Presentata la seconda spedizione londinese degli studenti-canottieri


Dal tranquillo lago di Monate al bacino olimpico di Eton gli studenti di Monate e Gavirate a remare con i “maestri” inglesi


MONATE, 01 marzo 2015 - La Canottieri Monate formalmente ha 44 anni, essendo stata fondata nel 1971, ma la passione per il canottaggio a Travedona Monate risale più in là nel tempo, grazie alle iniziative del “Comitato Monatese” che a metà degli anni sessanta propose alla Federazione Italiana Canottaggio l'organizzazione di regate su questo bellissimo lago. Una successione di festosi eventi nella cornice della “sagra delle pesche” ed un successo, come ricordava Dante Faldi, uno dei pionieri, presente tra le molte persone che ieri sera affollavano il salone della Canottieri per la presentazione della seconda spedizione londinese degli studenti-canottieri, dopo l'entusiasmante partecipazione dello scorso anno. “Ormai il canottaggio a Monate è un fatto consolidato – sottolineava – è uno sport maggiorenne cresciuto e maturato in una lunga trafila di esperienze. E oggi siamo qui ad applaudire giovani atleti e dirigenti che hanno realizzato grandi cose”.

E come lo scorso anno a Londra saranno in gara una squadra targata Canottieri Monate ed una Liceo Sportivo “E.Stein” di Gavirate, pur se i due gruppi avranno programmazioni diverse, partendo però dalla comune premessa della esaltante trasferta dello scorso anno alle regate interscolastiche inglesi. Per realizzare il suo bis Monate avrà anche dei piccoli rinforzi da parte di società amiche e lo squadrone del presidente Gianpaolo Maretti e del D.T. Renato Gaeta sarà sul Tamigi alla Schools Head of the River (16 marzo a Londra), e alla The Scullery Regatta (17 marzo sul bacino olimpico di Eton). Due competizioni dalle caratteristiche diverse tra loro, dal grande richiamo per il mondo studentesco e ricordiamo che la base degli straordinari risultati del canottaggio britannico è il mondo della scuola. Otto maschile ed otto femminile, ed anche un quadruplo femminile, in gara il 16 marzo sul Tamigi (6,8 Km) mentre il giorno successivo a Eton ritroveremo in gara 3 quadrupli femminili e 2 maschili (1800 m.) con la partecipazione di oltre 2000 atleti giovanissimi di più di 100 scuole inglesi.

Sarà una partecipazione non solo agonistica, ma con basi allargate, che daranno la possibilità ai ragazzi di sviluppare pure un percorso culturale, sia approfondendo i contatti con i loro coetanei in una diversa realtà di concepire il canottaggio, ma anche con un interessante programma di visite a luoghi storici di cui la zona è assai ricca. Negli equipaggi della Canottieri Monate saranno inclusi alcuni atleti monatesi attualmente in forza al College remiero di Piediluco, ed anche alcune punte della Canottieri Lario di Como, Canottieri Varese, Canottieri Esperia Torino e del Club Nuoto di Augusta. E soltanto alle gare di martedì 17 a Eton ritroveremo la rappresentativa del Liceo Gaviratese (un quattro di coppia maschile ed uno femminile): presenti alla cerimonia (che ha visto la consegna ai ragazzi della Monate delle divise da gara) i liceali gaviratesi accompagnati dal prof. Maurizio Barranco, che ne ha illustrato gli obiettivi immediati, ma anche i progetti futuri dell'istituto, che per il progetto remiero opera in collaborazione con la Canottieri Gavirate, assistito dal D.T. Giovanni Calabrese.

Alla prima giornata di gare, il lunedì sul Tamigi, in acqua oltre al quadruplo femminile (Sara Moja, Sara Portaluppi, Giorgia Gambin e Greta Cicognani), gli altri due raggruppamenti che poi alla garadi Eton si scinderanno in due quadrupli. Gruppo femminile Linda De Filippis, Marianna Ribolzi, Laura Rozzoni, Giorgia Salice, Francesca Succi Clementi, Greta Ricci, Maria Benedetta Favarelli (della Esperia Torino) e Rebecca Mai (della Canottieri Varese). Gli otto canottieri della Monate sono Luca Corazza e Nicholas Khol (attualmente al College Remiero di Piediluco), Sebastiano Galoforo (del Nuoto Club Augusta, pure al College di Piediluco), Matteo Gasperini, Ivan Battelli, Federico Fantoni, Jody Felly, Luca Santaterra, Daniele Leggeri (Canottieri Lario) e il timoniere (già esperto sul Tamigi) Federico Zorzan. Ad esprimere compiacimento ed augurio per l'iniziativa sono intervenuti il sindaco di Travedona Andrea Colombo e l'assessore allo sport Massimo Pedretti, la consigliera federale ed azzurra Sara Bertolasi, il presidente del Comitato regionale della Federazione Canottaggio Giorgio Bianchi, gli sponsor Ilenia Novello Hotel Mariuccia, Joas Binda DIBI, Emilio Felli Carrozzeria Europa di Germignaga, la Società Econord, e i Fratelli Cairo Noleggio Bus.

Ma anche il vertice della Canottieri Lario di Como col presidente Enzo Molteni, e – argomento fondamentale per la riuscita – il Comitato Genitori della Canottieri Monate, che aveva curato l'allestimento del salone. In apertura della cerimonia Rina Di Spirito per “Donna sicura” ha espresso il compiacimento della importante associazione per l'iniziativa della Canottieri Monate di dedicare un fiocco rosa ed una scritta contro la “violenza sulle donne” sull'uniforme di gara dei ragazzi a Londra. E tra i molti supporters della Canottieri Monate anche la campionessa del mondo under 23 Deborah Battagin, socia onoraria della Monate, ma anche ad applaudire tra i tanti appassionati c'erano l'ex presidente Franco Ruspini, il grande campione Stefano Martinoli e per la Canottieri Varese, portandone il saluto, la consigliera Nicoletta Gnocchi.


Ferruccio Calegari

Partners FIC

canottaggio.org
Testata giornalistica registrata al Tribunale di Roma in data 12 giugno 2007 al n. 234
Direttore responsabile:
Claudio Tranquilli
Contatti: Tel. +39.3666879879 - e-mail:
ufficiostampa@canottaggio.org
Redazione: Niccolò Bagnoli - Luigi Mancini - Camilla Frigerio
Webmaster: Enrico Bozzello

Facebook - Twitter - Instagram - YouTube - Linkedin - Telegram

Federazione Italiana Canottaggio - V.le Tiziano, 74 - 00196 ROMA
P.Iva 01382091005 - C.F. 05267450582

Salvo accordi scritti, le collaborazioni a www.canottaggio.org sono da considerarsi del tutto gratuite e non retribuite. La Direzione si riserva il diritto di modificare la titolazione degli articoli e di fare gli opportuni tagli redazionali al materiale pervenuto dando a questo l'impostazione grafica ritenuta più opportuna. Gli articoli firmati esprimono le opinioni degli autori e non hanno riferimento con gli orientamenti ufficiali. Tutto il materiale inviato, anche se non pubblicato, non sarà  restituito.
E' autorizzata la riproduzione, anche parziale, sempreché venga citata la fonte
www.canottaggio.org e/o i vari credit fotografici dei collaboratori della testata.