Andrea Tranquilli, Sergio Canciani e Andrea Riva: L'ardua sfida
 in due con


ROMA, 16 agosto 2014 - Per Andrea Tranquilli, Sergio Canciani, entrambi in forza alle Fiamme Gialle, e per il timoniere Andrea Riva (CUS Pavia) si prospetta, ad Amsterdam, una sfida tutt'altro che semplice. Tra le iscrizioni nella specialità del due con figurano infatti gli inossidabili Hamish Bond ed Eric Murray, che da parte loro hanno già dichiarato di avere la certezza di vincere. Di certo non è con le chiacchiere che si portano a casa i titoli ma purtroppo i neozelandesi sono campioni anche nei fatti. Il livello della sfida comunque non sta facendo perdere la concentrazione alla compagine azzurra, come chiarisce Sergio Canciani: “Sappiamo che saremo chiamati a confrontarci con equipaggi veramente forti e da parte nostra ci sarà il dovuto rispetto. In gara comunque faremo come abbiamo fatto negli allenamenti: daremo il massimo!”.

Andrea, come nasce questa inedita soluzione?: “A seguito di un periodo di prove si è deciso di comporre questo due con. Inizialmente c'è stata qualche difficoltà perché siamo passati da una barca veloce come l'otto, con una contrazione tutta particolare, al due con che è la barca più lenta del canottaggio maschile. Col procedere della preparazione abbiamo incominciato ad assestarci e ad apprezzare dei discreti miglioramenti. Ora, nelle ultime giornate del raduno, continueremo a lavorare per cercare di migliorare quanto possibile”. Come state?: “Abbiamo finito ora il periodo di lavoro al cento e dalla scorsa settimana abbiamo incominciato lo scarico. Da un punto di vista fisico posso dire che il lavoro portato avanti è stato soddisfacente e questo senza dubbio da una certa fiducia. Ora, con la riduzione dei carichi, stiamo acquistando lucidità muscolare e potremo valutare le reali potenzialità della barca”.

Sergio, sei soddisfatto della barca?: “Devo dire che questo due con è veramente una bella barca. Poi con Andrea è dal 2005, tolti alcuni intervalli, che ci alleniamo assieme, quindi c'è un buon feeling. In queste due settimane abbiamo cercato di compattare al meglio la barca anche col timoniere Andrea Riva e devo dire che siamo cresciuti. Essendo solo in tre è stato molto più semplice creare l'assieme come intenti, come sensazioni e tutto. Sicuramente è più semplice dell'otto che è lungo, complesso. Io ero il numero otto e quasi non sentivo la voce del capovoga”.Hai accusato molto la differenza con l'otto?: “Come diceva Andrea siamo passati dalla barca più veloce del canottaggio a quella più lenta. I primi giorni di prove ci siamo dovuti riabituare alle velocità, completamente differenti rispetto all'otto ma ora abbiamo guadagnato una buona sintonia”.
 

Foto E.Artegiani - Canottaggio.org

  

Prossime Regate

  • CORGENO - 19-20/09/2020
    Meeting Nazionale Allievi e Cadetti
    PROGRAMMA Sabato
    PROGRAMMA Domenica
    Statistica Equipaggi gara
    Statistica Società Gara
    ELENCO SOCIETA' ISCRITTE
  • SABAUDIA - 19-20/09/2020
    Meeting Nazionale Allievi e Cadetti
    PROGRAMMA FINALI Sabato
    PROGRAMMA FINALI Domenica
    Statistica Equipaggi gara
    Statistica Società Gara
    ELENCO SOCIETA' ISCRITTE

Partners FIC

canottaggio.org
Testata giornalistica registrata al Tribunale di Roma in data 12 giugno 2007 al n. 234
Direttore responsabile:
Claudio Tranquilli
Contatti: Tel. +39.3666879879 - e-mail:
ufficiostampa@canottaggio.org
Redazione: Luigi Mancini - Niccolò Bagnoli
Webmaster: Enrico Bozzello

Facebook - Twitter - Instagram - YouTube - Linkedin - Telegram

Federazione Italiana Canottaggio - V.le Tiziano, 74 - 00196 ROMA
P.Iva 01382091005 - C.F. 05267450582

Salvo accordi scritti, le collaborazioni a www.canottaggio.org sono da considerarsi del tutto gratuite e non retribuite. La Direzione si riserva il diritto di modificare la titolazione degli articoli e di fare gli opportuni tagli redazionali al materiale pervenuto dando a questo l'impostazione grafica ritenuta più opportuna. Gli articoli firmati esprimono le opinioni degli autori e non hanno riferimento con gli orientamenti ufficiali. Tutto il materiale inviato, anche se non pubblicato, non sarà  restituito.
E' autorizzata la riproduzione, anche parziale, sempreché venga citata la fonte
www.canottaggio.org e/o i vari credit fotografici dei collaboratori della testata.