Coupe: le dichiarazioni dei medagliati della prima giornata


LIBOURNE, 02 agosto 2014 - Emozioni infinite nella prima giornata di finali della 30a Coupe de la Jeunesse in corso a Libourne. Ai sei equipaggi medagliati il compito di raccontare quanto provato durante le regate.

Lapo Corenich (Firenze) racconta così la vittoria in quattro con: “In partenza siamo riusciti ad uscire, ai 500 metri eravamo terzi vicini sulla Gran Bretagna. Nella seconda parte di gara siamo riusciti a cambiare marcia e a riprendere la Spagna. La vittoria poi è arrivata punta a punta, anche grazie a tre allunghi chiamati dal nostro timoniere. Una gara bellissima, che ci stimola anche per domani”.

Alessandro Visentini (Esperia), capovoga del quattro senza, si apre a cascata : “Non siamo riusciti a partire molto bene, abbiamo anche preso una boa. Questo però ci ha aiutato a riprenderci al meglio. Il nostro allenatore Roberto Romanini ci aveva detto di crederci fino in fondo e l’abbiamo fatto. La barca era leggera, non ci siamo irrigiditi e siamo riesciti a disputare questa gara perfetta”.

Luca Agrillo (Posillipo), capovoga del due senza d’argento, dichiara: “Una gara super combattuta fino ai mille metri, poi il lago mosso ci ha messo un po’ in difficoltà. È stata una gara bellissima, siamo felici per questo argento che ci stimolerà per la regata di domani. Proveremo a far vedere chi è la vera Italia”.

Federica Molinaro (Padova), commenta la medaglia d’oro in doppio: “In partenza eravamo un po’ indietro, ma sul passo siamo riuscite a rientrare e la chiusura è uscita in modo perfetto. Sono felice e mi sono anche divertita. Una gara storica per me”.

Sara Lisi (Fiamme Gialle), capitano della squadra femminile, descrive il bronzo in quattro senza: “I primi mille metri eravamo seconde, poi la Gran Bretagna ha cambiato marcia e abbiamo dovuto rispondere. La Francia è sempre stata in testa, noi con determinazione siamo riuscite ad acciuffare il bronzo. Siamo veramente felici, ci speravamo”.

Andrea Erilmi (Monate), capovoga dinamite dell’otto è senza freni: “La partenza non è stato il nostro forte, ma nella parte centrale non c’è stata storia per nessuno. Il passo è stato meraviglioso, facevamo dei buchi in acqua. Il timoniere ci ha dato la giusta carica. Ai mille la barca ha iniziato a scorrere ancora di più e abbiamo preso tutto il vantaggio. Sono troppo contento, questo risultato realizza il mio sogno e quello di tutti i miei compagni”.


 

Prossime Regate

  • OEIRAS - 02-04/10/2020
    World Rowing Coastal Championships ANNULLATO
  • TARANTO - 03/10/2020
    Regata Regionale valida Montu e d'Aloja
  • ORTA S.GIULIO - 03-04/10/2020
    5° Orta Lake Eights Challenge e 15° Italian Sculling Challenge - Memorial Don Angelo Villa ANNULLATA
  • SANREMO - 03-04/10/2020
    XXXIX° Trofeo Aristide Vacchino - Regata Internazionale Sprint Allievi Cadetti ANNULLATO
  • MONATE - 04/10/2020
    Regata Regionale chiusa valida d'Aloja ANNULLATA
  • RAVENNA - 04/10/2020
    Regata Regionale aperta Valida Montu e d'Aloja
  • SABAUDIA - 04/10/2020
    Regata Regionale aperta valida Montu e d'Aloja ANNULLATA
  • TARANTO - 04/10/2020
    Regata Regionale valida Montu e d'Aloja

Partners FIC

canottaggio.org
Testata giornalistica registrata al Tribunale di Roma in data 12 giugno 2007 al n. 234
Direttore responsabile:
Claudio Tranquilli
Contatti: Tel. +39.3666879879 - e-mail:
ufficiostampa@canottaggio.org
Redazione: Luigi Mancini - Niccolò Bagnoli
Webmaster: Enrico Bozzello

Facebook - Twitter - Instagram - YouTube - Linkedin - Telegram

Federazione Italiana Canottaggio - V.le Tiziano, 74 - 00196 ROMA
P.Iva 01382091005 - C.F. 05267450582

Salvo accordi scritti, le collaborazioni a www.canottaggio.org sono da considerarsi del tutto gratuite e non retribuite. La Direzione si riserva il diritto di modificare la titolazione degli articoli e di fare gli opportuni tagli redazionali al materiale pervenuto dando a questo l'impostazione grafica ritenuta più opportuna. Gli articoli firmati esprimono le opinioni degli autori e non hanno riferimento con gli orientamenti ufficiali. Tutto il materiale inviato, anche se non pubblicato, non sarà  restituito.
E' autorizzata la riproduzione, anche parziale, sempreché venga citata la fonte
www.canottaggio.org e/o i vari credit fotografici dei collaboratori della testata.