Fervono i preparativi per la "Navicelli Rowing Marathon"


FIRENZE, 03 dicembre 2014 - Si lavora già alacremente all'organizzazione dell'edizione 2015 della “Navicelli Rowing Marathon” la manifestazione di canottaggio che dal 2011 si svolge sul Canale dei Navicelli l’ultima domenica di gennaio e che da quest’anno è diventata Campionato Italiano. A questo proposito abbiamo chiesto un po’ di notizie ad Antonio Giuntini che presiede il Comitato Organizzatore della manifestazione:
“In questi anni, con il lavoro di molti volontari e grazie all’aiuto di sponsor e istituzioni, siamo riusciti a crescere e ad acquisire professionalità attrezzando l’area della Darsena Pisana con pontili galleggianti e con tutto il materiale necessario per far svolgere attività remiera in sicurezza alle nostre società e a coloro che si avvicinano al canottaggio – spiega Antonio Giuntini presidente del Comitato Organizzatore della manifestazione - ovviamente è stato determinante l’apporto della Spa Navicelli e del suo appassionato amministratore Giandomenico Caridi sempre pronto ad incontrarci e a cercare di risolvere le nostre problematiche, così come vincente è stato il binomio Gruppo Sportivo dei Vigili del Fuoco e Canottieri Arno, due società sempre pronte a sfidarsi nelle attività agonistiche, ma unite dalla stessa filosofia di divulgazione della pratica sportiva e unite nell’organizzazione di eventi per la città”.

“Quest’anno la Federazione canottaggio guidata da Giuseppe Abbagnale ci ha assegnato il Campionato Italiano, la riteniamo una promozione e un passaggio importante per il nostro Comitato Organizzatore e per la città – continua Giuntini - i Campionati Italiani sono di solito assegnati proprio a chi riesce a trovare i giusti equilibri tra un buon livello nell’organizzazione tecnica e un buon livello nell’accoglienza e nei servizi che la città offre. Per la cronaca la città di Pisa non accoglieva un Campionato Italiano di canottaggio fin dagli anni ’60 (fiume Arno, San Piero a Grado -luglio 1959-), questa assegnazione ci da dunque grandi stimoli e siamo sicuri che anche la città saprà rispondere com’è nel suo stile.”

Alessandro Simoncini, responsabile del campo di gara e della sua sicurezza ricorda invece le peculiarità e le caratteristiche della regata. “Da un po’ di anni la regata di fondo si svolgeva a Pisa sotto l’egida di questa o quella società e fino al 2010 si è insistito nell’organizzazione in Arno, ma il fiume spesso tradiva le aspettative a causa di piene o correnti che non garantivano la sicurezza degli atleti, nel 2011 abbiamo costituito un Comitato organizzatore permanente e abbiamo intrapreso la strada “Canale dei Navicelli” e la scelta si è rivelata da subito vincente – dice Simoncini - il Campo di gara ha le sue particolarità poiché il percorso è quasi tutto in linea e la pista ciclabile adiacente al Canale permette al pubblico e agli allenatori di seguire tutte le fasi della competizione, una caratteristica davvero unica nel suo genere. All’arrivo e alla partenza ci sono due punti medici dotati di ambulanze e personale specializzato, così come sul percorso sono presenti una decina di motoscafi per il soccorso con volontari preventivamente istruiti e pronti ad intervenire. Nell’organizzazione – conclude Simoncini - contiamo di avere anche una presenza di circa 50 volontari che si occupano di tutte le fasi della manifestazione già da molti giorni prima dell’evento”.
La gara è una gran fondo che si disputa sulla distanza di 6000 metri con imbarcazioni a due, a quattro e a otto vogatori, nello specifico “doppio”, “quattro senza” e “otto con timoniere”. La competizione è a cronometro, gli equipaggi partiranno in prossimità del ponte di San Piero a Grado (Camp Darby) con distacchi di una manciata di secondi l’uno dall’altro per concludere la gara, dopo circa venti minuti, all’arrivo posto nella Darsena Pisana.

“E' un evento, quello della Navicelli Rowing Marathon, che vuol contribuire a far incrementare il turismo sportivo a Pisa – spiega Giovandomenico Caridi, amministratore unico della Navicelli Spa – ogni anno dà buoni risultati e contiamo che l'assegnazione del campionato italiano della Federazione canottaggio contribuisca a far crescere i numeri ancora di più. La Spa Navicelli punta molto sullo sport ne è la dimostrazione il Centro di addestramento per canoa e kajak che è stato inaugurato circa tre mesi fa all'ex casello idraulico di Tombolo e che vede uniti gli atleti pisani e quelli livornesi”.

La manifestazione, che è cresciuta in questi anni fino ad arrivare alla presenza di oltre 700 atleti provenienti da tutta Italia, non ha mai perso di vista le sue radici genuine e nella gara vengono infatti ricordate due persone molto legate alle Società organizzatrici, Mauro Baccelli grande atleta della Canottieri Arno prematuramente scomparso in un tragico incidente e Paolo Novelli dei Vigili del Fuoco deceduto in servizio mentre prestava soccorso in un incendio; così come, fin dalla prima regata sui Navicelli, una parte degli introiti vengono devoluti in beneficenza.
Una manifestazione che merita di essere vissuta, il 25 gennaio sul Canale dei Navicelli.

 
 

Prossime Regate

  • CORGENO - 19-20/09/2020
    Meeting Nazionale Allievi e Cadetti
    PROGRAMMA Sabato
    PROGRAMMA Domenica
    Statistica Equipaggi gara
    Statistica Società Gara
    ELENCO SOCIETA' ISCRITTE
  • SABAUDIA - 19-20/09/2020
    Meeting Nazionale Allievi e Cadetti
    PROGRAMMA FINALI Sabato
    PROGRAMMA FINALI Domenica
    Statistica Equipaggi gara
    Statistica Società Gara
    ELENCO SOCIETA' ISCRITTE

Partners FIC

canottaggio.org
Testata giornalistica registrata al Tribunale di Roma in data 12 giugno 2007 al n. 234
Direttore responsabile:
Claudio Tranquilli
Contatti: Tel. +39.3666879879 - e-mail:
ufficiostampa@canottaggio.org
Redazione: Luigi Mancini - Niccolò Bagnoli
Webmaster: Enrico Bozzello

Facebook - Twitter - Instagram - YouTube - Linkedin - Telegram

Federazione Italiana Canottaggio - V.le Tiziano, 74 - 00196 ROMA
P.Iva 01382091005 - C.F. 05267450582

Salvo accordi scritti, le collaborazioni a www.canottaggio.org sono da considerarsi del tutto gratuite e non retribuite. La Direzione si riserva il diritto di modificare la titolazione degli articoli e di fare gli opportuni tagli redazionali al materiale pervenuto dando a questo l'impostazione grafica ritenuta più opportuna. Gli articoli firmati esprimono le opinioni degli autori e non hanno riferimento con gli orientamenti ufficiali. Tutto il materiale inviato, anche se non pubblicato, non sarà  restituito.
E' autorizzata la riproduzione, anche parziale, sempreché venga citata la fonte
www.canottaggio.org e/o i vari credit fotografici dei collaboratori della testata.