a terra che ha dato evidentemente i suoi frutti. Di sicuro la barca ha risposto agli attacchi e anche agli sproni di chi, all'interno dell'equipaggio, chiamava gli allunghi. Siamo partiti insieme poi abbiamo staccato piano piano l'altro quattro di coppia. Un po' di rammarico c'è stato perché volevamo fare anche una chiusura però la barca non è salita di colpi. Ci stiamo lavorando con tanta voglia, con tanto impegno. Si può fare meglio. Ricordo solo che Simone (Venier ndr) ha avuto un problema e non ha potuto gareggiare. E' stato comunque sostituito da Agamennoni, altro validissimo supporto. Complessivamente sono soddisfatto, ma è possibile fare di più".

Leone Maria Barbaro (Tirrenia Todaro), otto PL: "La gara è andata bene. Abbiamo fatto una buona partenza poi abbiamo un po' sfilato e siamo riusciti a mantenere il vantaggio con gli avversari. Nell'ultima fase della gara siamo anche riusciti a recuperare un po' di metri alle barche senior. E' stato un buon risultato anche considerando che era una formazione nuova. Siamo usciti solo ieri e per essere la seconda uscita ci siamo comportati bene. E' stata una bella prestazione".

Vincenzo Serpico (Fiamme Oro), otto PL: "C'è stato poco tempo per provare questa barca. Siamo usciti solo ieri pomeriggio 2 km. Quando si fanno le TRio bisogna essere molto duttili ed essere in grado di inserirsi subito nel giro. Però è andata bene, anche considerando che le altre TRio i Senior ci avevano battuto mentre oggi ci siamo imposti noi. Questo è senza dubbio un altro riscontro positivo".

  

Partners FIC

canottaggio.org
Testata giornalistica registrata al Tribunale di Roma in data 12 giugno 2007 al n. 234
Direttore responsabile:
Claudio Tranquilli
Contatti: Tel. +39.3666879879 - e-mail:
ufficiostampa@canottaggio.org
Redazione: Luigi Mancini - Niccolò Bagnoli
Webmaster: Enrico Bozzello

Facebook - Twitter - Instagram - YouTube - Linkedin - Telegram

Federazione Italiana Canottaggio - V.le Tiziano, 74 - 00196 ROMA
P.Iva 01382091005 - C.F. 05267450582

Salvo accordi scritti, le collaborazioni a www.canottaggio.org sono da considerarsi del tutto gratuite e non retribuite. La Direzione si riserva il diritto di modificare la titolazione degli articoli e di fare gli opportuni tagli redazionali al materiale pervenuto dando a questo l'impostazione grafica ritenuta più opportuna. Gli articoli firmati esprimono le opinioni degli autori e non hanno riferimento con gli orientamenti ufficiali. Tutto il materiale inviato, anche se non pubblicato, non sarà  restituito.
E' autorizzata la riproduzione, anche parziale, sempreché venga citata la fonte
www.canottaggio.org e/o i vari credit fotografici dei collaboratori della testata.