Di Costanzo&Castaldo: una sfida impegnativa


ROMA, 20 agosto 2014 - Nel due senza senior riconfermati Marco Di Costanzo (Fiamme Oro) e Matteo Castaldo (RYC Savoia). Gli azzurri si dovranno confrontare con avversari di indiscusso valore: su tutti gli aliscafi neozelandesi Bond e Murray. Altra compagine da tenere d'occhio quella composta dai serbi Nenad Bedik e Dusan Bogicevic, che a Belgrado ha sorpreso un po' tutti. La Germania all'Europeo si è piazzata davanti agli azzurri mentre a Lucerna è arrivata dietro. Ovviamente il tutto va considerato in relazione alle fasi di carico e scarico della preparazione. E poi l'Olanda reduce di un terzo posto al Mondiale dello scorso anno e seconda all'europeo, attaccatissima alla Serbia. Insomma di avversari ce ne sono.

Marco Di Costanzo: “Il fatto che abbiamo affrontato il raduno facendo tutto quello che c'èra da fare, in linea con le direttive degli allenatori, ci mette in condizione di stare sereni rispetto all'impegno che ci attende. Poi, sicuramente l'intesa che abbiamo maturato io e Matteo offre ulteriore motivo di fiducia. Personalmente sono tranquillo e questo mi fa mantenere la giusta concentrazione in questi ultimi giorni prima del Mondiale. Ora siamo entrati in una fase della preparazione che prevede carichi più leggeri, noi comunque ci impegneremo a tenere l'intensità molto alta per arrivare ad Amsterdam nella miglior condizione possibile. Sappiamo che sarà una sfida durissima e che nessuno ci regalerà un centimetro. Tutto quello che riusciremo ad ottenere sarà conquistato. Ovviamente gli avversari da battere saranno i neozelandesi ma anche la Serbia ha presentato due nuovi atleti molto in gamba. Non da meno saranno Gran Bretagna, Olanda e Stati Uniti”.

Matteo Castaldo: “Finora siamo stati abbastanza costanti, sia per quello che riguarda il lavoro a terra, sia nelle gare. L'unico intoppo c'è stato all'Europeo dove non eravamo al massimo della forma. Se però si considera che la programmazione è stata fatta in vista del Mondiale, il risultato che abbiamo ottenuto ci poteva stare. Comunque anche a Belgrado siamo entrati in finale, quindi non è stato un bilancio completamente negativo. Poi abbiamo continuato a lavorare su quella stessa linea e abbiamo visto che la situazione a Lucerna è cambiata. Abbiamo messo dietro molti equipaggi che all'Europeo ci avevano superato e alla fine su 24 equipaggi siamo arrivati quarti. Sicuramente però siamo tornati a casa convinti che facendo quest'ultimo step di preparazione al meglio, come ha detto il Direttore Tecnico, potevamo limare ancora qualcosa. Dalla nostra c'è anche un grande affiatamento. Certo, come in tutte le migliori famiglie ogni tanto ci sono degli screzi, ma quello è normale. Comunque andiamo molto d'accordo, siamo affiatati e abbiamo le idee chiare su quelli che sono i nostri obiettivi”



 
 

Prossime Regate

  • OEIRAS - 02-04/10/2020
    World Rowing Coastal Championships ANNULLATO
  • TARANTO - 03/10/2020
    Regata Regionale valida Montu e d'Aloja
  • ORTA S.GIULIO - 03-04/10/2020
    5° Orta Lake Eights Challenge e 15° Italian Sculling Challenge - Memorial Don Angelo Villa ANNULLATA
  • SANREMO - 03-04/10/2020
    XXXIX° Trofeo Aristide Vacchino - Regata Internazionale Sprint Allievi Cadetti ANNULLATO
  • MONATE - 04/10/2020
    Regata Regionale chiusa valida d'Aloja ANNULLATA
  • RAVENNA - 04/10/2020
    Regata Regionale aperta Valida Montu e d'Aloja
  • SABAUDIA - 04/10/2020
    Regata Regionale aperta valida Montu e d'Aloja ANNULLATA
  • TARANTO - 04/10/2020
    Regata Regionale valida Montu e d'Aloja

Partners FIC

canottaggio.org
Testata giornalistica registrata al Tribunale di Roma in data 12 giugno 2007 al n. 234
Direttore responsabile:
Claudio Tranquilli
Contatti: Tel. +39.3666879879 - e-mail:
ufficiostampa@canottaggio.org
Redazione: Luigi Mancini - Niccolò Bagnoli
Webmaster: Enrico Bozzello

Facebook - Twitter - Instagram - YouTube - Linkedin - Telegram

Federazione Italiana Canottaggio - V.le Tiziano, 74 - 00196 ROMA
P.Iva 01382091005 - C.F. 05267450582

Salvo accordi scritti, le collaborazioni a www.canottaggio.org sono da considerarsi del tutto gratuite e non retribuite. La Direzione si riserva il diritto di modificare la titolazione degli articoli e di fare gli opportuni tagli redazionali al materiale pervenuto dando a questo l'impostazione grafica ritenuta più opportuna. Gli articoli firmati esprimono le opinioni degli autori e non hanno riferimento con gli orientamenti ufficiali. Tutto il materiale inviato, anche se non pubblicato, non sarà  restituito.
E' autorizzata la riproduzione, anche parziale, sempreché venga citata la fonte
www.canottaggio.org e/o i vari credit fotografici dei collaboratori della testata.