18 medaglie per l’Italia nella prima giornata di finali del Memorial
 d’Aloja


PIEDILUCO, 11 aprile 2015 - Nella prima giornata di finali del Memorial Paolo d’Aloja la nazionale italiana si porta a casa diciotto medaglie tra pesi leggeri e senior (oro 6, argento 7, bronzo 5). A salire sul gradino più alto del podio il quattro senza senior di Giovanni Abagnale, Vincenzo Abbagnale (Marina Militare), Matteo Lodo e Domenico Montrone (Fiamme Gialle) – Montrone ha preso il posto di Giuseppe Vicino a terra per febbre – che col tempo di 6.16.65 si è piazzato davanti alla Spagna, seconda, e a Malta, terza. La seconda medaglia d’oro è arrivata dal quadruplo senior maschile di Simone Venier, Luca Rambaldi, Paolo Perino e Luca Agamennoni – anche Agamennoni è salito all’ultimo momento in barca al posto di Paonessa afflitto da influenza – che ha condotto la gara chiudendo, col tempo di 6.04.34, davanti alla Lituania che ha vinto l’argento davanti all’equipaggio under 23 dell’Italia formato da Tiziano Evangelisti (SC Civitavecchia), Stefano Morganti (SC Tremezzina), Federico Garibaldi (SC Elpis), Jacopo Mancini (SC Firenze), terzo.

Podio tutto italiano, invece, per il quattro senza pesi leggeri dove a vincere è stata la formazione di Stefano Oppo, Paolo Di Girolamo (Forestale), Guido Gravina (SC Cerea) e Giorgio Tuccinardi (Forestale) che ha relegato al secondo posto, col distacco di 5”76, la barca di Piero Sfiligoi (CC Saturnia), Leone Maria Barbaro (Tirrenia Todaro), Davide Gerosa (SC Lario) e Alberto Di Seyssel (SC Armida). Terzo posto, infine, per la formazione di Lorenzo Tedesco (CC Saturnia), Armando dell’Aquila (Fiamme Oro), Francesco Schisano (CN Stabia), Vincenzo Serpico (Fiamme Oro). Il quarto oro è arrivato dall’ammiraglia maschile di Simone Raineri (Fiamme Gialle), Fabio Infimo (RYCC Savoia), Simone Ferrarese (CC Saturnia), Simone Martini (SC Padova), Emanuele Liuzzi (Fiamme Oro), Pierpaolo Frattini (CC Aniene), Luca Parlato (Marina Militare), Alessandro Mansutti (CC Saturnia), timonato da Enrico D’Aniello (CN Stabia). Argento per la formazione italiana under 23 (Andrea Maestrale-CN Posillipo, Raffaele Giulivo-Marina Militare, Liseo Emanuele Gaetani-SC Telimar, Niccolò Pagani-RCC Tevere Remo, Filippo Mondelli-SC Moltrasio, Alberto Dini-SC Firenze, Christian Biolcati-C Gavirate, Neri Muccini-SC Firenze, Giorgio Crippa-SC Moltrasio-timoniere).

Gara entusiasmante, invece, per il due senza di Marco Di Costanzo (Fiamme Oro) e Matteo Castaldo (RYCC Savoia) che, dalla quinta posizione iniziale, è riuscito a ricuperare sugli avversarti e vincere l’argento a ridosso della barca del Sudafrica (David Hunt, Shaun Keeling) oro per soli 41 centesimi. Argento pure per il doppio senior di Romano Battisti e Francesco Fossi (Fiamme Gialle) che si sono scontrati con la forte barca lituana composta da Rolandas Mascinskas e Saulius Ritter, apparsi più in forma degli azzurri, e per quello pesi leggeri di Andrea Micheletti e Pietro Ruta (Fiamme Oro) per metà gara davanti al Sud Africa (James Thompson, John Smith) campione del mondo che, dopo i mille metri, riesce a superare gli italiani e vincere l’oro per soli 80 centesimi. Per chiudere le gare maschili, si ferma ai piedi del podio Francesco Cardaioli (SC Padova), ancora non in perfetta forma, in una gara dominata dal cubano Fournier Rodriguez, primo, dal lituano Griskonis, secondo, e dal messicano Cabrera Perez, terzo.

Oro anche per il due senza pielle di Lorenzo Gerosa (SC Lario) e Matteo Pinca (Forestale) che, dopo aver subito l’attacco russo per tre quarti di gara, sono riusciti ad agguantare la prima posizione e a mantenerla fino alla fine. Oro, quindi, per l’Italia, argento per la Russia e bronzo per l’armo italiano di Giacomo Gaggiotti e Giovanni Ficarra (CC Peloro). Imprendibile, nonostante un lieve dolore alla schiena, Marcello Miani (Forestale) che ha dominato la gara del singolo pesi leggeri davanti a Grecia e Svizzera, rispettivamente seconda e terza. Tra le donne senior argento per il doppio di Laura Schiavone (CC Irno) e Sarà Bertolasi (SC Lario) che, pur provando ad attaccare, non sono riuscite a rimanere in gara ed hanno chiuso senza forzare in seconda posizione dietro alle lituane Donata Vistartaite e Milda Valciukaite, prime col tempo di 7.10.02. Bronzo per il secondo equipaggio italiano di Stefania Gobbi (SC Padova) e Eleonora Denich (Nazario Sauro).

Nel doppio pesi leggeri sono state Giulia Pollini (SC Cernobbio) e Valentina Rodini (SC Bissolati) a salire sul podio subito dietro alla barca sudafricana di Kirsten McCann e Ursula Grobler, mentre ha agguantato una splendida medaglia di bronzo il due senza di Ilaria Broggini e Veronica Calabrese (C Gavirate), terze al termine di una gara tiratissima che ha visto sopravanzare le azzurre dalla Spagna (Anna Boada, Nuria Dominguez), seconda, e dall’Irlanda (Leonora Kennedy, Monika Dukarska), prima. Lontanissima dal podio Sara Magnaghi (SC Moltrasio), solo sesta, in una gara che ha visto sul gradino più alto del podio la svizzera Jeannine Gmelin, prima, seguita dalla greca Sofia Asoumanaki e, a sorpresa, da Micheen Thornycroft (Zimbabwe).


Nelle foto (E.Artegiani): il 4 senza maschile; i podi del 4 di coppia, otto, due senza, doppio, doppio PL maschile; Marcello Miani; il podio del doppio femminile,

 

Prossime Regate

  • SHENZHEN - 25-27/10/2019
    World Rowing Beach Sprint Finals CM1x e CW1x
  • VARESE - 26/10/2019
    Regata Insubria Rowing Cup
  • VARESE - 27/10/2019
    1^ tappa - Campionato Italiano di Gran Fondo e Regata Nazionale di Gran Fondo 4x e 8+
    Statistica Equipaggi gara

Partners FIC

canottaggio.org
Testata giornalistica registrata al Tribunale di Roma in data 12 giugno 2007 al n. 234
Direttore responsabile:
Claudio Tranquilli
Contatti: Tel. +39.3666879879 - e-mail:
ufficiostampa@canottaggio.org
Redazione: Luigi Mancini - Niccolò Bagnoli
Webmaster: Enrico Bozzello

Facebook - Twitter - Instagram - YouTube - Linkedin - Telegram

Federazione Italiana Canottaggio - V.le Tiziano, 74 - 00196 ROMA
P.Iva 01382091005 - C.F. 05267450582

Salvo accordi scritti, le collaborazioni a www.canottaggio.org sono da considerarsi del tutto gratuite e non retribuite. La Direzione si riserva il diritto di modificare la titolazione degli articoli e di fare gli opportuni tagli redazionali al materiale pervenuto dando a questo l'impostazione grafica ritenuta più opportuna. Gli articoli firmati esprimono le opinioni degli autori e non hanno riferimento con gli orientamenti ufficiali. Tutto il materiale inviato, anche se non pubblicato, non sarà  restituito.
E' autorizzata la riproduzione, anche parziale, sempreché venga citata la fonte
www.canottaggio.org e/o i vari credit fotografici dei collaboratori della testata.