Amsterdam: Risultati e Resoconti Finali A


AMSTERDAM, 30 agosto 2014 -

FINALI A

DOPPIO PESI LEGGERI FEMMINILE: Troppo lente in partenza Elisabetta Sancassani e Laura Milani per restare attaccate al treno di testa, che ha come locomotiva principale l'equipaggio sudafricano, seguito a un soffio dalle neozelandesi. A metà gara la Nuova Zelanda opera il sorpasso sul Sudafrica, mentre le azzurre lottano in sesta posizione a tre secondi dall'Australia momentaneamente terza. Sale il numero di colpi del doppio leggero italiano, ma le chance per una medaglia, con le neozelandesi, che hanno preso il largo sul Sudafrica e sul Canada, rientrato sulle Aussie, sembrano andate perdute. Moto d'orgoglio della barca azzurra negli ultimi 300 metri, ma non basta in una gara combattutissima che vede la Nuova Zelanda laurearsi campione del Mondo davanti ad un Canada pericoloso e incalzante fino alla fine e alla Cina che, quinta per oltre tre quarti del percorso, trova incredibilmente le forze per sorpassare e beffare di pochi centesimi per il bronzo quel Sudafrica rimasto in zona medaglia per 1970 metri. Italia sesta. 1. Nuova Zelanda Julia Edward, Sophie Mackenzie 6.48.56, 2. Canada Lindsay Jennerich, Patricia Obee 6.50.41, 3. Cina Dandan Pan, Weryi Huang 6.53.40, 4. Sud Africa Kirsten Mccann, Ursula Grobler 6.54.21, 5. Australia Alice McNamara, Ell Flecker 6.56.62 6. Italia Laura Milani, Elisabetta Sancassani (Fiamme Gialle) 6.59.99,

DOPPIO PESI LEGGERI MASCHILE: Sono Francia e Germania a uscire dalla partenza schizzando fuori dai blocchi e sorprendendo tutti, mentre l'Italia di Ruta e Micheletti resta nel mucchio con gli altri, cercando per primi di distendersi sul passo per trovare così la palata più adatta alle difficili condizioni del Bosbaan. La mossa paga a metà gara, dove la Francia passa con mezzo secondo sugli azzurri mentre i tedeschi crollano letteralmente. Ai 1300 metri il doppio leggero azzurro sferra un attacco alle soglie dei 40 colpi che non sortisce l'effetto sperato: la Francia mantiene la testa, mentre Sudafrica e Norvegia non accennano a mollare. Ai 1500 metri Sudafrica, Italia e Norvegia sono in appena due centesimi a giocarsi argento e bronzo, mentre la Francia mantiene la testa mostrando però un lieve appannamento. Il tiratissimo finale è un thriller: l'Italia paga il ritmo serrato tenuto tra i 1250 e i 1750 e cede gli ultimi 250 metri, mentre a sorpresa l'equipaggio sudafricano completa una rimonta pazzesca e beffa i francesi di soli nove centesimi, mentre la Norvegia campione del Mondo in carica è di bronzo, a sua volta a soli quattro decimi dalla conferma iridata. Chiudono staccate, alle spalle dell'Italia, Germania e Olanda. Italia quarta. 1, Sud Africa James Thompson, John Smith 6.05.36, 2. Francia Stany Delayre, Jeremie Azou 6.05.45, 3. Norvegia Kristoffer Brun Are Strandli 6.05.79, 4. Italia Andrea Micheletti Pietro Ruta (Fiamme Oro) 6.09.53, 5. Germania Moritz Moos, Jason Osborne 6.15.11, 6. Olanda Tycho Muda, Vincent Muda 6.20.51

 

Prossime Regate

  • OEIRAS - 02-04/10/2020
    World Rowing Coastal Championships ANNULLATO
  • TARANTO - 03/10/2020
    Regata Regionale valida Montu e d'Aloja
  • ORTA S.GIULIO - 03-04/10/2020
    5° Orta Lake Eights Challenge e 15° Italian Sculling Challenge - Memorial Don Angelo Villa ANNULLATA
  • SANREMO - 03-04/10/2020
    XXXIX° Trofeo Aristide Vacchino - Regata Internazionale Sprint Allievi Cadetti ANNULLATO
  • MONATE - 04/10/2020
    Regata Regionale chiusa valida d'Aloja ANNULLATA
  • RAVENNA - 04/10/2020
    Regata Regionale aperta Valida Montu e d'Aloja
  • SABAUDIA - 04/10/2020
    Regata Regionale aperta valida Montu e d'Aloja ANNULLATA
  • TARANTO - 04/10/2020
    Regata Regionale valida Montu e d'Aloja

Partners FIC

canottaggio.org
Testata giornalistica registrata al Tribunale di Roma in data 12 giugno 2007 al n. 234
Direttore responsabile:
Claudio Tranquilli
Contatti: Tel. +39.3666879879 - e-mail:
ufficiostampa@canottaggio.org
Redazione: Luigi Mancini - Niccolò Bagnoli
Webmaster: Enrico Bozzello

Facebook - Twitter - Instagram - YouTube - Linkedin - Telegram

Federazione Italiana Canottaggio - V.le Tiziano, 74 - 00196 ROMA
P.Iva 01382091005 - C.F. 05267450582

Salvo accordi scritti, le collaborazioni a www.canottaggio.org sono da considerarsi del tutto gratuite e non retribuite. La Direzione si riserva il diritto di modificare la titolazione degli articoli e di fare gli opportuni tagli redazionali al materiale pervenuto dando a questo l'impostazione grafica ritenuta più opportuna. Gli articoli firmati esprimono le opinioni degli autori e non hanno riferimento con gli orientamenti ufficiali. Tutto il materiale inviato, anche se non pubblicato, non sarà  restituito.
E' autorizzata la riproduzione, anche parziale, sempreché venga citata la fonte
www.canottaggio.org e/o i vari credit fotografici dei collaboratori della testata.