10 ori per gli atleti lombardi a Torino


MILANO, 16 febbraio 2015 - Week end di fuoco per il remo lombardo in gara a XXXII Regata Internazionale di Gran Fondo “D’Inverno sul Po” ospitata a Torino durante il week end. 2200 atleti in acqua in due giornate, tra barche corte e barche lunghe, per i primi test stagionali ai remi. Ottimi segnali dalle società regionali che, in due giornate, conquistano 31 medaglie: 10 ori, 13 argenti e 8 bronzi. Grande performance delle due ammiraglie bianco verdi guidate dal Coordinatore Tecnico Regionale Giambattista Dalla Porta, oro con l’otto ragazzi e junior femminile.

Il primo oro del week end è stato firmato dalla Canottieri Bissolati, capace di vincere il doppio junior con Andrea Cattaneo, campione del mondo junior nel 2014 e Giacomo Gentili, oggi atleta del college remiero federale con base a Piediluco. Seconda Telimar e terza Gavirate
Monate senza rivali nel doppio ragazzi maschile, grazie a Luca Corazza, atleta del college federale e azzurro alla Coupe 2014, in coppia con Luca Santaterra. Vittoria con 42 secondi di margine su Roma e Armida.

Ottimi segnali dal due senza senior femminile rosso blu. Ilaria Broggini e Veronica Calabrese sono state le protagoniste indiscusse per tutto il percorso, archiviando la gara con quasi un minuto di vantaggio su Esperia e le francesi del CVSA.
Gaia Palma, torinese doc oggi in forza alla Canottieri Lario, vince il singolo femminile davanti ai tifosi di casa.

Quattro vittorie anche in barca lunga, tre con l’otto e uno in quattro di coppia.
L’otto ragazzi ad ossatura Gavirate vince sui padroni di casa dell’Esperia e il club inglese Forward. A bordo Roberto Gerosa (Lario), Simone Migliore (Menaggio), Alessandro Cecini, Filippo Graziano, Giovanni Mammarella, Giovanni Codato, Riccardo D'onofrio, Fabio Maffiola e il timoniere Leonardo Macchi. Gavirate sugli scudi anche con il quattro di coppia femminile, grazie all’azione di Silvia Dascanio, Elisa Odino, Agata Simonetta e Giulia Mignemi (Aetna)

Volano le ammiraglie lombarde. Il progetto sviluppo prende forma, la vittoria conferma le basi solide sulle quali si potrà lavorare nel prossimo futuro. L’otto ragazzi composto da Beatrice Pigozzo, Claudia Bernasconi e Marta Barelli (Moltrasio), Silvia De Boni (Retica) Aurora Arieti e Benedetta Zucchi (Moto Guzzi), Giada Bino (Arolo) Gaia Ortelli e il timoniere Camilla Mariani primeggia con 27 secondi di margine su Monate e CUS Torino.

Conferma e gioia dal settore junior femminile, capace di vincere la regata in ammiraglia. Torino voleva essere un test nazionale, anche in chiave internazionale, considerata l’imminente partecipazione bianco verde alla Women’s Head of the River Race in programma sabato 14 marzo a Londra. A bordo Nicoletta Bartalesi (Varese), Arianna Noseda (Lario), Alessia Rabasca (Tritium), Arianna Bini ed Isabella Mondini (Gavirate), la riserva Ambrosini Sofia (Retica), Ludovica Braglia, Elisa Mondelli e il timoniere Giorgio Crippa (Moltrasio)

Gli ori dei giovanissimi arrivano da Arolo, protagonista con Beatrice Ferretti nel singolo cadetti e Carate Urio grazie all’ormai imbattibile Diana Bernasconi.

Meno di trenta giorni alla regata regionale d’apertura, il 15 marzo sul Lago di Pusiano il primo appuntamento in linea sulla distanza olimpica.


Luca Broggini
CR FIC Lombardia




 

Partners FIC

canottaggio.org
Testata giornalistica registrata al Tribunale di Roma in data 12 giugno 2007 al n. 234
Direttore responsabile:
Claudio Tranquilli
Contatti: Tel. +39.3666879879 - e-mail:
ufficiostampa@canottaggio.org
Redazione: Luigi Mancini - Niccolò Bagnoli
Webmaster: Enrico Bozzello

Facebook - Twitter - Instagram - YouTube - Linkedin - Telegram

Federazione Italiana Canottaggio - V.le Tiziano, 74 - 00196 ROMA
P.Iva 01382091005 - C.F. 05267450582

Salvo accordi scritti, le collaborazioni a www.canottaggio.org sono da considerarsi del tutto gratuite e non retribuite. La Direzione si riserva il diritto di modificare la titolazione degli articoli e di fare gli opportuni tagli redazionali al materiale pervenuto dando a questo l'impostazione grafica ritenuta più opportuna. Gli articoli firmati esprimono le opinioni degli autori e non hanno riferimento con gli orientamenti ufficiali. Tutto il materiale inviato, anche se non pubblicato, non sarà  restituito.
E' autorizzata la riproduzione, anche parziale, sempreché venga citata la fonte
www.canottaggio.org e/o i vari credit fotografici dei collaboratori della testata.