Trieste, Convegno Para-Rowing: interventi di Damiano Mingozzi
 e Alessandro Diviacco


TRIESTE, 08 novembre 2014 -

DAMIANO MINGOZZI – psicologo e formatore del Comitato Italiano Paralimpico dell’Emilia Romagna,
"L'approccio all'allenamento con gli atleti diversamente abili"
 
"L'attività motoria non è diversa dall'attività psicomotoria in quanto vengono coinvolti tutti gli aspetti della persona: dalle abilità alle funzionalità, passando per le cognizioni psicologiche.
L'approccio verso un atleta disabile è diverso rispetto a quello di uno normodotato? L'atleta ha potenzialità da sviluppare e capacità sui cui lavorare e un margine di sviluppo da mettere poi in pratica nella vita di ogni giorno. Fondamentale è che il programma di allenamento tenga conto non solo degli aspetti tecnici ma anche di quelli relazionali. E' evidente che la genetica ci fornisce un hardware di base, ma poi con lo sviluppo degli aspetti cognitivi, sensoriali ed emotivi si può cercare di installare una sorta di software. Per installare tale software è basilare coinvolgere l'atleta fornendo gli strumenti per combattere le proprie paure ricordando sempre che il tecnico è un educatore sportivo, e l'attività deve essere una sfida ottimale: deve passare il concetto che il bambino può affrontare la difficoltà con un miglioramento graduale, in primis di se stesso".

 
ALESSANDRO DIVIACCO - esperto di sicurezza sul lavoro, consulente didattico e formatore
L'eliminazione delle barriere architettoniche in una Società sportiva
 
"La Legge 13 del 1989 stabilisce i termini per poter garantire l'accessibilità ai diversamente abili. Un successivo Decreto ministeriale, il 236 sempre del 1989, disciplina le dimensioni degli ambienti delle strutture e infrastrutture da progettare o modificare per rendere compatibile l'ambiente ai disabili.
Prima di progettare bisogna tenere conto di accessibilità a chi vi lavora, visitabilità per gli ospiti e adattabilità. Alcuni suggerimenti forniti dal prof. Diviacco.
Per quanto riguarda i bagni disabili la legge prevede che la rampa abbia una pendenza dell'8%, ma può essere troppo ripida. Importante rimarcare che non esiste uno standard di disabilità: ogni utente avrà necessariamente esigenze diverse e da customizzare rispetto agli altri. Le scale per disabili devono essere munite di batterie che devono funzionare anche se esiste un black-out. Ma ancora più importante è garantire la manutenzione. I disabili utilizzano un mezzo a ruote si muovono meglio su una pavimentazione liscia, compatta, priva di fessure profonde o troppo larghe. Meglio non costruire rampe troppo lunghe, in quanto diventerebbero esse stesse una barriera".

 

Prossime Regate

  • SANREMO - 26/09/2020
    Campionato del Mediterraneo di Coastal Rowing Regata su 6km. ANNULLATA
  • CANDIA CANAVESE - 26/09/2020
    Regata Regionale aperta Valida d'Aloja ANNULLATA E VIENE RECUPERATA il 27/09/2020
  • NARO - 26/09/2020
    Regata Regionale Valida Montu e d'Aloja ANNULLATA
  • BELGRADO - 26-27/09/2020
    European Rowing Junior Championships
  • SAN GIORGIO DI NOGARO - 26-27/09/2020
    Regata Regionale aperta valida Montu e d'Aloja
  • SANREMO - 27/09/2020
    Campionato del Mediterraneo di Coastal Rowing Regata Beach sprint su 500 mt. ANNULLATA
  • CHIUSI - 27/09/2020
    Regata Regionale aperta valida Montu e d'Aloja (Campionato Toscano)
  • CANDIA CANAVESE - 27/09/2020
    Regata Regionale aperta Valida Montu e d'Aloja
  • GAVIRATE - 27/09/2020
    Regata Regionale chiusa Valida Montù
  • SORRADILE - 27/09/2020
    Regata Regionale Valida Montù e d'Aloja ANNULLATA
  • NARO - 27/09/2020
    Regata Regionale valida Montu e d'Aloja (Campionato siciliano) ANNULLATA RINVIATA A 10/10 C/O PARTINICO-POMA
  • NAPOLI - 27/09/2020
    Regata Regionale valida Montu e d'Aloja

Partners FIC

canottaggio.org
Testata giornalistica registrata al Tribunale di Roma in data 12 giugno 2007 al n. 234
Direttore responsabile:
Claudio Tranquilli
Contatti: Tel. +39.3666879879 - e-mail:
ufficiostampa@canottaggio.org
Redazione: Luigi Mancini - Niccolò Bagnoli
Webmaster: Enrico Bozzello

Facebook - Twitter - Instagram - YouTube - Linkedin - Telegram

Federazione Italiana Canottaggio - V.le Tiziano, 74 - 00196 ROMA
P.Iva 01382091005 - C.F. 05267450582

Salvo accordi scritti, le collaborazioni a www.canottaggio.org sono da considerarsi del tutto gratuite e non retribuite. La Direzione si riserva il diritto di modificare la titolazione degli articoli e di fare gli opportuni tagli redazionali al materiale pervenuto dando a questo l'impostazione grafica ritenuta più opportuna. Gli articoli firmati esprimono le opinioni degli autori e non hanno riferimento con gli orientamenti ufficiali. Tutto il materiale inviato, anche se non pubblicato, non sarà  restituito.
E' autorizzata la riproduzione, anche parziale, sempreché venga citata la fonte
www.canottaggio.org e/o i vari credit fotografici dei collaboratori della testata.