Remi rosa con Nencini e Wurzel alla Head of the Charles


ROMA, 20 ottobre 2014 - Una delle grandi competizioni remiere americane, alla 50.a edizione, la Charles Regatta di Boston (prima edizione nel 1965), attrae la partecipazione dei migliori equipaggi mondiali ma anche l'attenzione di migliaia di spettatori. Una competizione sviluppata nell'arco di due giorni, per complessive 55 mega-gare in programma, aperta alla partecipazione selettiva dei migliori campioni, accorpati a volte in equipaggi multinazionali, oppure di formazioni intersocietarie o universitarie, nella cornice del percorso di 4800 m. sul fiume Charles e che deve il suo successo non solo al fascino della qualità ambientale ma anche all'importante opera di oltre 1500 volontari.

Quest'anno gli echi della competizione sono stati particolarmente sentiti anche in Italia, dapprima per l'invito a partecipare al campione azzurro Francesco Fossi che in un formidabile equipaggio di grandi valori mondiali ha concluso al secondo posto a ridosso della formazione che tra gli altri aveva a centro barca anche Mahe Drysdale. E – cosa di grande rilievo – nella lunga corvée dei 36 equipaggi classificati, alla quinta posizione registra l'arrivo dell'equipaggio della Washington University di Seattle che aveva all'ottavo carrello Guglielmo Carcano, il biondo campione della Moltrasio, al suo secondo anno americano ed era stato selezionato per questo equipaggio dopo una intensa trafila (al cronometro poco più di 17” dai vincitori ed a 14” dall'otto di Fossi).
Il canottaggio ha tante componenti, e se la grande competizione di Boston è aperta a molte specialità e categorie remiere, non poteva mancare l'angolo rosa del remo mondiale. E perché no un rosa-azzurro, vale a dire due importanti atlete del nostro vivaio nazionale pure loro “arruolate” per meriti sportivi e di studio ed in questa occasione protagoniste nell'otto della Clemson Women University (South Carolina) impegnato nella “Women's Championships Eights”. E così domenica Aurelia Wurzel (buon sangue non mente, Lario di Como, al carrello n. 2) e la pisana Gaia Nencini (Arno di Pisa) è all'8.vo, hanno avuto il loro battesimo di ambito americano in una partecipazione di 34 equipaggi, classificandosi al 21.° posto. Vincitore Cambridge (15'44”79) ma le campionesse della Clemson hanno concluso con merito a 2'30”.
Di entrambe le vogatrici ricordiamo la rilevanza partecipativa con le rispettive squadre societarie alla attività di vertice nazionale, ma anche in maglia azzurra, impegno che dopo le nuove esperienze americane potrà essere valorizzato nella futura stagione nazionale.


Ferruccio Calegari


Nelle immagini: Gaia Nencini, Aurelia Wurzel

Prossime Regate

  • OEIRAS - 02-04/10/2020
    World Rowing Coastal Championships ANNULLATO
  • TARANTO - 03/10/2020
    Regata Regionale valida Montu e d'Aloja
  • ORTA S.GIULIO - 03-04/10/2020
    5° Orta Lake Eights Challenge e 15° Italian Sculling Challenge - Memorial Don Angelo Villa ANNULLATA
  • SANREMO - 03-04/10/2020
    XXXIX° Trofeo Aristide Vacchino - Regata Internazionale Sprint Allievi Cadetti ANNULLATO
  • MONATE - 04/10/2020
    Regata Regionale chiusa valida d'Aloja ANNULLATA
  • RAVENNA - 04/10/2020
    Regata Regionale aperta Valida Montu e d'Aloja
  • SABAUDIA - 04/10/2020
    Regata Regionale aperta valida Montu e d'Aloja ANNULLATA
  • TARANTO - 04/10/2020
    Regata Regionale valida Montu e d'Aloja

Partners FIC

canottaggio.org
Testata giornalistica registrata al Tribunale di Roma in data 12 giugno 2007 al n. 234
Direttore responsabile:
Claudio Tranquilli
Contatti: Tel. +39.3666879879 - e-mail:
ufficiostampa@canottaggio.org
Redazione: Luigi Mancini - Niccolò Bagnoli
Webmaster: Enrico Bozzello

Facebook - Twitter - Instagram - YouTube - Linkedin - Telegram

Federazione Italiana Canottaggio - V.le Tiziano, 74 - 00196 ROMA
P.Iva 01382091005 - C.F. 05267450582

Salvo accordi scritti, le collaborazioni a www.canottaggio.org sono da considerarsi del tutto gratuite e non retribuite. La Direzione si riserva il diritto di modificare la titolazione degli articoli e di fare gli opportuni tagli redazionali al materiale pervenuto dando a questo l'impostazione grafica ritenuta più opportuna. Gli articoli firmati esprimono le opinioni degli autori e non hanno riferimento con gli orientamenti ufficiali. Tutto il materiale inviato, anche se non pubblicato, non sarà  restituito.
E' autorizzata la riproduzione, anche parziale, sempreché venga citata la fonte
www.canottaggio.org e/o i vari credit fotografici dei collaboratori della testata.